Valutazione Impatto Ambientale

Procedure di VAS

Descrizione dell'immagine descrizione dell'immagine

La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) costituisce lo strumento idoneo per consentire di integrare considerazioni di carattere ambientale all'interno della programmazione e pianificazione territoriale al fine di perseguirne la compatibilità e la sostenibilità degli obiettivi e delle azioni previste.

La VAS è stata introdotta in Europa dalla Direttiva 2001/42/CE ( 76 kB) con l'obiettivo di garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente e di contribuire all'integrazione di considerazioni ambientali all'atto dell'elaborazione e dell'adozione di piani e programmi al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile.

In Italia tale Direttiva è stata recepita con il Decreto Legislativo n. 152/2006 recante "Norme in materia ambientale" e smi, ma la Regione Piemonte aveva già provveduto a disciplinare la materia con la legge regionale 40/1998 "Disposizioni concernenti la compatibilità ambientale e le procedure di valutazione" che, all'articolo 20, comma 2, richiede un'analisi di compatibilità ambientale a supporto delle scelte di piano, secondo i contenuti specificati all'Allegato F.

La Regione Piemonte ha inoltre emanato, quale atto di indirizzo e coordinamento in materia di VAS, la DGR n. 12-8931 del 9 giugno 2008, con la quale ha fornito indicazioni in merito ai passaggi procedurali da seguire al fine di attuare il processo di VAS anche in accordo con i vari strumenti urbanistici previsti dalla l.r. 56/77 e smi (Varianti Generali, Strutturali, Parziali, ecc.).

Nell'ambito delle procedure di VAS il Servizio si occupa di formulare l'espressione del parere in qualità di "Soggetto Competente in materia Ambientale" (SCA), su piani e programmi di valenza comunale, provinciale e regionale.

Procedure di VAS - Variante Seveso al PTC

Il 14 marzo 2017 è stata approvata dal Consiglio Metropolitano la nota esplicativa n. 6 ( 390 kB) per l'Integrazione della procedura di VAS nell'adeguamento degli strumenti urbanistici comunali alla variante "Seveso" al PTC.

Si invitano pertanto i Comuni che avviano Varianti urbanistiche Generali e Strutturali (qualora assoggettate a Valutazione Ambientale Strategica) ed in cui è pertanto necessaria la redazione del Rapporto Ambientale, a prendere visione della citata Nota esplicativa ed attenersi alle indicazioni in essa riportate.