Risorse idriche

Interventi per la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica del territorio

Acqua e territorio di fronte al cambiamento climatico. Attività di formazione per gli amministratori. Con i giovani per uno sviluppo locale ed una gestione eco-sostenibile dell’ambiente e dell’acqua

E' a disposizione il programma dettagliato (pdf 266 KB) del corso di 40 ore promosso nell'ambito del bando "Interventi per la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica del territorio" e organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Culture Politica e Società dell'Università di Torino.

L'iscrizione dovrà avvenire entro il giorno MERCOLEDI' 10 MARZO con le modalità indicate nel programma.

Obiettivo del corso è fornire alle giovani generazioni che amministreranno la cosa pubblica, strumenti utili ad affrontare le sfide poste dal cambiamento climatico in atto, con un focus particolare su gestione, tutela e governo di risorse strategiche quali l’acqua e il territorio. Il corso è rivolto a studentesse e studenti iscritti a corsi di laurea in Scienze politiche e sarà articolato in moduli da 2 ore on line con piattaforma Webex (il mercoledì con orario 17.00 - 19.00 e il sabato con orario 9.00 -11.00 e 11.00 - 13.00 , per un totale di 40 ore a partire da MERCOLEDI 17 MARZO 2021.


Partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica del 
territorio

La Città metropolitana di Torino, mettendo in rete l'Ufficio Politiche Giovanili con l'Ufficio Pianificazione Risorse idriche, ha partecipato, classificandosi prima nella graduatoria, al bando regionale dal titolo "Interventi per la partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica del territorio" indetto dalla Regione Piemonte con D.G.R. n. 42-8951 del 16/5/2019.

Il bando finanzia progetti, rivolti ai giovani amministratori under 35 o di nuova nomina, che prevedano laboratori giornalieri e workshop, seminari residenziali e corsi di formazione anche specialistica.

Lo speciale dedicato alla formazione dei giovani amministratori

L'articolo a pagina 20 di "Cronache da Palazzo Cisterna" del 17 luglio 2020 (pdf 5 MB)
L'articolo a pagina 14 di "Cronache da Palazzo Cisterna" del 5 giugno 2020 (pdf 4,1 MB)


Il progetto, dal titolo "Acqua e territorio di fronte al cambiamento climatico. Attività di formazione per gli amministratori – Con i giovani per uno sviluppo locale ed una gestione eco-sostenibile dell’ambiente e dell’acqua" vede come partner i seguenti enti: Comuni di Avigliana, Lanzo Torinese, Piverone, Rivalta, Vigone, Villar Pellice e Volvera, tutti sottoscrittori di Contratto di Fiume o di Lago, ANCI Piemonte, UNCEM - Delegazione piemontese e ANPCI.

Il progetto prevede moduli formativi sulla gestione amministrativa degli enti locali, da un lato, e, dall'altro, sui temi dello sviluppo sostenibile, dei cambiamenti climatici e della corretta gestione delle risorse idriche.
A causa dell'emergenza Covid-19 gli interventi formativi si svolgono prevalentemente in modalità webinar. E' previsto un seminario residenziale di 3 giorni con percorsi formativi teorico/pratici e un’uscita sul campo, e un corso di 40 ore, organizzato in collaborazione con il Dipartimento di Culture Politica e Società dell'Università di Torino, aperto agli studenti e ai giovani amministratori/nuove nomine.

Le date ed il programma del seminario residenziale saranno resi noti al più presto.

Il calendario e il programma dei webinar


Di seguito il link ai filmati ed alle presentazioni dei webinar svolti finora:

I filmati sono disponibili anche nella playlist completa dei webinar del progetto "Acqua e territorio"

Le azioni si pongono in continuità con le numerose attività rivolte ai tecnici degli enti locali già svolte dalla Città metropolitana di Torino, in particolare con il progetto "Acqua e territorio", presentato nell'ottobre 2019.

Il progetto è sostenuto da Regione Piemonte - Direzione Sanità e Welfare - Settore Politiche per i bambini, le famiglie, minori e giovani, sostegno alle situazioni di fragilità sociale e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio civile universale.