Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Uno studio per la salvaguardia di infrastrutture verdi nel Chierese, finanziato dall'Europa

Logo CENTRALEUROPE

Si chiama MaGICLandscapes - Management of Green Infrastructure in Central European Landscapes il progetto europeo guidato dall’Università tedesca di Dresda che vede questa Città metropolitana tra i partner, approvato e finanziato nell’ambito della programmazione Interreg Central Europe.
L’obiettivo principale è quello di tutelare ed incrementare la biodiversità e la funzionalità ecologica del territorio dell'Europa Centrale tramite l'individuazione e la realizzazione di "corridoi verdi" o di "corridoi blu" di connessione ecologica tra le varie aree protette o aree della Rete Natura 2000.

Il progetto svilupperà nuovi strumenti, metodi, strategie ed azioni finalizzate alla gestione ambientale partecipata e alla protezione, passando attraverso la valorizzazione e la creazione di infrastrutture verdi e blu (GI / BI), nel territorio dell'Europa centrale.
La ricerca di una connettività delle Aree Protette (AP) con le aree naturali circostanti è stata spesso trascurata nella pianificazione del territorio e nella gestione del paesaggio.
L’acquisizione di maggiori conoscenze sul valore ecologico del territorio naturale al di fuori delle aree protette è una parte essenziale della attività previste. Saranno inoltre individuate le principali infrastrutture verdi che hanno un carattere strategico per migliorare la connettività ecologica tra le aree protette puntando a promuovere una loro gestione più sostenibile anche tramite la consultazione e la collaborazione con i proprietari terrieri e gli stakeholder.

La Città metropolitana di Torino si farà carico sia della ricognizione della legislazione e normativa vigente in materia di Rete Natura 2000 ed infrastrutture verdi a livello nazionale e regionale, sia  della valutazione della funzionalità ecologica all’interno dell'area di studio costituita dalla collina di Torino e dal territorio del Chierese in particolare.
I risultati confluiranno nell’output di progetto che diventerà un vero e proprio manuale di valutazione della funzionalità delle Green Infrastructure.
Si tratterà anche di costituire in collaborazione con i partner uno strumento per la valutazione dei benefici pubblici che verrà poi testato nell’area di studio tramite la predisposizione di un piano d’azione per la salvaguardia e la realizzazione di Green Infrastructure.

La Città metropolitana di Toirno lavora a questo progetto attraverso le professionalità del Servizio parchi e aree protette in stretta collaborazione con la Regione Piemonte, il Comune di Chieri ed il Parco del Po.

(25 luglio 2017)