Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Il libro ritrovato: da Palazzo D'Oria di Ciriè a Palazzo Cisterna di Torino la mostra di letteratura per l'infanzia e fumetti d'epoca.

A Palazzo dal Pozzo della Cisterna, sede di questa Città metropolitana, alla presenza della consigliera metropolitana con delega alla comunicazione istituzionale e turismo Anna Merlin e il sindaco di Ciriè Loredana Devietti, venerdì 21 aprile, alle ore 17.00, inaugurazione della mostra "Il libro Ritrovato - 50 anni di letture per bambini e ragazzi" che fino al 2 aprile è stata allestita nelle sale espositive di Palazzo D'Oria, sede della Città di Ciriè.

All'inaugurazione parteciperà il Gruppo storico di Ciriè la Spada nella Rocca.

La mostra, dedicata alla letteratura per infanzia e adolescenza nei primi 50 anni del XX secolo, è curata da un gruppo di donne ciriacesi coordinate da Vanna Corghi e Maria Melis, che per due anni hanno catalogato libri e riviste, raccogliendo oltre 1600 pezzi che raccontano un secolo di storia della letteratura per ragazzi.

A Palazzo Cisterna, in attesa del Salone Internazionale del Libro, che si svolgerà dal 18 al 22 maggio al Lingotto, l'esposizione propone solo una parte dell'immenso materiale raccolto, con alcuni pezzi rari e molte curiosità: ci sono le edizioni degli anni '30 del "Corriere dei piccoli" ma anche del "Giornale dei piccoli" come la famosa rivista settimanale si chiamò durante la seconda Guerra mondiale, avendo dovuto cambiare nome; ci sono i fumetti di "Topolino" degli anni '40 in una versione assai diversa da quella a cui tutti siamo abituati, la rivista negli anni '40 pubblicava anche storie di altri personaggi, da Mandrake a Gordon, compresa una versione a fumetti di Cabiria. In mostra anche alcuni numeri di "Paperino" sempre degli anni '40 (quando il papero ebbe una rivista tutta sua) e poi volumi di fine '800 ed inizio '900 dedicati alla letteratura che ha fatto sognare milioni di ragazzini, da "I viaggi di Gulliver" ai libri di Jules Verne in edizioni francesi di pregio, passando per una sezione dedicata al "Pinocchio" di Collodi.

La mostra sarà aperta eccezionalmente sabato 22 aprile dalle 10 alle 13, in occasione della visita animata a Palazzo Cisterna e poi da lunedì 26 aprile a venerdì 12 maggio dalle 9 alle 18, sabato e festivi esclusi, con ingresso libero.

 

Gruppo storico "La spada nella Rocca"

La nascita del gruppo storico "La spada nella Rocca" è strettamente collegata al Palio dei Borghi, iniziativa che negli anni '60 in seno al Circolo Culturale Ars et Labor, nacque per volontà del pittore futurista ciriacese Alvaro Corghi.

Il primo Palio, organizzato nel 1962, rievocava il passaggio di Cirié da feudo a Marchesato, avvenuto nel 1576. In palio uno stendardo disegnato.
Semplice e simbolica, l'idea di vittoria dava forza e vigore alle competizioni, orientate sì allo sport, ma con la sola pretesa del divertimento. I giochi ripresi dalla festa erano l'albero della cuccagna, la corsa sui barili, il tunnel nei sacchi, la corsa con i trampoli e la caccia al coniglio. In tanti collaborarono alla nascita della manifestazione.

Dopo quasi trent'anni di silenzio, nel 1993 un gruppo di amici appartenenti ad associazioni cittadine e animati da tanta buona volontà e tanto entusiasmo, volle riportare a Cirié il Palio dei Borghi.
Nacque così l'associazione "La Spada nella Rocca", costituita sia da appartenenti alle realtà associative locali, sia da rappresentanti dei sei Borghi cittadini (Devesi, Borgo Loreto, Borgo Nuovo Rossetti, Borgo San Martino, Borgo San Rocco e Borgo San Sudario).
Il comitato organizzatore ebbe da subito il sostegno del Comune di Cirié e delle associazioni dei commercianti.
Ancora una volta, l'ispiratore del Pali dei Borghi fu Alvaro Corghi, pittore e protagonista per decenni della vita culturale ciriacese. L'anziano pittore, sull'onda dei ricordi e con immutato entusiasmo, si adoperò per la buona riuscita della manifestazione e realizzò il bellissimo bozzetto per lo stendardo che, ancora oggi, unitamente alla Spada è simbolo di vittoria e viene conservato con religiosa cura dal Borgo vincitore.

Da allora, la manifestazione si ripete ogni due anni, quest'anno si svolge da venerdì 16 a domenica 18 giugno, arricchendosi di nuove esperienze e portando a Cirié migliaia di persone che assistono al Corteo storico e alle avvincenti Gare tra i Borghi.

 

(13 aprile 2017)