Bando periferie - Riqualificazione urbana

Interventi - Città metropolitana di Torino

MiP al ToP

L'intervento Mip al Top prevede la concessione di contributi a imprese e attività di lavoro autonomo neo costituite con sede operativa in uno dei seguenti Comuni dell'area metropolitana di Torino: Beinasco, Borgaro Torinese, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, Settimo Torinese, San Mauro e Venaria Reale.

Possono partecipare al bando Mip al Top le imprese e le attività di lavoro autonomo che hanno seguito e concluso il percorso previsto dalla Misura 1 del Programma Mip - Mettersi in proprio (finanziato nell'ambito dell'Asse 1"Occupazione", Priorità 8i, Ob. Specifico 1 del POR FSE Regione Piemonte 2014-2020), ottenendo la validazione del business plan/piano di attività e che risultano costituite e attive a partire dal 1 gennaio 2018.
L'intervento è pertanto complementare ed integrato con il Programma Mip - Mettersi in proprio.

L'intervento facilita la promozione e la crescita delle imprese e delle attività di lavoro autonomo avviate, attraverso la concessione di un contributo massimo di 5.000 € per ciascuna attività.

Il contributo è così costituito:

  • contributo forfetario per spese di promozione fino al limite massimo richiedibile di 2.000 €;
  • contributo a fondo perduto concesso per la realizzazione di investimenti, pari al 50% delle spese ammissibili fino al limite massimo di contributo richiedibile di 3.000 €.

Non è possibile richiedere solo una delle due parti del contributo (ovvero solo contributo a fondo perduto o solo contributo forfetario).

E' inoltre possibile richiedere una maggiorazione del contributo - fino all'importo massimo di 2.000 € - per quelle attività che hanno caratteristiche di innovazione sociale, in quanto favoriscono l'inclusione sociale e la realizzazione di nuovi modelli di welfare metropolitano e urbano, potenziano le prestazioni e i servizi di scala urbana, sviluppano buone pratiche nel terzo settore.
L'intervento non è pertanto finalizzato a sostenere le spese di avvio delle attività neo-costituite, bensì a supportarne lo sviluppo, tenuto conto proprio delle possibili difficoltà legate alle scelte localizzative dei neo-imprenditori/lavoratori autonomi.

Tutti gli aiuti saranno concessi nel rispetto del "Regolamento per la determinazione dei criteri e delle modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi economici" della Città Metropolitana di Torino, nonché della normativa europea sugli aiuti di Stato – c.d. "regime de minimis".

L'intervento ha una dotazione finanziaria complessiva pari a 500.000 €. L'intervento è attuato con modalità a sportello che resterà aperto fino all'esaurimento delle risorse disponibili. La data di apertura dello sportello è il 10 luglio 2018.

Tutta la documentazione necessaria per la presentazione della domanda è disponibile nella sezione modulistica.