Formazione

Informazioni disabili

Opportunità di istruzione e formazione destinate ai disabili, minori e adulti

Minori: diritto/dovere all'istruzione e alla formazione

La legge garantisce il diritto/dovere all'istruzione e alla formazione a tutti gli alunni disabili (Legge 53/03 e Decreto Legislativo 76/05).
Per gli studenti disabili il diritto all'inserimento nelle classi delle scuole superiori è un diritto soggettivo ed esigibile (articoli 12-17 Legge 104/92) e il loro inserimento avviene mediante una procedura prevista dalla Circolare Ministeriale 1/88.

Adulti: percorsi specifici nella formazione professionale

ISTRUZIONE SCOLASTICA SUPERIORE
Quando e come iscriversi

La domanda d'iscrizione è presentata da uno dei genitori, o da chi esercita la patria potestà, alla segreteria della scuola entro il mese di gennaio, e va confermata entro il mese di luglio.
È consigliabile rivolgersi al dirigente scolastico oppure al referente del gruppo H (handicap) per definire l'inserimento nella nuova struttura e l'iter della programmazione didattica.
All'iscrizione si devono allegare la diagnosi funzionale e, laddove richiesto, il certificato di "idoneità di frequenza" per le attività in laboratorio.
Devono, inoltre, essere segnalate le particolari necessità quali, ad esempio, trasporti, specifiche esigenze alimentari, terapie da seguire, assistenza per l'autonomia, ecc.

Trasporto scolastico

Il servizio di trasporto scolastico specialistico è garantito dai Comuni di residenza secondo modalità proprie.
Si ricorda che tutti i minori disabili possono fruire della tessera di libera circolazione sulle linee urbane ed extra urbane e sui treni, nell'ambito del territorio regionale.

Svolgimento dei programmi

La scuola superiore deve attivarsi per assicurare l'effettività del diritto allo studio dell'alunno con handicap, al quale l'integrazione giova non solo ai fini della socializzazione ma anche dell'apprendimento e dello sviluppo della personalità (C.M. 262/88).
La famiglia dello studente disabile può scegliere, secondo le modalità del PEI (piano educativo individualizzato), di far raggiungere gli obiettivi didattici previsti dal programma di insegnamento attraverso:

  • il programma scolastico ministeriale mediante le attività che, pur prevedendo contenuti e strumenti didattici diversi, mantengono lo stesso valore formativo;
  • programmi differenziati secondo obiettivi individualizzati concordati tra Consiglio di classe, genitore, equipe ASL.

 

In rapporto al programma svolto in coerenza con le capacità e potenzialità dello studente la valutazione può essere:

  • uguale a quella degli altri allievi, se si segue la stessa programmazione della classe, anche se con modalità semplificate;
  • differenziata, se non si riesce a raggiungere gli obiettivi minimi del programma scolastico e quindi si segue una programmazione particolare. In quest'ultimo caso in fondo alla pagella si annota: "La presente votazione è riferita al PEI".

L'alunno sarà seguito, oltre che dai docenti di classe, anche da un insegnante di sostegno (L. 517/77); è inoltre possibile, richiedere l'intervento di ulteriori figure professionali per anno formativofrontare specifici problemi di autonomia e/o comunicazione, segnalando tale esigenza al momento dell'iscrizione.

Titoli o certificazioni rilasciati

Al termine del percorso di studi vengono rilasciate due tipologie di certificazioni:

  • qualifica professionale o diploma, se la valutazione è uguale a quella degli altri allievi;
  • attestato di frequenza, se la valutazione è differenziata (costituisce un credito formativo).

Per informazioni rivolgersi a
Flavio Buson
Città metropolitana di Torino
Corso Inghilterra 7, 10138 Torino
telefono 011.861.6102
fax 011.861.4253
e-mail flavio.buson@cittametropolitana.torino.it

 

FORMAZIONE PROFESSIONALE
OFFERTA FORMATIVA IeFP PER LE PERSONE CON DISABILITA' - AF 2017/2018

La Città metropolitana di Torino, Servizio Formazione professionale, finanzia le seguenti attività:

1) INTEGRAZIONI DI ALLIEVI CON DISABILITÀ ed EES

  • Corsi triennali, validi per l'assolvimento dell'obbligo formativo e il conseguimento della qualifica di IeFP. Questi corsi, di 990 ore annue, sono rivolti a giovani in uscita dalla scuola secondaria di 1°grado (min. 14 anni). E' possibile anche la frequenza di giovani fino a 24 anni (fino al compimento di 25 anni), se non sono in possesso di titolo di scuola secondaria di secondo grado o di qualifica professionale.
  • Corsi biennali, (990 ore annue) validi al fine dell'assolvimento dell'obbligo formativo, per giovani che abbiano frequentato almeno un anno di scuola superiore, o giovani in possesso di crediti formativi acquisiti in esperienze diverse (lavoro, percorso destrutturato, ecc..). L'età degli allievi deve essere compresa tra i 15 e i 24 anni (fino al compimento dei 25 anni).
  • IV° anno, (990 ore annue) per l'ottenimento del Diploma Professionale di IeFP per gli allievi inferiori di 25 anni già in possesso di Qualifica Professionale.

In questi corsi è possibile l'inserimento di allievi disabili o con EES con un numero max. di 3 sostegni per classe.

Gli allievi con disabilità devono essere certificati ai sensi della L.104/92 (con Diagnosi Funzionale- Profilo di Funzionamento in ICF), quelli con EES con certificazione dei Servizi di NPI-Psicologia , entrambe le certificazioni a cura dell'ASL di competenza.

