Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Chantar l'Uvern

Edizione n. 12 per "Chantar l'Uvèrn. Da Sant'Orso al Primo maggio", frammenti di lingua e cultura occitana, francoprovenzale e francese, la rassegna culturale che intende valorizzare creazioni originali, con l'obiettivo di promuovere, attraverso un'animazione territoriale, eventi musicali, teatrali, antropologici, documentaristici ed ambientali, la lingua e la cultura occitana, francoprovenzale e francese di cui i territori sono portatori.

L'evento culturale coinvolge 25 Comuni delle aree protette Alpi Cozie, di area occitana, francoprovenzale e francese della valle di Susa e della val Sangone, in rete per il progetto Legge 482/99.

I Comuni partecipanti: Avigliana, Bardonecchia, Caprie, Chianocco, Chiomonte, Coazze, Condove, Exilles, Fenestrelle, Giaglione, Giaveno, Gravere, Mattie, Mompantero, Novalesa, Oulx, Pragelato, Salbertrand, San Giorio, Sauze d'Oulx, Susa, Usseaux, Vaie, Valgioie, Villar Focchiardo.

Chantar l'Uvèrn nasce nel 2006, all'interno del progetto celebrativo della lingua occitana, denominato Occitan Lenga Olímpica e cresce negli anni grazie all'impegno di una rete di enti e associazioni.

Gli eventi in programma sono più di 30; si parte dal Colle del Lys il 2 febbraio per concludersi a Susa il 27 aprile.

La rassegna è curata dall'Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie e dalla Chambra d'Òc in collaborazione con la Città metropolitana, il Centro documentazione memoria orale di Giaglione, l'Ecomuseo Colombano Romean e il Consorzio Forestale Alta Valle Susa.

 

(07 febbraio 2019)