Piano strategico

Piano Strategico Metropolitano 2021-2023
logo psm
Cos'è il Piano strategico

La legge attribuisce alla Città metropolitana la finalità di "cura dello sviluppo strategico del territorio metropolitano", a cui corrisponde la funzione fondamentale di "adozione ed aggiornamento annuale del piano strategico triennale del territorio metropolitano, che costituisce atto di indirizzo per l'ente e per l'esercizio delle funzioni dei comuni e delle unioni di comuni compresi nel predetto territorio, anche in relazione all'esercizio delle funzioni delegate o assegnate dalle Regioni, nel rispetto delle leggi delle regioni nelle materie di loro competenza" (Legge 7 aprile 2014 n. 56, art. 1, comma 44).
Il piano strategico metropolitano (PSM) è l'atto di indirizzo e di programmazione per lo sviluppo di carattere sociale, economico e ambientale del territorio metropolitano, il documento che definisce gli obiettivi generali, settoriali e trasversali di sviluppo per l'area metropolitana ed individua le priorità di intervento, le risorse necessarie al loro perseguimento, i tempi e il metodo di attuazione, nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale (art. 7 dello Statuto metropolitano).

Il PSM 2021-2023 “Torino Metropoli Aumentata” è stato il frutto di un intenso percorso di pianificazione partecipata che ha previsto la consultazione e il coinvolgimento delle istituzioni, delle forze economiche e sociali, della società civile, dei corpi intermedi, del mondo della cultura e della ricerca e più in generale di tutti i cittadini interessati.

Il Piano si articola in 6 assi, che corrispondono ai 6 punti programmatici previsti dal programma Next Generation Europe e alle 6 missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza:

Torino Metropoli più produttiva e innovativa

Asse 1 - Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura

Aumentare la capacità di creare valore nei diversi comparti economici (agricoltura, turismo, manifattura, servizi, commercio, pubblica amministrazione) attraverso il trasferimento tecnologico, la digitalizzazione, l’automazione, la cooperazione in reti di impresa, la costruzione di filiere, l’innovazione di processo e di prodotto, la promozione dei territorio e delle sue produzioni. Aumentare così l’offerta di occasioni di lavoro e di impresa e l’attrattività del sistema metropolitano torinese per nuove iniziative e investimenti.

Torino Metropoli più verde ed ecologica

Asse 2 - Rivoluzione verde e transizione ecologica

Aumentare la qualità ecologica, ambientale e paesaggistica dell’area metropolitana, riducendo la sua impronta ecologica, ridefinendo i suoi processi metabolici in forma circolare, e contribuendo così attraverso azioni locali alla sfida globale posta dal cambiamento climatico.

Torino Metropoli più mobile, accessibile e collegata

Asse 3 - Infrastrutture per una mobilità sostenibile

Cogliere l’occasione della trasformazione dei cicli della pendolarità casa-lavoro per migliorare la connettività e l’accessibilità al e del territorio metropolitano, innestando sulla rete radiocentrica del ferro, potenziata, un reticolo di mobilità locale alle diverse scale che abbia nelle stazioni nodi di scambio modale e di servizi. Promuovere così lo spostamento con i mezzi pubblici, in bicicletta e a piedi e la qualificazione dello spazio pubblico nei contesti di urbanizzazione recente.

Torino Metropoli che impara di più

Asse 4 - Istruzione e ricerca

Investire sul rinnovo strutturale dell’infrastruttura scolastica metropolitana in termini edilizi e di modello spaziale della formazione, cogliendo le opportunità sperimentate con la DAD in periodo Covid-19 e ibridandole con la qualità della didattica tradizionale. Rafforzare e innovare nella formazione vocazionale, sia a livello di istruzione secondaria superiore sia a livello universitario. Diffondere e promuovere la scolarizzazione precoce anche in un’ottica di equilibrio di genere. Promuovere la relazione tra scuola e territorio in tutti i contesti, facendo dell’infrastruttura scolastica una piattaforma civica multiservizi.

Torino Metropoli più attrattiva, giusta ed eguale

Asse 5 - Inclusione e coesione

Promuovere eguali opportunità di sviluppo personale e di comunità nelle diverse parti del territorio metropolitano e per l’intera popolazione metropolitana, rendendo la Città metropolitana un luogo nuovamente attrattivo per l’insediamento di residenti ed imprese. Introdurre e sostenere forme originali di housing sociale e di residenzialità di comunità, adatte alle specificità dei diversi contesti territoriali per ripopolare i territori a demografia debole. Sperimentare e incentivare forme duali di residenza metropolitana per rafforzare i legami tra centro e aree interne. Prevenire e recuperare l’esclusione sociale.

Torino Metropoli più sana

Asse 6 - Salute

Innestare sulla futura Città della Salute di Torino un sistema territoriale integrato di educazione, prevenzione e diagnosi che, anche attraverso le possibilità della telemedicina e della diagnostica a distanza, promuova un eguale accessibilità del sistema sanitario sul territorio. Sostenere l’invecchiamento attivo e sano della popolazione e i legami intergenerazionali.

Gli assi si articolano a loro volta in 24 strategie e 111 azioni concrete e puntuali.

Puoi scaricare il documento di Piano a questo link (pdf 13,59 MB).

Il PSM va comunque inteso come documento flessibile ed aperto, che sarà aggiornato annualmente, anche sulla base degli esiti dell’attività di verifica e monitoraggio. Nel corso del triennio di validità del Piano la Città metropolitana avrà infatti il compito non solo di implementare le azioni strategiche che rientrano tra le proprie competenze, ma anche di coordinare e catalizzare le idee, le proposte e i contributi del territorio per l’attuazione del comune progetto di sviluppo delineato dal Piano strategico.