Sono inseribili nei corsi dell'IeFP solo allievi con disabilità lieve.
Per "disabilità lieve" si intende una disabilità che consente una partecipazione adeguata e presumibilmente costante al percorso formativo in tutte le sue fasi, compresa la frequenza dei laboratori e l'effettuazione dello stage e che non precluda in via preliminare la possibilità di ottenere la qualifica professionale.(DD Settore Standard Formativi Regione Piemonte n.988/2017)

E' previsto un sostegno individuale (svolto da formatori competenti), di norma di 120 ore annue, di cui 10 di possibile back- office.

Il sostegno viene erogato in base a un P.F.I., Progetto Formativo Individualizzato, obbligatoriamente stilato ogni anno per ogni singolo allievo disabile da parte del team di insegnanti che si occupa di lui (dall'AF 2012-13 compilabile anche secondo le modalità previste dalla classificazione ICF- approccio bio-psico-sociale).

La valutazione è ordinaria, al termine dei corsi gli allievi disabili, come i normodotati, sostengono, delle prove finali standard, in base alle quali ottengono la "Qualifica Professionale" o un "Attestato delle competenze acquisite". Alle prove finali vi può essere il supporto dell'operatore di sostegno, se previsto nel PFI, con ruolo di facilitatore.

Dall'AF 2011-12 vengono inseriti con sostegno individuale di 50 ore annue anche allievi con Esigenze Educative Speciali - EES (sindromi ipercinetiche - ADHD, codici ICD10 F 80 e F82, disturbi evolutivi dell'eloqio-linguaggio o della funzione motoria , ma non, da quest'anno formativo, i FIL, Funzionamento Intellettivo Limite).

Per gli allievi con EES con sostegno deve essere predispodto obbligatoriamente, ogni anno, un PDP o un PFI, a scelta dei docenti, in base alle caratteristiche degli allievi.

Sono anche inseriti gli allievi con Disturbi Specifici di Apprendimento - DSA, ma, come previsto dalla L.170/2010, senza sostegno. Per questi ultimi è comunque prevista una "Progettazione Didattica Personalizzata" (PDP) che prevede le necessarie "misure dispensative e/o compensative".

Per quanto riguarda gli allievi con DSA, la Città Metropolitana di Torino ha partecipato attivamente al progetto # NOPROBLEM (http://www.regione.piemonte.it/noproblem/ ) della Regione Piemonte per una didattica inclusiva ed ha realizzato successivamente specifiche azioni di monotoraggio e formazione.

 

2) Corsi specifici, rivolti esclusivamente a persone con disabilità, finanziati con il Bando Provinciale Mercato del lavoro, finalizzati all'inserimento nel mondo del lavoro

  • corsi prelavorativi per allievi di almeno 16 anni, rivolti prioritariamente a portatori di handicap intellettivo medio, medio-grave, preferibilmente in uscita dalla scuola secondaria di secondo grado.
    Si tratta di corsi biennali (600 + 600 ore, comprensive di laboratori e stage in ambiente di lavoro), senza indirizzo, con compiti di orientamento professionale e prima valutazione delle capacità lavorative residue.
    Si realizzano, come tutti i corsi specifici, all'interno dei normali Centri di Formazione Professionale-CFP dove si svolgono anche attività integrative con tutti gli altri allievi.

 

Adulti: percorsi specifici nella formazione professionale
  • Corsi FAL-Formazione al lavoro per disabili ultradiciottenni collocabili al lavoro ai sensi della Legge 68/99 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili).
    Si tratta di corsi annuali con indirizzo (aiutante di segreteria, aiutante magazziniere, aiutante giardiniere, aiutante alla vendita grande distribuzione, aiutante meccanico, ecc.) e con stage in azienda pari al 30-50% delle ore corso.
    Vi sono due tipi di FAL:
    1. durata tra le 150 e le 300 ore (FAL brevi, per invalidi civili e del lavoro);
    2. durata tra le 301 e le 600 ore (prevalentemente per disabili intellettivi).
    Sono finalizzati a far acquisire agli allievi competenze lavorative specifiche spendibili sul mercato del lavoro locale.
    Vengono realizzati (in particolare i FAL brevi) in raccordo con i Centri per l'Impiego, con cui gli Enti di formazione professionale individuano, per quanto possibile:
    1. l'indirizzo corsuale in base alle richieste delle imprese;
    2. gli allievi tra i disabili iscritti al collocamento mirato;
    3. le aziende sede degli stage tra quelle soggette agli obblighi di assunzione previsti dalla Legge 68/99 (per favorire la finalizzazione occupazionale).
    I corsi FAL e Prelavorativi rilasciano un attestato delle competenze acquisite che esplica effetti ai sensi dell'articolo 17 Legge104/92 ai fini del collocamento obbligatorio. I gruppi classe sono mediamente di 8 allievi.
  • corsi di qualifica per disabili sensoriali (non vedenti e non udenti).
    Sono corsi annuali di massimo 900 ore. Fanno parte di questa tipologia corsuale, minoritaria rispetto alle due precedenti come volume di richiesta e finanziamento, i corsi per centralinisti non vedenti.

Per informazioni rivolgersi a
Gaudenzio Como
Città metropolitana di Torino
Corso Inghilterra 7, 10138 Torino
telefono 011.861.6603
fax 011.861.4409
e-mail gaudenzio.como@cittametropolitana.torino.it