Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Voto a domicilio: indicazioni

Il diritto di voto a domicilio, ai sensi del Decreto Legge n. 117/2021, è esercitabile ove l'elettore si trovi tassativamente in una delle tre seguenti condizioni certificate:

  • trattamento domiciliare: soggetti positivi sintomatici in trattamento per infezione da SARSCoV-2;
  • quarantena: contatti stretti ovvero persone esposte a SARS-CoV-2 ma asintomatiche e senza conferma di positivit√† per il patogeno virale, nonch√© soggetti provenienti da aree a rischio per i quali le vigenti disposizioni prevedono l'obbligo di quarantena;
  • isolamento fiduciario: persone sintomatiche per le quali non vi √® accertamento di positivit√† al SARS-CoV-2 oppure persone positive al SARS-CoV-2 che non necessitano di alcun trattamento [c.d. contagiati asintomatici o paucisintomatici].

Per poter esercitare tale diritto gli elettori devono far pervenire, all'indirizzo di posta elettronica servizi.istituzionali@cittametropolitana.torino.it, apposita richiesta compilando il modulo_Voto_Covid_19 (odt 18 KB) all'Ufficio Centrale Elettorale della Città Metropolitana di Torino possibilmente nel periodo compreso tra il decimo giorno (9 dicembre 2021) ed il quinto giorno (14 dicembre 2021) antecedente la data delle elezioni fissata al 19 dicembre 2021.

L'elettore dovrà necessariamente allegare alla richiesta un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dall'Asl di competenza, che attesti in capo all'elettore stesso la sussistenza delle condizioni sopra riportate, di cui all'art. 3 comma 1 del Decreto Legge n. 117/2021 [trattamento domiciliare o condizioni di quarantena o isolamento fiduciario per Covid-19] e copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Acquisita la richiesta dell'elettore, con allegata certificazione, l'Ufficio Centrale Elettorale procederà alla comunicazione in favore del Presidente del Seggio interessato il quale dovrà provvedere, con due componenti della sezione, a raccogliere il voto presso il domicilio dichiarato assicurando, con ogni mezzo idoneo, la libertà e la segretezza del voto nel rispetto delle esigenze connesse alle condizioni di salute dell'elettore.

All'elettore ammesso al voto domiciliare verrà consegnata apposita scheda elettorale su cui poter segnare la preferenza. La suddetta scheda, al termine della votazione, verrà imbustata e sigillata dal Pubblico Ufficiale presente in loco e successivamente trasportata nei locali del Seggio.


Ultimo aggiornamento: 02 dicembre 2021