Percorsi escursionistici

Alta Via Reale e Giroparco Gran Paradiso

Descrizione delle caratteristiche dell'itinerario e delle sue particolarità

L'itinerario completo, di ben otto tappe, è costituito dall'unione, dell'Alta Via Canavesana (tre tappe da Ceresole Reale al Rifugio Pontese) con il Giroparco del Gran Paradiso (cinque tappe dal Rifugio Pontese al Colle Larissaz). Questi due itinerari sono stati fatti oggetto di progetti di valorizzazione e miglioramento della percorribilità, cofinanziati dal Programma di Sviluppo Rurale della Regione Piemonte, da parte rispettivamente della Comunità Montana Valli Orco e Soana e dell'Ente Parco Nazionale del Gran Paradiso.
Nelle prime tre tappe si tratta di un percorso di alta quota che permette di attraversare sul suo versante orografico sinistro tutta l'alta valle dell'Orco, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Valicando tre colli a quota 3000, con le caratteristiche di un "sentiero balcone", il percorso permette di collegare tra loro ambienti d'alta quota di estremo valore paesaggistico e naturalistico: laghetti alpini, praterie, torrenti glaciali, nevai, piane alluvionali d'alta quota, morene, ecc. Tre tappe impegnative, la cui percorrenza è riservata ad escursionisti esperti ed allenati. In particolare si ricorda che i punti tappa intermedi sono costituiti dai bivacchi Giraudo ed Ivrea, ambedue non custoditi, pertanto è necessario essere autosufficienti in cibo per almeno due giorni. Inoltre il valico dei colli, in particolare del Colle dei Becchi, alla quota di 3000 m slm, richiede capacità di marcia su terreno accidentato e spesso innevato. L'escursionista dovrà dunque essere attrezzato con calzature ed abbigliamento adatto e si raccomanda l'uso dei bastoni da trekking.
Nella seconda parte, coincidente con il Giroparco, il tracciato si snoda tra il medio versante sinistro della Valle Orco e la Val Soana, partendo dal Rifugio Pontese, nel Vallone del Piantonetto, per arrivare fino al Colle Larissa, con un totale di 5 tappe. Lo sviluppo totale di questa seconda parte è di oltre 50 km e 6000 m di dislivello. L'itinerario è tipicamente alpino con una quota minima di 860 m, nei pressi di Ronco Canavese, quota massima 2683 m al Bocchetto di Valsoera, e posto tappa più in quota al Rifugio Pocchiola Meneghello sito a 2450 m. Mediamente si tratta di sentieri classificati con difficoltà escursionistica (E) anche se non mancano tratti di fondovalle di tipo turistico (T) e tratti in alta quota di tipo escursionistico difficile (EE). I sentieri proposti in questa seconda parte ripercorrono spesso itinerari già noti anche a livello internazionale come: GTA (Grande Traversata delle Alpi), VA (Via Alpina), AVC (Alta Via Canavesana). A San Lorenzo il tracciato continua con la GTA e con la Via Alpina verso Noasca. In Val Soana il Giroparco corrisponde in più tratte con GTA, AV e AVC. A Piamprato il gta prosegue verso la Valchiusella, mentre dal Colle Larissa è possibile la discesa il Valle d'Aosta verso Champorcher.
La strutturazione dell'itinerario complessivo in otto tappe può essere modificata prevedendo un pernottamento in più presso il Rifugio Bausano, di fianco al Santuario di San Besso, o accorpando le prime tre tappe in due, sostituendo i pernottamenti ai bivacchi Ivrea e Giraudo con un unico pernottamento presso il posto tappa della Casa Reale di Caccia del Gran Piano (m 2220), struttura attualmente non ancora utilizzabile ma di prossima ristrutturazione (prima di decidere in tal senso consigliamo di informarsi presso l'Ente Parco Nazionale Gran Paradiso sulla effettiva disponibilità della struttura).

Particolarmente interessanti le valenze ambientali di tutto l'itinerario, dagli aspetti faunistici, tanto che durante il percorso è praticamente certo l'avvistamento, anche da distanza ravvicinata, di marmotte, camosci, stambecchi, aquile e talvolta anche del gipeto, agli aspetti vegetazionali o e geomorfologici tipici degli ambienti alpini d'alta quota.

Periodo consigliato: da metà giugno a metà settembre
Difficoltà: T/E/EE


Cartografia di dettaglio
  • MU edizioni, scala 1:20.000, n. 05 "Val Soana" e 08 "Valle Orco"
  • L'Escursionista - Monti, scala 1:25000, n. 14 "Valle dell'Orco-Gran Paradiso" e 15 "Val Soana"
  • IGC, scala 1:25.000, n. 101 "Gran Paradiso, La Grivola, Cogne" e scala 1:50.000, n. 3 "Il Parco Nazionale del Gran Paradiso"

Cartografia escursionistica
  • Hever Edizioni-Comunità Montana Valli Orco e Soana, scala 1:50.000 "Alta Via Canavesana"

Guide
  • Cecilia Genisio, 2002, "Percorrendo l'Alta Via Canavesana", GS Editrice

Siti Internet

Soggetto di riferimento

Per la tratta da Ceresole Reale al Rifugio Pontese (3 tappe):
Comunità Montana Valli Orco e Soana
Via Torino 17 - 10080 LOCANA (TO)
Tel. 0124.83136
Fax: 0124/83363
Email: cmvos@actalyscertimail.it

Per la tratta dal Rif. Pontese al Colle Larissaz (5 tappe):
Ente Parco Nazionale del Gran Paradiso
Segreteria turistica
Via Della Rocca, 47 - 10123 Torino
Orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì: 9-12
Tel. 011.8606233
Email: info@pngp.it
Segreteria turistica versante piemontese
Borgata Prese c/o Centro Visitatori del Parco - Complesso Grand Hotel 10080 Ceresole Reale (TO)
Tel. +39.0124.953166
Email: info.pie@pngp.it
Per gli orari di apertura al pubblico si rimanda al sito www.pngp.it
Per escursioni e trekking naturalistici nel Parco accompagnati da guide qualificate, consultare il sito www.pngp.it alla voce "visita il Parco-itinerari ed escursioni-escursioni con le guide"