Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

CONCESSIONI STRADALI

UFFICIO TRAFFICO E CIRCOLAZIONE, POLIZIA STRADALE E PROCESSI SANZIONATORI

Mezzi pubblicitari - La nostra attività

L'Ufficio del traffico e circolazione, polizia stradale e processi sanzionatori, svolge attività di istruttoria tecnica e rilascia i provvedimenti in materia di autorizzazioni e nulla osta stradali per la collocazione di mezzi pubblicitari. La collocazione di impianti pubblicitari in prossimità delle strade o in vista di esse, infatti, deve essere autorizzata dall'ente proprietario.

Definizione di pubblicità

La pubblicità può essere definita come ogni forma di comunicazione destinata ai consumatori finalizzata ad incentivare la domanda di beni e servizi o a migliorare l'immagine del soggetto pubblicizzato.

Tipologia dei mezzi pubblicitari

Secondo la normativa vigente del Codice della Strada, i mezzi pubblicitari si classificano in:

Insegna di servizio
  • Può essere definita come una scritta alfanumerica, con eventuali simboli e marchi, realizzata su supporti e materiali di qualsiasi natura - illuminati per luce propria o per luce indiretta - e installata nella sedi delle attività cui fa' riferimento o nelle pertinenze accessorie alle stesse.
Preinsegne
  • Sono scritte alfanumeriche, con eventuali simboli e marchi, completate da frecce di orientamento , realizzate su supporto bifacciale o bidimensionale - non luminose - utilizzabili su entrambe le facce, collocate su idonea struttura di sostegno.
    Scopo delle preinsegne è l'indicazione direzionale delle sede ove viene esercitata una determinata attività: esse devono, pertanto, essere installate in modo da facilitare il reperimento della sede dell'attività richiamata nelle preinsegne e comunque nel raggio di 5 km dalla sede stessa. In altri termini hanno una funzione di orientamento per il consumatore per facilitare l'individuazione dell'impresa/società pubblicizzata.
Cartello
  • E' un manufatto bidimensionale - eventualmente illuminato per luce propria o indiretta - sostenuto da un'idonea struttura di supporto, con una sola o entrambe le facce destinate alla diffusione di messaggi pubblicitari o propagandistici realizzabili anche tramite la sovrapposizione di altri elementi quali manifesti o adesivi.
Striscione
  • E' costituito da grosse strisce di materiale non rigido collocabile anche trasversalmente alla strada, nel rispetto dell'altezza minima di mt. 5.10 dal piano viabile, stabilita nel C.d.S e nel relativo Regolamento.
Locandina
  • E' costituita da piccole intelaiature posizionate sul terreno.
Stendardo
  • E' costituito da bandiere pendenti da un'asta o pennone.
Segni orizzontali reclamistici
  • Sono scritte alfanumeriche con simboli e marchi, finalizzati alla diffusione di messaggi pubblicitari o propagandistici riprodotti sulla superficie stradale, con pellicole adesive.
Impianti pubblicitari di servizio
  • Qualunque manufatto realizzato per offrire principalmente un servizio di pubblica utilità nell'ambito dell'arredo urbano e stradale - come, per esempio, transenne parapedonali, cestini, fermate di autobus, pensiline, panchine, orologi e simili - e al tempo stesso fungono da supporto a messaggi pubblicitari ; possono essere illuminati per luce propria o indiretta.
Impianti di pubblicità o propaganda
  • Qualunque altro tipo di manufatto destinato alla pubblicità di attività e di prodotti non rientrante nelle definizioni precedenti. Possono essere luminosi per luce propria o indiretta e sono identificabili con quei supporti, menzionati nell'art. 51 comma 1 del Reg. di esecuzione e attuazione del C.d.S. , sui quali possono essere affissi, in via esclusiva, i manifesti, fuori e dentro i centri abitati.
Sorgenti luminose
  • Corpi illuminati che - diffondendo luce in modo puntiforme, lineare e planare - illuminano aree e manufatti di qualsiasi natura.
Segnali turistici e di territorio
  • Una nota a parte meritano i cd. Segnali turistici e di territorio i quali sono cartelli e/o altri mezzi segnaletici che indicano destinazioni o aree industriali, commerciali, artigianali, turistico-alberghiere, territoriali ed altri luoghi di pubblico interesse. La caratteristica di detti mezzi è che svolgono una funzione esclusivamente segnaletica con lo scopo di agevolare la circolazione ; essendo assimilabili ai segnali stradali , per la loro collocazione il Codice della Strada detta una disciplina giuridica e tecnico-amministrativa diversa da quella che l'art. 23 del C.d.S. prevede invece per i mezzi a carattere pubblicitario che, in genere, segnalano soggetti che svolgono attività economiche o incentivano la domanda di beni e servizi.

 

Segreteria mezzi pubblicitari:
Tel. 011.861 6106-6120