Accesso agli atti

FAQ - Domande frequenti sull'accesso agli atti

Vorrei avere dei documenti ma non so bene a quale tipo di accesso fare riferimento. Come faccio a decidere?

  • Il tipo di accesso dipende dalla finalità: se vuole ottenere documenti che dovrebbero essere pubblicati sul sito ma non li trova, allora può presentare richiesta di acccesso civico. Se invece vuole ottenere dei documenti per verificare il corretto funzionamento del nostro Ente, allora si tratta di accesso generalizzato. Infine, se i documenti riguardano un suo interesse specifico, allora può presentare richiesta di accesso documentale. In ogni caso, il nostro Ufficio è a disposizione per chiarimenti e assistenza nella presentazione delle richieste.

La richiesta di accesso agli atti può essere presentata anche ad altri Uffici dell'Ente o solo all'URP?

  • L'Ufficio Relazioni con il Pubblico accoglie tutte le richieste di accesso. E' anche possibile inviare la richiesta direttamente all'Ufficio che detiene i documenti, se lo si conosce. Sul nostro sito, nella sezione Elenco Dirigenti della Città metropolitana di Torino, è disponibile l'elenco completo dei dirigenti con i relativi incarichi e contatti.
    Per l'accesso civico è anche possibile inviare la richiesta al Responsabile della Trasparenza.

La richiesta di accesso deve essere sempre motivata?

  • No, la motivazione è richiesta solo per l'accesso documentale.
    Invece per l'accesso civico e l'accesso generalizzato la motivazione non è richiesta. Per l'accesso generalizzato è possibile indicare la finalità per la quale si chiedono i documenti: questa informazione, che è facoltativa, verrà utilizzata a fini statistici.

Quanto costa l'accesso agli atti?

  • Per l'accesso documentale la presa visione degli atti è gratuita, invece il rilascio di copia è legato al rimborso dei costi di riproduzione materiale e ricerca (vedi tariffe). L'accesso civico e l'accesso generalizzato sono gratuiti, salvo il rimborso dei costi della sola riproduzione materiale.
    il rilascio di copia digitale è gratuito se il supporto viene fornito dal richiedente o se la trasmissione degli atti è telematica (via e-mail o PEC).

E' obbligatorio usare il vostro modulo?

  • No, la domanda può essere presentata anche su carta libera, purchè contenga tutte le informazioni necessarie. Il modulo può essere utile come facsimile.

Cosa succede se invio al vostro Ente una richiesta di accesso agli atti non di vostra competenza?

  • La richiesta verrà inviata direttamente dalla Città metropolitana di Torino all'Ente competente, informando il richiedente.

Cosa succede dopo che ho presentato una richiesta di accesso agli atti?

  • La richiesta viene registrata con un numero di protocollo e trasmessa dall'URP all'Ufficio che detiene gli atti. Viene quindi esaminata per verificarne la completezza, ed eventualmente viene fatta una richiesta di integrazione (ad esempio se manca la copia del documento d'identità o la delega, se non sono chiare le motivazioni oppure se non è chiaro il tipo di documento richiesto). Una volta che la domanda è completa, si verifica l'eventuale presenza di soggetti controinteressati (soggetti che dall'esercizio del diritto di accesso potrebbero vedere pregiudicato il proprio diritto alla riservatezza). In questo caso viene inviata una comunicazione a tali soggetti, che hanno 10 giorni di tempo per presentare una motivata opposizione. A questo punto l'Amministrazione può decidere il tipo di esito. La fase che riguarda i controinteressati non è prevista per l'accesso civico, ma solo per l'accesso documentale e generalizzato.

Che tipo di esito può avere la domanda di accesso?

  • Sono possibili quattro diversi tipi di esito, che sono sempre comunicati per iscritto al richiedente entro trenta giorni:
    • accoglimento: tutta la documentazione richiesta viene messa a disposizione dell'interessato, o pubblicata
    • accoglimento parziale: per esigenze di riservatezza o per altre ragioni previste dalla legge, può essere messa a disposizione del richiedente solo a una parte della documentazione
    • differimento: la domanda non può essere accolta immediatamente, ma solo in un secondo momento, indicato dall'Amministrazione
    • rifiuto: la domanda non può essere accolta.

E' possibile sapere quali richieste di accesso sono state presentate alla Città metropolitana di Torino?

  • Nella sezione Amministrazione trasparente viene pubblicato ogni sei mesi un Registro degli accessi, che contiene l'elenco di tutte le richieste di accesso (documentale, civico e generalizzato) presentate al nostro Ente. Le informazioni disponibili sono: data di presentazione, numero di protocollo, tipo di accesso, oggetto della richiesta, eventuale presenza di controinteressati, tipo e data dell'esito, motivazioni in caso di non accoglimento. Allo scopo di tutelare la privacy dei richiedenti e dei soggetti coinvolti, vengono apposti opportuni omissis in corrispondenza dei dati personali. 

Come devo fare per presentare una richiesta di accesso ai documenti e alle informazioni in materia ambientale?

  • L'accesso a documenti e informazioni in materia ambientale è regolato dal Decreto Legislativo 195/2005, che prevede che chiunque possa accedere alle informazioni ambientali previste dall'art. 2 del decreto sopra indicato. E' comunque sempre necessario presentare una richiesta, eventualmente utilizzando i nostri moduli. Per maggiori informazioni su questo tipo particolare di accesso è possibile contattare lo Sportello Ambiente della Città metropolitana di Torino. 

Non ha trovato risposta alle sue domande?