Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

ORGANI DELLA CITTÀ METROPOLITANA

SINDACO METROPOLITANO

Chiara Appendino

Dopo il ballottaggio di domenica 19 giugno 2016, anche il nostro Ente registra un cambio ai vertici: Chiara Appendino sostituisce Piero Fassino e diventa nuova sindaca della Città metropolitana.
Infatti la legge Delrio del 2014, che ha istituito a partire dal 1 gennaio 2015 le Città metropolitane,  prevede che il sindaco del capoluogo diventi automaticamente anche sindaco metropolitano.

Entro 60 giorni dalla proclamazione del sindaco, dovranno essere svolte le elezioni di secondo grado in tutti 315 Comuni che compongono la Città metropolitana di Torino per rinnovare l’attuale Consiglio metropolitano, organo di indirizzo e controllo che adotta - tra l’altro - gli schemi di bilancio da sottoporre al parere della Conferenza metropolitana, che è composto da 18 consiglieri (ai quali va aggiunto il Sindaco) e dura in carica 5 anni.
Il Consiglio metropolitano ha rappresentatività democratica indiretta ottenuta attraverso elezioni di secondo grado da parte di un corpo elettorale rappresentato dai Sindaci e dai Consiglieri comunali in carica, con sistema elettorale di tipo plurinominale su liste concorrenti e collegio unico, con possibilità di esprimere fino a una preferenza e riparto proporzionale dei seggi.  

Così come quello di sindaco metropolitano, anche gli incarichi di consigliere metropolitano per legge sono svolti a titolo gratuito.