Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

ORGANI DELLA CITTÀ METROPOLITANA

Gli organi della Città Metropolitana sono:

Il Sindaco metropolitano

È il legale rappresentante dell'Ente ed è di diritto il sindaco del comune capoluogo.
Può nominare un Vicesindaco e attribuire deleghe ai componenti del Consiglio per poter condividere il potere esecutivo secondo il principio di collegialità.
Non è legato ad un rapporto di fiducia con il Consiglio con il quale i rapporti sono regolati dallo Statuto.
Ha compiti di sovrintendenza sul funzionamento degli uffici.

Il Consiglio metropolitano

È l'organo di indirizzo e controllo, propone alla Conferenza lo Statuto e le sue modifiche, approva regolamenti, piani e programmi. Approva o adotta ogni altro atto ad esso sottoposto dal Sindaco metropolitano.

Su proposta del Sindaco metropolitano, il consiglio adotta gli schemi di Bilancio da sottoporre al parere della Conferenza metropolitana. E' composto da 18 consiglieri (ai quali va aggiunto il Sindaco) e dura in carica 5 anni ma si scioglie in concomitanza del rinnovo del consiglio comunale della Città capoluogo. Deve essere rieletto entro 60 giorni dalla proclamazione del nuovo sindaco della città capoluogo. Ha una rappresentatività democratica indiretta ottenuta attraverso elezioni di secondo grado da parte di un corpo elettorale rappresentato dai Sindaci e dai Consiglieri comunali in carica.

Il sistema elettorale è di tipo plurinominale su liste concorrenti e collegio unico, con possibilità di esprimere fino a una preferenza e riparto proporzionale dei seggi. Come il Sindaco, l'incarico di Consigliere metropolitano è svolto a titolo gratuito.

La Conferenza Metropolitana

È un organo consultivo e di proposta, composto dal Sindaco metropolitano e da tutti i sindaci dei Comuni appartenenti alla Città Metropolitana. La legge prevede che quest'organo deliberi con "doppia maggioranza" per l'approvazione e le modifiche statutarie, e rendere un parere nell'iter dell'approvazione di Bilancio. Ulteriori poteri possono essere definiti dallo Statuto. Anche la partecipazione alla Conferenza Metropolitana è svolta a titolo gratuito.