Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA)

Logo AIA

L'autorizzazione integrata ambientale (AIA) è necessaria per l'esercizio delle installazioni in cui sono svolte una o più attività elencate nell'allegato VIII alla parte seconda del D.lgs. 152/06.

Per il rilascio dell'autorizzazione, l'installazione deve essere conforme ai requisiti previsti dalla direttiva 2010/75/UE sulle emissioni industriali.

L'AIA sostituisce inoltre le autorizzazioni ambientali elencate all'allegato IX della parte seconda del D.lgs. 152/06 necessarie per l'esercizio delle attività svolte e degli impianti presenti presso l'installazione.

Il procedimento di autorizzazione è svolto ai sensi dell'art. 29-quater del D.lgs. 152/06; è prevista la convocazione della conferenza dei servizi ai sensi della L. 241/90 alla quale sono inviate le amministrazioni competenti in materia ambientale oltre al soggetto richiedente l'autorizzazione. La durata massima del procedimento è di 150 giorni salvo i periodi di sospensione dei termini di cui all'art. 29-quater, comma 8, del D.lgs. 152/06.
Per il procedimento sono dovuti gli oneri istruttori definiti dal decreto interministeriale 24/04/2008 e dalla d.g.r. n. 85-10404 del 22/12/2008.

Presentazione della domanda di autorizzazione

La domanda per il rilascio dell'autorizzazione deve contenere le informazioni indicate dall'art. 29-ter c.1 del D.lgs. 152/06 e deve essere trasmessa tramite PEC alla Città metropolitana di Torino, Ufficio coordinamento AIA e agli altri soggetti istituzionali competenti (Comune sede dell'installazione, ARPA e SMAT nel caso in cui l'installazione sia allacciata o intenda allacciarsi alla fognatura pubblica).

Ulteriori informazioni per la redazione e presentazione della domanda sono disponibili nella sezione modulistica.

Dove rivolgersi per informazioni

Sportello Ambiente, presso la sede di corso Inghilterra 7 - tel. 0118616500/6501/6502

Servizio competente

Servizio Qualità dell'Aria e Risorse Energetiche

Ufficio e funzionari di riferimento

Ufficio coordinamento AIA, presso la sede di corso Inghilterra 7 - tel. 0118616856

Eleonora Bertolo - tel. 0118616917 - e-mail: eleonora.bertolo@cittametropolitana.torino.it
Erica Ceronetti - tel. 0118616729 - e-mail: erica.ceronetti@cittametropolitana.torino.it
Edoardo Conti - tel. 0118616855 - e-mail: edoardo.conti@cittametropolitana.torino.it
Nausica Luddeni - tel. 0118616896 - e-mail: nausica.luddeni@cittametropolitana.torino.it
Marco Poggio - tel. 0118616753 - e-mail: marco.poggio@cittametropolitana.torino.it

Per le attività di gestione rifiuti appartenenti alle categorie 5.x è possibile fare riferimento al Servizio Gestione Rifiuti.

Approfondimenti
  • Presentazione della relazione di riferimento sullo stato di qualità del suolo e delle acque sotterranee
  • Trasmissione dei dati ambientali richiesti in autorizzazione

    I dati ambientali relativi ai monitoraggi sulle emissioni e alle prestazioni degli impianti richiesti in autorizzazione devono essere trasmessi mediante PEC (Posta Elettronica Certificata) all'indirizzo protocollo@cert.cittametropolitana.torino.it, indicando nell'oggetto il nome dell'impresa e l'anno al quale si riferiscono, e specificando come destinatario il servizio LC5 - Ufficio di coordinamento AIA. Il formato e le dimensioni degli allegati accettati dalla PEC sono descritti nella pagina dedicata. Si consiglia di trasmettere tutti i dati per i quali è fissata la stessa scadenza con un unico documento.

    Le comunicazioni di modifica degli impianti e degli altri eventi previsti in autorizzazioni devono essere trasmesse separatamente rispetto a quelle relative ai dati ambientali.

    Il report ambientale deve essere corredato anche con le valutazioni, i dati ed i calcoli necessari per stabilire l'assoggettabilità agli obblighi di dichiarazione E-PRTR per l'anno di riferimento.

    I dati ambientali sono messi a disposizione del pubblico mediante pubblicazione nella sezione autorizzazioni rilasciate. Le modalità di pubblicazione dei dati ambientali e la gestione delle informazioni riservate sono illustrate nella comunicazione (pdf 156 KB) trasmessa ai gestori delle installazioni.