Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Assistenza tecnica ai Comuni

La Città metropolitana continua nell'importante ruolo di vicinanza alle comunità locali, nel 2018 sono state 23 le richieste di assistenza tecnica ricevute dai Comuni, evase ed ultimate: riguardavano lo studio di fattibilità o la progettazione esecutiva di interventi per il miglioramento della viabilità, la manutenzione del territorio, la mobilità ciclo-pedonale, il riassetto idrogeologico, la valutazione dei danni provocati dagli incendi dell'ottobre 2017 ai fini della rendicontazione alla Regione.
Il bilancio 2018 del Servizio di assistenza tecnica agli Enti locali della Città metropolitana, nei numeri come nella qualità del lavori, è più che positivo e conferma il ruolo dell'Ente di area vasta a sostegno delle amministrazioni locali, soprattutto quelle dei piccoli centri, che dispongono di limitate risorse finanziarie e umane per progettare e dirigere lavori pubblici di grande importanza per i territori e per i cittadini che li abitano. Nel 2018 Comuni piccoli e grandi, da Ivrea a Cumiana, da Pinerolo a San Francesco al Campo, hanno risolto piccoli e grandi questioni tecniche grazie al supporto dell'Ente.

Maggiori informazioni e modalità operative su Assistenza tecnica ai Comuni.

 

La Città metropolitana in campo a favore delle comunità locali

A misura di pedone un centro abitato più sicuro a Villanova Canavese

Marzo 2015: l’amministrazione comunale di Villanova Canavese si rivolge all’allora Servizio Assistenza Tecnica Enti Locali della Città metropolitana - oggi Direzione Azioni Integrate Enti locali - per chiedere un supporto progettuale al fine di mettere in sicurezza la viabilità del centro abitato. L’amministrazione di Villanova ha previsto tra i suoi obiettivi prioritari la razionalizzazione della viabilità e la pedonalizzazione del centro abitato tra la stazione ferroviaria e la piazza centrale del paese.
Il Servizio Assistenza Tecnica avvia uno studio preliminare suddiviso in tre lotti. Il lotto A, per una spesa di 79.999 Euro a carico del Comune, riguarda la sistemazione a rotatoria dell’intersezione tra la Strada Provinciale 724 e via Levanne, già prevista dal Piano Regolatore comunale nell’ambito della realizzazione di un nuovo insediamento abitativo, con un ulteriore incremento degli spazi pedonali. Il progetto razionalizza inoltre l’accesso ai parcheggi pubblici e istituisce un senso unico di circolazione in via Europa. Il potenziamento dell’illuminazione e il rifacimento del condotto irriguo migliorano la funzionalità delle opere progettate. Il otto B riguarda una serie di accorgimenti per la riduzione della velocità dei veicoli e l’istituzione di un senso unico alternato a vista nel tratto della Provinciale 724 adiacente a via dell’Industria. Il lotto C è finalizzato alla messa in sicurezza del tratto della Provinciale 724 in prossimità del centro cittadino, all’alteza di piazza IV Novembre, con l’inserimento di una "chicane" e la sistemazione pedonale delle aree adiacenti.
In una fase successiva il Comune di Villanova Canavese ha richiesto al Servizio di Assistenza Tecnica un approfondimento progettuale riguardante il solo lotto "A", con la redazione dei progetti definitivo ed esecutivo, la direzione dei lavori e il collaudo finale dell’opera. Il Comune è riuscito ad ultimare gli altri due lotti con la collaborazione degli uffici tecnici e autorizzativi della Città metropolitana.

Messa in sicurezza con nuova rotatoria per la Statale 25 e gli incroci a Sant'Ambrogio di Torino

Marzo 2016: il Sindaco di Sant'Ambrogio di Torino chiede il supporto al Servizio assistenza tecnica agli Enti locali della Città metropolitana per la mitigazione della velocità sulla Statale 25 del Moncenisio al km 28 nel centro abitato e per il miglioramento e la messa in sicurezza dell'incrocio tra la Statale e la strada comunale via Susa. Inizia una trattativa tra il Comune, la Città metropolitana e l'ANAS, Ente proprietario della "25" e competente per la manutenzione ordinaria e straordinaria. Dopo la redazione di un progetto preliminare da parte degli uffici tecnici metropolitani, la trattativa fra i tre Enti prosegue, grazie alla determinazione del Sindaco di Sant'Ambrogio, concretizzandosi con la firma di una convenzione che consente l'avvio della progettazione definitiva ed esecutiva. Il 12 dicembre scorso il Servizio assistenza tecnica della Città metropolitana consegna il progetto esecutivo per la realizzazione di una rotatoria di tre bracci , affiancata da un percorso ciclo-pedonale rialzato a sud. A nord della rotatoria è è prevista la costruzione di una doppia strada laterale di servizio, con innesto nella rotatoria stessa, per consentire l'accesso in sicurezza alle vicine abitazioni e ai fondi agricoli. Il progetto esecutivo prevede una spesa di 467.107,59 Euro, interamente a carico di ANAS spa, che ha già stanziato i fondi necessari.

Messa in sicurezza della Provinciale 43 di Canischio nell'abitato di San Colombano Belmonte

Nell'autunno 2018 è stato ultimato e trasmesso al Comune il progetto esecutivo di una piattaforma rialzata con marciapiedi e opere connesse all'interno del centro abitato di San Colombano Belmonte, lungo la Strada Provinciale 43 di Canischio. L'esigenza di mitigare l'eccessiva velocità delle autovetture provenienti da Cuorgnè sul rettilineo d'ingresso al paese, era già stata evidenziata nel 2015 quando i tecnici degli uffici del Servizio assistenza tecnica agli Enti locali della Città Metropolitana avevano elaborato due progetti preliminari in altrettante zone a rischio per la sicurezza stradale. Con il successivo impegno finanziario l'amministrazione comunale ha optato per la progettazione del solo secondo lotto, che riguarda il rallentamento del traffico sulla Provinciale 43 all'ingresso del paese. L'opera è ha già superato la fase di consegna del cantiere all'azienda appaltatrice e costerà 49.960 Euro. I progettisti della Città metropolitana hanno previsto una piattaforma stradale di 15 metri realizzato con asfalto stampato e resinatura, fiancheggiata da un marciapiede propedeutico alla futura realizzazione di un attraversamento pedonale. Il progetto redatto dal Servizio assistenza tecnica agli Enti locali comprende inoltre la realizzazione di 150 metri di camminamento pedonale e il posizionamento di una barriera di sicurezza stradale a protezione di un'area destinata ad accogliere il pubblico in occasione di eventi, in prossimità della piazza principale di San Colombano.

 

(18 gennaio 2019)