Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Alternanza scuola-lavoro

L'Alternanza scuola-lavoro, obbligatoria per tutte le studentesse e gli studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori, licei compresi, è una modalità didattica, che attraverso l'esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini degli allievi, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio e, in futuro di lavoro, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi.

La Città metropolitana, da sempre attenta alla sinergia tra il mondo della scuola e quello del lavoro, negli anni ha individuato percorsi specifici ed attivato diversi progetti; nell'anno scolastico in corso, in particolare, la Direzione comunicazione e rapporti con i cittadini e i territori, attraverso il centro multimediale, in collaborazione con il Ce.Se.Di., ha coinvolto 10 studenti del quarto anno dell'indirizzo Classico europeo del Convitto Umberto I di Torino che si sono cimentati per 35 ore nella realizzazione di un video, intitolato "Fra', palese!" e incentrato sul linguaggio giovanile utilizzato dai quattro studenti protagonisti.

La realizzazione di una serie di foto pubblicitarie e di un video promozionale sull'attività dell'Istituto alberghiero Beccari è invece l'obiettivo del progetto realizzato da 15 ragazzi del terzo anno dell'Istituto professionale Albe Steiner di Torino (indirizzo Industria e artigianato, curvatura fotografia); in questo lavoro gli studenti documentano le attività di produzione e di vendita di birre, marmellate e pasticceria realizzate dai loro compagni nei laboratori del Beccari.

Sul canale YouTube dedicato all'Alternanza scuola/lavoro si trovano sia il video realizzato dai ragazzi dell'Umberto I, il filmato che ne documenta il backstage, la clip, girata dai suddetti ragazzi dell'Umberto I sul tema della Shoah, che altri lavori fatti dagli studenti.

Il Dipartimento ambiente, Direzione risorse idriche, invece ha sviluppato un altro progetto intitolato "Comunicare l'acqua", che si avvale della collaborazione di Legambiente Piemonte (nell'ambito del progetto VisPo), e coinvolge nel percorso formativo l'I.S.S. "Gobetti Marchesini-Casale -Arduino" e l'Istituto Altiero Spinelli di Torino. Le attività interessano 26 studenti delle classi terze dell'indirizzo professionale dell'Istituto Gobetti Marchesini-Casale-Arduino e 26 studenti di una classe terza, indirizzo linguistico, dell'Istituto Spinelli.
Obiettivo del progetto è l'incremento della consapevolezza e della responsabilizzazione dei cittadini nella tutela dell'ambiente, in particolare delle risorse idriche, in linea con quanto previsto dai Contratti di fiume e di lago, che costituiscono ormai da diversi anni a questa parte un importante strumento per il coinvolgimento diretto del territorio.
L'obiettivo del progetto è aumentare le conoscenze degli allievi sulle tematiche legate alle risorse idriche e coinvolgerli nell'ideazione, progettazione ed elaborazione di materiale illustrativo, da tradurre in più lingue (con particolare attenzione a quelle parlate dalle comunità presenti sul territorio metropolitano, senza tralasciare quelle meno utilizzate dalla comunicazione mediatica e istituzionale, quali il cinese ed eventualmente l'arabo), grazie alla collaborazione con la classe dell'indirizzo linguistico dell'Istituto Spinelli.

 

(04 febbraio 2019)