Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Ponte nuovo di Alpignano

Riaperto il Ponte Nuovo di Alpignano

Ha riaperto nella serata di venerdì 11 novembre il transito a doppio senso di marcia sul Ponte Nuovo di Alpignano.
Dopo le prove di carico eseguite nel corso della settimana sulla carreggiata a monte e il definitivo collaudo, nella giornata di venerdì sono proseguiti e terminati gli ultimi lavori di finitura della pavimentazione stradale.

Il Ponte Nuovo di Alpignano (dal km 3+240 al km 3+388) è nuovamente percorribile ai veicoli con massa non superiore alle 26 tonnellate, con limite di velocità a 30 Km/h, divieto di sorpasso e di sosta sul ponte.
Successivamente alla riapertura sono ancora in programma nei prossimi mesi alcune opere di completamento come la definizione dei sistemi anticaduta da realizzarsi in accordo con la Sovrintendenza e la risistemazione dei tratti limitrofi alla struttura.

"Siamo finalmente giunti al termine di un’opera impegnativa e urgente che ha messo sotto pressione non solo la viabilità dei cittadini di Alpignano ma tutti gli utenti della Sp 178" commenta il vicesindaco della Città metropolitana con la delega alle opere pubbliche Jacopo Suppo. "Sento di dover ringraziare tutti, l’Amministrazione di Alpignano e i suoi cittadini, Il nostro personale della Viabilità e l’impresa, perché non ci sono state mai pause d’arresto nei lavori, e nonostante la situazione - fra lockdown, difficoltà a reperire le materie prime e rincari - non giocasse a favore si è riusciti nell’arco di un anno a riaprire il ponte".

Un ringraziamento sentito a Città metropolitana viene anche dal sindaco di Alpignano Steven Palmieri: "Non posso che essere soddisfatto perché così si chiude una criticità che per Alpignano è stata enorme. Il mio ringraziamento va a tutta la Città metropolitana per non avere mai perso il contatto con il mio Comune, affrontando una manutenzione straordinaria la cui risoluzione non era affatto scontata".

Sulla viabilità di Alpignano, il Sindaco Palmieri ricorda che con l’apertura del Ponte Nuovo sarà possibile riaprire a doppio senso di transito il Ponte Vecchio, ma rimarrà il senso unico in via Rivera, dal cimitero verso il Ponte Vecchio e dal Ponte Vecchio verso il centro storico nel tratto interessato di via Matteotti.


In dirittura d’arrivo la riapertura del Ponte Nuovo di Alpignano

Martedì 3 novembre è stata eseguita la prova di carico nella semicarreggiata a monte del "Ponte nuovo" sulla Dora Riparia, al Km 3+700 della Provinciale 178 , con la stessa procedura adottata per quelle svolte nel mese di luglio scorso: le prove sono propedeutiche all'apertura al transito definitivo a doppio senso di circolazione che, a seguito dell'esito positivo delle prove, certificato da una relazione tecnica e dal collaudo statico a cura del collaudatore designato, consentirà il transito in ambo i sensi di marcia ai mezzi di massa fino alle 26 t (e ai mezzi fino alle 44 t preventivamente autorizzati quali carichi isolati).

Nei giorni scorsi si è tenuta una riunione di coordinamento fra la Direzione Viabilità della Città metropolitana di Torino, il Comune di Alpignano e la ditta incaricata per condividere le tempistiche delle opere ancora necessarie (è prevista l'esecuzione delle pavimentazioni definitive in conglomerato bituminoso e altre lavorazioni minori per le quali non è prevista nessuna interdizione completa del transito ma solo l'utilizzo in alternanza delle corsie). Nel corso della riunione si è anche affrontato il tema dei lavori successivi alla riapertura, come la definizione dei sistemi anticaduta da realizzarsi in accordo con la Sovrintendenza e la risistemazione dei tratti della Sp 178 di accesso al ponte.

Se le attività programmate procederanno senza interferenze, soprattutto di carattere meteorologico, l'apertura del Ponte Nuovo è prevista per la prossima settimana.

"Siamo molto soddisfatti perché è stato un intervento molto impegnativo e economicamente consistente" commenta il vicesindaco con delega alle opere pubbliche della Città metropolitana di Torino Jacopo Suppo "E per cercare di limitare al massimo i disagi dei cittadini tutti hanno concentrato al massimo gli sforzi, a dispetto dei lockdown e dei successivi rincari dei materiali che hanno giocato contro ogni tipo di cantiere"

"In effetti in poco pi√Ļ di un anno si √® conclusa la manutenzione straordinaria del Ponte: i lavori non si sono mai interrotti" commenta il sindaco di Alpignano Steven Palmieri "Con l'apertura del ponte si risolve finalmente una grande criticit√† sia per la viabilit√† dei cittadini di Alpignano sia per chi deve transitare sulla Sp 178".

