Rifiuti

Progetto Tyrec4life

Logo Tyrec4life
Logo Life
Il polverino di gomma per un asfalto più affidabile ed efficiente

 

Il Progetto Europeo Tyrec4Life, partito nel 2011 e coordinato dalla Città metropolitana di Torino, si è concluso. Nella pagina Risultati e prospettive alla voce Report a breve sarà possibile consultare il  Report finale del Progetto e le schede sintetiche delle diverse attività condotte.

 

Il Progetto Europeo Tyrec4Life, partito nel 2011 e coordinato dalla Città metropolitana di Torino, volge alla conclusione. Il 18 settembre 2015 la Conferenza finale di Progetto ha fatto il punto sui risultati ottenuti e sulle prospettive di sviluppo delle nuove tecnologie per la pavimentazione stradale con l'uso di bitume addizionato di polverino da pneumatici fuori uso.

News! Nella sezione "Eventi e news" sono state pubblicate le relazioni tecniche e gli interventi della Tavola Rotonda

 

Nel 2013 nel nostro Paese gli pneumatici esausti sono stati circa 320mila tonnellate. Di queste circa 106,5mila tonnellate sono recuperate come gomma, 30mila tonnellate come acciaio, 95 tonnellate come tessile. Nel complesso del "Sistema-Italia" il 57% viene avviato al recupero di energia, il 43% al recupero di materia. (fonte "Italia del riciclo 2014" - Fondazione Sviluppo Sostenibile)

Molto è cambiato dunque dal 2008 quando, su circa 25 milioni di pneumatici dismessi annualmente in Italia, pur essendo già vietato dal 2006, oltre un terzo degli pneumatici veniva smaltito in discarica; inoltre erano numerosi anche gli abbandoni. Circa il 45% era avviato a recupero energetico e solo il 25% era avviato a recupero di materia. Questi numeri invertivano completamente la gerarchia della corretta gestione dei rifiuti: era dunque necessario provare a creare le condizioni per aumentare le opportunità di riciclo, a scapito del recupero energetico, e ovviamente uscire dalla illegalità dello smaltimento in discarica.

Per valorizzare meglio questa risorsa-rifiuto è nato Tyrec4life, un progetto orientato a sviluppare e implementare tecnologie innovative in grado di estendere l'utilizzo del polverino da pneumatici fuori uso nelle pavimentazioni stradali. Finanziato nell'ambito del programma europeo Life+ (LIFE10ENV/IT/000390), Tyrec4life è stato varato nel dicembre 2011: ha una durata di quattro anni e un valore economico di circa tre milioni e duecentomila euro.

Capofila è la Città Metropolitana di Torino, che si occupa da tempo dei bitumi modificati con polverino di gomma: sulla base di una complessa e articolata ricerca, commissionata al Politecnico di Torino, nell'autunno del 2011 sono stati realizzati circa 1600 metri della circonvallazione Borgaro-Venaria con quel tipo di asfalto.

Nel corso della sperimentazione è stata prevista la validazione di miscele di bitume arricchito con polverino, che migliorino drenabilità, aderenza e assorbimento acustico e minimizzino i consumi energetici nelle fasi di realizzazione e stesa, e la realizzazione di tre chilometri di pavimentazione stradale con i nuovi bitumi.

IL CONTESTO

Nel 2014 Ecopneus, responsabile della gestione di oltre il 65% del totale degli pneumatici dismessi, ha gestito 255mila tonnellate di PFU; in media il 64% dei PFU raccolti da Ecopneus sono stati recuperati come combustibili nei cementifici e per la produzione di energia elettrica, il restante 36%,  è destinato agli impianti di recupero della materia. Tramite il trattamento meccanico si ottiene la separazione dell'acciaio, delle fibre tessili e della gomma per la successiva produzione di granuli e polverini di gomma.  (fonte "Ecopneus nella Green Economy - Rapporto di sostenibilità 2014")

L'utilizzo del granulato, o polverino da pneumatici fuori uso (PFU), come additivo nelle pavimentazioni stradali rappresenta un'interessante applicazione, anche da un punto di vista quantitativo, per il riciclo degli pneumatici a fine vita. La tecnologia "wet" è stata implementata con successo con lo sviluppo di standard adeguati per la progettazione e posa in opera di speciali miscele bituminose, definite "gap-graded" o "open-graded" a seconda delle caratteristiche funzionali e strutturali. Studi recenti effettuati dalla Città Metropolitana (già Provincia) di Torino e del Politecnico di Torino hanno esaminato l'uso di miscele gap-graded per la realizzazione di pavimentazioni stradali.

I NOSTRI SPECIALI

 

Filmato: Il test su strada degli asfalti modificati
Durata: 03' 37"


CONTATTI

Coordinatore del Progetto: Arch. Agata Fortunato
Tel: +39 011 8616872 - Fax: +39 011 8616730
Email: tyrec4life@cittametropolitana.torino.it - raccoltadifferenziata@cittametropolitana.torino.it

Partners:

Logo Città Metropolitana di Torino
Logo Politecnico di Torino
Logo Patrimonio Città di Settimo Torinese s.r.l.
Logo Centro Ricerche Fiat
Logo Impresa Brillada Vittorio&c
Logo Centro Estero Internazionalizzazione Piemonte

 

Co-finanziatore:

Logo Ecopneus