Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

PROSEGUONO LE MANIFESTAZIONI PER IL CENTENARIO DELLA MORTE DI GUIDO GOZZANO

Dopo gli eventi che hanno riguardato la lettura delle favole del poeta lo scorso 26 maggio nella Sala Polivalente del Comune di Agliè, durante l’evento “Il bianco libro delle fiabe”, che Assemblea Teatro ha proposto in collaborazione con la Città metropolitana di Torino e con l’amministrazione comunale, nell’ambito delle celebrazioni del centenario della morte di Gozzano, che ricorrerà il 9 agosto, prosegue il calendario delle manifestazioni.

La scelta delle fiabe, interpretate e disegnate è caduta su sei tra le diverse scritte da Gozzano per il Corriere dei Piccoli: “La Lepre d’argento”, “La Corona del Re”, “Non so”, “I tre talismani”, “La Fiaccola dei desideri”, “La danza degli Gnomi”.
Guido Gozzano certamente era il poeta vivace e ironico attento a “le cose futili per la maggior parte degli altri uomini” in cui riusciva sempre a scoprirvi ciò che essi non sospettano. Con “Il bianco libro delle fiabe” Assembla Teatro vuole sostenere il superamento, in corso negli ultimi anni, di una visione del poeta quale semplice cantore dell’intimità delle cose provinciali.
Le favole di Gozzano evidenziano gli aspetti meno conosciuti della sua scrittura e della sua poetica. Gli scritti del ciclo “La danza degli gnomi e altre fiabe” offrono l’occasione per realizzare e presentare uno spettacolo interdisciplinare, capace di miscelare il racconto con la musica, il video e l’immagine, in un gioco creativo e stimolante in grado di coinvolgere i giovani spettatori.
“Il Bianco Libro delle Fiabe” tornerà in autunno, riproposto in tutte le scuole intitolate a Gozzano del territorio della Città metropolitana di Torino.

Il 28 maggio, sempre ad Agliè, è stato inaugurato il percorso con cartellonistica illustrata per la valorizzazione turistica dei luoghi gozzaniani. Dopo la scopertura ufficiale del primo pannello, il progetto è stato illustrato dalle curatrici, Stefania Crepaldi e Maria Cristina Marchiando, le quali hanno tenuto un incontro di introduzione al percorso di cartellonistica nella chiesa di Santa Marta.

Il programma con le prossime date si può consultare su http://www.lerosechenoncolsi.it/

 

(30 maggio 2016)