Risorse idriche

PCTO Alternanza scuola-lavoro

Il progetto "Comunicare l'acqua" - Edizione 2022

Proseguono gli incontri fra i tecnici della CMTO e gli studenti delle classi 3^ AP e 4^AP, indirizzo Gestione delle acque e risanamento ambientale, della sezione professionale dell'I.I.S.S. "Gobetti - Marchesini - Casale - Arduino" di Torino.
Il progetto di PCTO - Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento (ex alternanza scuola - lavoro) dal titolo "Comunicare l'acqua", giunto alla sua seconda edizione, è condotto dalla Città metropolitana di Torino, Direzione Risorse Idriche, in collaborazione con la Direzione Rifiuti, Bonifiche e Sicurezza siti produttivi e la Direzione Dipartimento ambiente e vigilanza ambientale, Ufficio Pianificazione, Programmazione e Politiche di Sostenibilità.

Con l'aiuto degli esperti sono stati affrontati in classe i temi legati alla tutela dell'ecosistema fluviale, agli scarichi delle acque reflue, e al corretto smaltimento di alcune tipologie di rifiuti in relazione alla salvaguardia della risorsa idrica. Gli ultimi incontri del mese di aprile 2022 sono stati propedeutici all'attività che vedrà gli studenti impegnati nell'ideazione, progettazione ed elaborazione di materiale divulgativo e di sensibilizzazione sulle principali “cattive abitudini casalinghe” che possono contribuire all’inquinamento delle acque.

Tutti gli aggiornamenti saranno a disposizione su questa pagina


Incontri formativi del progetto Comunicare l'acqua

Ha preso avvio la seconda edizione del progetto di PCTO - Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'Orientamento (ex alternanza scuola - lavoro) dal titolo "Comunicare l'acqua", condotto dalla Città metropolitana di Torino, Direzione Risorse Idriche, in collaborazione con la Direzione Rifiuti, Bonifiche e Sicurezza siti produttivi e la Direzione Dipartimento ambiente e vigilanza ambientale.
Il progetto coinvolge le classi 3^ AP e 4^AP, indirizzo Gestione delle acque e risanamento ambientale, della sezione professionale dell'I.I.S.S. "Gobetti - Marchesini - Casale - Arduino" di Torino.

Obiettivo del progetto è l'incremento della consapevolezza e della responsabilizzazione dei cittadini nella tutela dell'ambiente, in particolare delle risorse idriche, in linea con quanto previsto dai Contratti di Fiume e di Lago, che costituiscono ormai da diversi anni a questa parte, un importante strumento per il coinvolgimento diretto del territorio.

Negli anni, anche attraverso le attività legate ai Contratti di Fiume e di Lago, Istituti scolastici ed Enti stanno ampliando le attività di sensibilizzazione e di educazione ambientale. Tuttavia non è sufficiente raggiungere solo le fasce giovanili rappresentate dagli studenti, ma è di fondamentale importanza che anche i cittadini adulti, che non hanno più occasioni formative, siano resi consapevoli delle problematiche e delle buone pratiche che loro stessi possono attuare per contribuire alla tutela delle acque e al raggiungimento degli obiettivi di qualità.

Le attività proposte si concentreranno sulle tematiche relative a:

  • salvaguardia della qualità dei corsi di acqua (fiumi e torrenti) e dei laghi
  • tutela degli ecosistemi fluviali e lacustri
  • scarichi e depurazione delle acque
  • buone pratiche, con particolare approfondimento su quelle domestiche, per difendere l’acqua dall’inquinamento
  • attività di laboratorio su analisi delle acque.
Gli studenti saranno inoltre coinvolti nella ideazione, progettazione elaborazione di materiale divulgativo e di sensibilizzazione sulle principali “cattive abitudini casalinghe” che possono contribuire all’inquinamento delle acque.

La prima fase delle attività, iniziata nel mese di ottobre 2021, vede lo svolgimento di incontri formativi tematici a scuola a cura dei tecnici della Città metropolitana.

Tutti gli aggiornamenti saranno resi disponibili su questa pagina


La pagina dedicata alla prima edizione 2018-2021 del progetto "Comunicare l'acqua", condotto da CMTO con Legambiente Piemonte, SMAT e ARPA.

Sono a disposizione i filmati realizzati dalle classi 5B e 4C Professionale del I.I.S.S. "Gobetti - Marchesini - Casale - Arduino" in base alle competenza acquisite nell'ambito delle attività del progetto.
I filmati hanno l'obiettivo di sensibilizzare sull'importanza del corretto smaltimento degli oli esausti di cucina, rifiuti particolarmente dannosi per gli ecosistemi acquatici se gettati negli scarichi domestici.

 

 

 

Che ne facciamo dell'olio esausto, ad esempio quello di frittura? Ce lo dice SuperOlio, il simpatico supereroe che ci aiuterà a salvare l'ambiente e l'umanità!

SuperOlio!
Durata: 01' 30"

 

 

 

L'olio esausto può essere riutilizzato nella produzione di saponi, come ci dimostrano gli studenti dell'Istituto Gobetti Marchesini di Torino. Attenzione però! Le attività devono essere svolte in laboratorio, solo da parte di adulti e nel rispetto di tutte le norme di sicurezza, come descritto nel video.