Opportunità di finanziamento

In questa pagina sono evidenziate alcune opportunità di finanziamento volte al sostegno di iniziative e progetti, in special modo riguardanti tematiche sociali e culturali.
I bandi indicati sono finanziati sia da programmi europei che da programmi regionali o nazionali, o ancora da Fondazioni e altre associazioni. Sono rivolti a diverse categorie di beneficiari: enti pubblici e privati, organizzazioni della società civile, autorità locali, piccole e medie imprese, università, centri di ricerca.

 

IN EVIDENZA

Lanciato il 5° e ultimo bando UIA-Azioni urbane innovative
Il bando sostiene le città europee che identificano e testano soluzioni inedite, innovative e durevoli, inerenti una delle seguenti tematiche:
1) Qualità dell’aria; 2) Economia circolare; 3) Cultura e patrimonio culturale; 4) Cambiamento demografico. Le due ultime tematiche sono state introdotte per la prima volta in questo ultimo bando - Programmazione 2014-2020.
Beneficiari: Autorità urbane di un’unità amministrativa locale dell’UE (grandi città, città o periferie) con almeno 50.000 abitanti, oppure associazioni o gruppi di Autorità urbane che coprono una popolazione totale di almeno 50.000 abitanti; può trattarsi anche di associazioni o gruppi transfrontalieri, oppure di associazioni o gruppi di diverse regioni e/o Stati membri.
Ciascun progetto, della durata massima di tre anni, sarà co-finanziato dal FESR fino all’80% dei costi ammissibili per un massimo di 5 milioni di euro.
Scadenza: 12 dicembre 2019

Entro il 2019 bando AICS Enti territoriali
Il nuovo bando "Enti territoriali" dell'Agenzia Cooperazione allo Sviluppo,sarà lanciato entro il 2019, probabilmente in autunno, rimarrà aperto per almeno tre mesi e, per quanto riguarda il lotto 1, sarà incentrato su 3 macro aree riferite all'Agenda 2030:
1)Territori sostenibili, 2)Potenziamento delle Autorità locali nel processo di definizione delle politiche e sostegno al decentramento, 3) Rafforzamento del processo democratico. Il lotto 2 sarà dedicato alla valorizzazione delle attività delle diaspore.
ANCI organizza una serie di appuntamenti nazionali e territoriali, utili anche alla preparazione per la candidatura al bando Enti Territoriali:
il 26 settembre a Roma e il 20 novembre ad Arezzo, nell'ambito dell'Assemblea nazionale dell'ANCI.

Bando periferie - Riqualificazione urbana
Città metropolitana di Torino: progetto ToP-Edge
L'intervento Top - Edge è volto a favorire processi di reindustrializzazione delle periferie e di contrasto alla disoccupazione ed al precariato: sostiene le spese per l'insediamento e l'ampliamento delle imprese che localizzano una sede produttiva in uno dei Comuni sotto indicati, premiando la capacità occupazionale dei programmi di investimento presentati. E' rivolto alle imprese che siano insediate in uno dei seguenti Comuni: Beinasco, Borgaro Torinese, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale. Possono beneficiare del contributo anche le imprese che, al momento di presentazione della domanda, non hanno una sede produttiva nel territorio di uno dei Comuni, ma si impegnano a insediarsi in uno Comuni sopra elencati.
Scadenza: 15 ottobre 2019

Premio Altiero Spinelli
Finanziato dalla Commissione europea, il premio dà visibilità e riconosce attività che rafforzano l'impegno dei giovani europei nei valori democratici.
Possono essere proposti per il 2019 le seguenti attività/prodotti
- programmi o campagne educative sull'UE;
- campagne di informazione e comunicazione sull'UE;
- attività per incrementare la motivazione dei giovani a partecipare ai processi democratici che determinano il futuro dell'UE;
- attività che favoriscono l'attaccamento dei giovani ai valori fondamentali dell'UE;
- attività che consentono ai giovani di testimoniare i vantaggi offerti dall'UE.
Beneficiari: cittadini dell'UE (persone fisiche); soggetti giuridici non governativi stabiliti e con sede in uno Stato membro dell'UE.
Ogni candiadato può presentare 1 sola domanda.
La Commissione europea intende finanziare fino a 16 premi di 25.000 euro ciascuno.
Scadenza: 29 ottobre 2019

Fondo Asilo, migrazione e integrazione (FAMI): Bando 2019 per progetti transnazionali
E' stato lanciato il bando 2019 per progetti transnazionali, nall'ambito del fondo FAMI che contribuisce a gestire in maniera integrata i flussi migratori e attuare, rafforzare e sviluppare il sistema europeo comune di asilo. Il bando sostiene progetti incentrati su 7 tematiche, ogni proposta progettuale può riguardare una sola delle tematiche individuate:
1. Promuovere l'integrazione delle persone bisognose di protezione attraverso programmi di sponsorizzazione privata
2. Orientamento sociale dei cittadini di Paesi terzi appena arrivati attraverso il coinvolgimento delle comunità locali, comprese attività di mentoring e di volontariato
3. Integrazione sociale ed economica delle donne migranti
4. Campagne di informazione sui rischi della migrazione irregolare in determinati Paesi terzi e in Europa
5. Sostegno alle vittime della tratta
6. Protezione dei minori migranti
7. Progetti transnazionali degli Stati membri per la formazione di esperti nel settore dell'asilo e dell'immigrazione
Beneficiari: possono partecipare al bando: autorità statali e federali, regioni, enti locali, organizzazioni non governative, organizzazioni umanitarie, società di diritto pubblico e privato, enti di istruzione e ricerca di tutti gli Stati dell'UE, tranne la Danimarca
Scadenza: 30 gennaio 2020


Per un riepilogo dei bandi aperti, potete visitare:

la pagina Bandi News dell'associazione TECLA EUROPA
la pagina della Rete italiana dei Centri di Documentazione Europea
la pagina GRANTS della Commissione europea
la pagina Bandi, avvisi e finanziamenti della Regione Piemonte
la pagina DG International Cooperatione and Development dedicata ai bandi della cooperazione internazionale



France and Greece are then coming third and fourth in terms of number of applications submitted, reflecting also previous participation to UIA Calls. Compared to previous years, the 2018 Call sees the greater participation of Eastern European urban authorities; notably from Romania, Hungary and Bulgaria. Finally, it is worth noticing that for the first time in the UIA initiative, an application from an outermost region (Mayotte, France) has been submitted.