Rete escursionistica metropolitana

Registrazione del Cammino di Don Bosco

Inquadramento topografico
 
Inquadramento topografico del Cammino di Don Bosco

L'iniziativa di realizzare un itinerario escursionistico dedicato ai luoghi legati alla vita di San Giovanni Bosco nasce all'interno del progetto "Strade di colori e Sapori" promosso dalla ex Provincia di Torino e da numerosi comuni della Collina Torinese. Il progetto "Strade di colori e sapori" si propone di favorire lo sviluppo di una cultura dell'accoglienza che possa consentire a visitatori e turisti di scoprire le tante bellezze, lo spirito e le tradizioni di del territorio collinare a sud di Torino.

Il Cammino di Don Bosco si sviluppa sulle direttrici lungo le quali San Giovanni Bosco portava i suoi ragazzi a camminare, meditare e pregare , seguendo quei sentieri di collina che da giovane seminarista aveva percorso molte volte.

L'itinerario, con partenza dal Santuario di Maria Ausiliatrice, conduce al Colle Don Bosco offrendo tre alternative di percorso: il Cammino alto o della Superga-Crea, il Cammino medio o del Lago di Arignano, ed il Cammino basso o di San Domenico Savio. Le tre alternative, con alcune varianti, possono essere collegate a formare anelli di diversa lunghezza.

Trattandosi di itinerario interprovinciale, la Città metropolitana si è resa disponibile, in quanto Ente di area vasta titolato a proporre la registrazione di percorsi ed itinerari escursionistici ai sensi dell'art. 10 della L.r. n. 12 /2010, a svolgere le funzioni di Ente capofila proponente la registrazione dell'itinerario alla Regione Piemonte.

Il Cammino di Don Bosco attraversa i Comuni di Albugnano, Arignano, Baldissero Torinese, Buttigliera d'Asti, Castelnuovo Don Bosco, Chieri, Cinzano, Gassino Torinese, Marentino, Mombello di Torino, Moncucco Torinese, Montaldo Torinese, Moriondo Torinese, Pavarolo, Pecetto Torinese, Pino d'Asti, Pino Torinese, Riva presso Chieri, San Mauro Torinese, Sciolze, Torino.

Fase di pubblicità (LR 12/2010 art. 6; regolamento 9R/2012 art. 9)

Il tracciato dell'itinerario, approvato in linea tecnica con Determinazione del Dirigente della Direzione Sviluppo rurale e montano della Città metropolitana di Torino n. 2759 del 3/6/2021 ai fini dell'avvio della fase di pubblicità ai sensi dell'art. 9 del Regolamento Regionale 9/R del 2012, è nella disponibilità di tutti comuni attraversati in quanto ricadente sia su sedimi pubblici che privati e per quanto concerne questi ultimi le procedure di pubblicazione all'albo pretorio ai sensi dell'Art. 9 del Regolamento di attuazione L.R. 12/ 2010 sono state effettuate senza il manifestarsi di opposizioni.

Progetto di tracciato (DD 2759/2021)

 

  • Avviso pubblico(pdf 116 KB)
  •  

  • DD 2759/2021(pdf 295 KB)


  • Costituzione del Coordinamento per la valorizzazione del Cammino di Don Bosco

    Lo scorso 2/9/2021 sono iniziate le procedure di adesione ad un protocollo d’intesa tra tutti i Comuni attraversati, la Provincia di Asti, L’Ente di Gestione del Parco del Po Piemontese, l’Ispettoria Salesiana Piemonte-Valle d’Aosta e le principali Associazioni di settore attive sull'itinerario: Pro Natura Torino, CAI Piemonte, ASD Nordic Walking Andrate. L’intesa contiene gli elementi minimi richiesti dalla Regione Piemonte per la registrazione degli itinerari e prevede una collaborazione rafforzata tra gli Enti aderenti per la valorizzazione dell’itinerario.