Percorsi escursionistici

La segnaletica dei percorsi

I percorsi escursionistici facenti parte della Rete devono essere obbligatoriamente segnalati. La normativa regionale ha definito le caratteristiche dei segnali in modo unico per tutta la Regione. La segnaletica esistente è in fase di progressivo adeguamento ai nuovi standard regionali, con il concorso dei diversi Enti territoriali interessati e il contributo fondamentale delle organizzazioni di volontariato, in particolare del CAI.

La progettazione, la posa e la manutenzione della segnaletica è di competenza dei comuni, che possono delegarne la realizzazione alla forma associativa a cui appartengono o stipulare convenzioni per la realizzazione degli interventi con associazioni di volontariato o altri soggetti di promozione sociale.

Segnale di direzione

Il segnale, verticale su palo, contiene l'indicazione di direzione, il codice del percorso, tre spazi informativi relativi ad altrettante destinazioni raggiungibili seguendo il percorso indicato. Il segnale di direzione è posto all'inizio del percorso, agli incroci con altri percorsi, nei punti di contatto con le infrastrutture territoriali, in corrispondenza delle mete intermedie presenti lungo il percorso, al punto finale del percorso.

Segnale di direzione
Segnale di località

Il segnale, verticale su palo, riporta il toponimo del luogo in cui è posizionato e la relativa quota altimetrica. Il segnale di località è posto nei punti più significativi del percorso o che trovano riscontro sulla cartografia.

Segnale di località
Segnavia semplice

Orizzontale oppure verticale su picchetto. Nell'uso orizzontale il segnavia è applicato a vernice su elementi naturali e manufatti. E' costituito di due bande orizzontali uguali, bianca quella superiore, rossa quella inferiore. Va posto laddove risulti necessario per la corretta fruizione del percorso, in posizione visibile da lontano in entrambi i sensi di marcia. Nell'uso verticale il segnavia è costituito da una placchetta di dimensioni 8x8 centrimetri.

Segnavia a bandierina

Può essere usato in ambito orizzontale oppure verticale su picchetto. Nell'uso orizzontale il segnavia è applicato a vernice su elementi naturali e manufatti. Nell'uso verticale il segnavia è costituito da una placchetta di dimensioni 8x8 centimetri. Il segnavia a bandierina riporta anche il codice del percorso sul quale è posizionato. E' utilizzato esclusivamente per evidenziare la continuità di un percorso nel caso in cui la segnaletica verticale non risultasse sufficiente. Va posto in posizione visibile da lontano in entrambi i sensi di marcia.
E' vietato utilizzare contemporaneamente il segnavia semplice ed il segnavia a bandierina.

Segnavia a bandierina
Segnale di itinerario

Verticale, sia su palo che su picchetto, segnala la continuità dell'itinerario cui fa riferimento. Placchetta di dimensioni 8x8, che riporta il logo dell'itinerario cui fa riferimento.

Numero del luogo di posa

Verticale, su palo. Placchetta di dimensioni 3x8 centimetri, fissata sull'estremo superiore del palo, che riporta il numero del luogo di posa.

Etichetta istituzionale

Verticale, su palo. Placchetta di dimensioni 8x8 centimetri che riporta le informazioni relative ad enti e soggetti coinvolti nella realizzazione della segnaletica o, più in generale, nella pianificazione e gestione della rete escursionistica locale.

Pittogramma di divieto

Verticale, su palo. Placchetta di dimensioni 8x8 centimetri, che evidenzia divieti e limitazioni nella fruizione del percorso o del territorio circostante.