Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Trasporti eccezionali online

Dal 18 settembre le istanze vanno presentate unicamente in formato digitale

Dal 18 settembre 2023 le ditte di autotrasporto e le agenzie private potranno presentare le istanze di autorizzazione dei trasporti eccezionali di competenza di Città metropolitana di Torino UNICAMENTE IN FORMATO DIGITALE utilizzando la piattaforma unica regionale TE On Line.

Grazie al nuovo sistema GeoTransit (pdf 1.6 MB) frutto di un protocollo d'Intesa con Regione Piemonte e le province piemontesi, saranno gestite tutte le autorizzazioni al trasporto eccezionale unicamente a distanza.
Il sistema consente infatti alle aziende di trasporto e alle Agenzie di inoltrare una richiesta di autorizzazione dal proprio ufficio e di eseguire tutti i pagamenti necessari direttamente online. La richiesta viene poi elaborata dagli uffici competenti della Città metropolitana con un sistema che consente di rilasciare l'autorizzazione in tempi brevi. Inoltre il nuovo sistema consente di visualizzare in qualsiasi momento lo stato della pratica ed eseguire direttamente eventuali modifiche e integrazioni.

Un supporto per un settore strategico e una scelta di digitalizzazione della Pubblica amministrazione che migliorerà la tempistica e la trasparenza di questa procedura burocratica, che nell'ultimo anno ha visto quasi il raddoppio delle autorizzazioni per il transito e la circolazione dei mezzi eccezionali che la Città metropolitana deve per norma rilasciare.


Cosa sono i mezzi eccezionali?

Sono quei mezzi che per dimensioni, massa o entrambe superano le sagome limite definite dal Codice della strada (D.Lgs 285/92) art 61 e art 62. Questi mezzi devono richiedere l'autorizzazione alla circolazione secondo quanto previsto dalla Legge regionale  alla Città metropolitana  (che ha 10 giorni naturali consecutivi di tempo per il rilascio delle autorizzazioni a partire dal ricevimento dell'istanza per quelle agricole e 15 giorni  naturali consecutivi per quelle industriali). 

Ai fini del rilascio dell'autorizzazione occorre richiedere i nulla osta ad altro Ente/Società concessionaria qualora la tratta di percorrenza prevista interessi rete infrastrutturale in capo ad altri proprietari o gestori.


Le autorizzazioni in numeri

Nel 2021 sono state rilasciate le seguenti autorizzazioni:

  • macchine agricole eccezionali (trattrici, mietitrebbie, falciatrinciacaricatrici, ecc....) per un numero di 363;
  • trasporti industriali singole o multiple con percorso definito per un numero di 446;
  • periodiche cio√® valevoli per un anno per veicoli eccedenti solo per dimensioni per un numero di 83;
  • mezzi d'opera n. 98;
  • trasporto di macchine operatrici con mezzi d'opera n. 98;
  • autoveicoli ad uso speciale (autogru, ecc....) n. 16;
  • macchine operatrici industriali n. 15;
  • trasporto di pali per illuminazione n. 16;
  • trasporto di coils, laminati grezzi, pietre ed elementi prefabbricati .7;
  • rinnovi di autorizzazioni periodiche e di macchine agricole n.66;
  • Rilascio nulla osta ad altre Province n. 179;
  • Proroghe: n.5;

Per un totale di pratiche nel 2021 pari a 1.319 alle quali occorre aggiungere 455 richieste di nulla osta al altri enti quali Ativa, Sitaf, Satap, Anas, Rfi, Comuni della Città metropolitana di Torino e altre province della Regione Piemonte;


Nel 2022 sono state rilasciate le seguenti autorizzazioni:

  • macchine agricole eccezionali (trattrici, mietitrebbie, falciatrinciacaricatrici, ecc....) per un numero di 797;
  • trasporti industriali singole o multiple con percorso definito per un numero di 776;
  • periodiche cio√® valevoli per un anno per veicoli eccedenti solo per dimensioni per un numero di 145;
  • mezzi d'opera n. 90;
  • trasporto di macchine operatrici con mezzi d'opera n. 72;
  • autoveicoli ad uso speciale (autogru, ecc....) n. 58;
  • macchine operatrici industriali n. 20;
  • trasporto di pali per illuminazione n. 28;
  • trasporto di coils, laminati grezzi, pietre ed elementi prefabbricati 37;
  • rinnovi di autorizzazioni periodiche e di macchine agricole n.254;
  • rilascio nulla osta ad altre Province n. 239;
  • proroghe: n.39;

Per un totale di pratiche nel 2022 pari a 2.555 alle quali occorre aggiungere 739 richieste di nulla osta al altri enti quali Ativa, Sitaf, Satap, Anas, Rfi, Comuni della Città metropolitana di Torino e altre Province della Regione Piemonte;


Cos'è l'Ufficio Traffico e Circolazione, Polizia stradale e Processi sanzionatori

L'ufficio Traffico e Circolazione della Città metropolitana si occupa non solo delle autorizzazioni per i trasporti eccezionali, ma svolge anche  le seguenti funzioni:

  • attivit√† di istruttoria tecnica e rilascia i provvedimenti in materia di¬†autorizzazioni¬†e¬†nulla osta¬†stradali per la collocazione di¬†mezzi pubblicitari;
  • attivit√† di verifica della corretta esecuzione dei provvedimenti amministrativi in materia di viabilit√†, con attivit√† di Polizia stradale per le competenze del servizio e predispone i provvedimenti/atti da adottare in merito agli esposti, ai verbali di accertamento delle sanzioni delle violazioni al codice della strada di competenza del Servizio;
  • attivit√† di istruttoria e rilascia i provvedimenti in materia di autorizzazioni allo svolgimento delle¬†competizioni sportive su strada;
  • regolamentazione della circolazione stradale , secondo le modalit√† di cui agli art. 5, 6 e 7 del C.d.S..

Per saperne di pi√Ļ: http://www.cittametropolitana.torino.it/viabilita/concessioni/uff_traffico/


Per effetto della ripresa economica e dei rinnovi dei permessi sono passate da 1319 a 2555

Fra il 2021 e il 2022 le autorizzazioni per il transito¬†e la circolazione¬†dei mezzi eccezionali che la Citt√† metropolitana deve per norma rilasciare sono pi√Ļ che raddoppiate: sono passate da 1319 a 2555, un lavoro che ha richiesto un vero e proprio tour de force per l'Ufficio¬†Traffico e circolazione stradale¬†delle¬†Direzioni¬†Viabilit√†.

"Sono numerose le attività svolte dalla Città metropolitana" spiega il vicesindaco Jacopo Suppo "di cui i cittadini in generale non hanno percezione ma che sono strategiche per il funzionamento di tutto il territorio. Le autorizzazioni dei mezzi eccezionali sono fra queste, senza questo permesso non si possono muovere grandi macchine agricole, trasporti industriali, macchine operatrici indispensabili per le attività produttive".

L'impennata di richieste nel 2022 si deve in gran parte alla ripresa dell'economia dopo i periodi di stop forzati legati alla pandemia: le autorizzazioni richieste nel 2021 infatti sono in linea con quelle dell'anno precedente, il 2020. In parte sono invece legate, specie per quanto riguarda le macchine agricole, alla scadenza naturale delle autorizzazioni che hanno dureata biennale e che con la proroga Covid sono scadute nel giugno 2022.

(27 gennaio 2023)


(24 agosto 2023)