(3 novembre 2022)

Ultime prove di carico sulla soletta in vista della riapertura nei due sensi di marcia

Proseguono i lavori sul "Ponte nuovo" sulla Dora Riparia, al Km 3+700 della Provinciale 178.

In questi giorni sono in corso i lavori per l'impermeabilizzazione del Ponte Nuovo di Alpignano, e per il 3 novembre è prevista una nuova (e ultima nell'ambito di questi lavori in corso) prova di carico nella semicarreggiata a monte, con la stessa procedura adottata per quelle svolte nel mese di luglio scorso; le prove in programma sono propedeutiche all'apertura al transito definitivo (doppio senso di circolazione) prevista a metà novembre che, a seguito dell'esito positivo delle prove, certificato da una relazione tecnica e dal collaudo statico a cura del collaudatore designato, consentirà il transito in ambo i sensi di marcia ai mezzi di massa fino alle 26 t (e ai mezzi fino alle 44 t preventivamente autorizzati quali carichi isolati).

Le prove di carico programmate consistono nel posizionamento di due automezzi contrapposti di massa a pieno carico di circa 26 tonnellate, nelle varie configurazioni previste dal direttore dei lavori e concordate con il collaudatore con lo scopo, anche sulla semicarreggiata di monte, di misurare gli abbassamenti dei "campi" di cui è costituita la soletta e accertarne il "ritorno" elastico.

L'esecuzione delle prove di carico non comprometterà l'attuale assetto della circolazione ad "anello", potranno solo verificarsi delle brevi interruzioni per consentire le operazioni di lettura agli strumenti topografici.

Nell'arco temporale tra le programmate prove di carico e l'apertura definitiva è prevista l'esecuzione delle pavimentazioni definitive in conglomerato bituminoso e altre lavorazioni minori; anche per esse non è prevista nessuna interdizione completa del transito ma solo l'utilizzo in alternanza delle corsie.

(27 ottobre 2022)

Tempi certi per la riapertura nei due sensi di marcia

√ą previsto per marted√¨ 27 settembre il getto del calcestruzzo per la realizzazione delle solette che andranno a completare la parte pi√Ļ significativa della manutenzione straordinaria del "Ponte nuovo" sulla Dora Riparia, al Km 3+700 della Strada Provinciale 178. Il rifacimento della soletta dell'impalcato del ponte nella met√† della carreggiata a monte sar√† seguito, dopo tre settimane, dall'asfaltatura della semicarreggiata. Lo assicura il Vicesindaco metropolitano, a seguito di un sopralluogo al cantiere, compiuto insieme al Sindaco di Alpignano, al dirigente e ai tecnici della Direzione Coordinamento Viabilit√†-Viabilit√† 1 della Citt√† Metropolitana. Le prove di carico e il collaudo sono previsti entro il 30 ottobre mentre entro la prima met√† di novembre il ponte sar√† transitabile nei due sensi di marcia.

Dovrà essere verificata con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Torino la possibilità di installare parapetti o reti in ferro sporgenti, o comunque altri accorgimenti per la salvaguardia dell'incolumità dei pedoni. Nel frattempo la Città Metropolitana si è impegnata a proporre alla Sopraintendenza una soluzione immediata, provvisoria e reversibile, che impedisca atti estremi o l'incauto affaccio fuori dal ponte.

Pur non trattandosi di un problema strutturale di stretta competenza dell'Ente, l'amministrazione della Città Metropolitana è consapevole della preoccupazione per un malessere sociale diffuso, che è stato recentemente all'origine di episodi di suicidio e che, dal punto di vista tecnico, necessita di accorgimenti in grado di prevenire danni irreparabili.

(26 settembre 2022)

Il "Ponte Nuovo" sulla Sp 178 di Alpignano il 9 agosto resta aperto

Il traffico veicolare lungo la Sp. 178 sul cosiddetto "Ponte Nuovo" (denominata localmente via Mazzini) di Alpignano, sul Torrente Dora Riparia, nella semicarreggiata in direzione Rivoli, martedì 9 agosto, non subirà interruzioni: nei giorni scorsi era stata ipotizzata una chiusura fra le ore 11.30 e le 14.30 per poter procedere al getto di consolidamento sull'altro lato del Ponte, quello a monte del fiume Dora interessato in queste ultime settimane dalle fasi di demolizione e armatura.

Dopo ulteriori analisi tecniche effettuate dal personale della Direzione Viabilità della Città metropolitana di Torino e dalla Ditta esecutrice dei lavori si è ritenuto tuttavia il provvedimento non necessario: la semicarreggiata resta percorribile ed aperta al traffico.

Effettuate le prove di carico sulla soletta della semicarreggiata a valle

Ad Alpignano proseguono i lavori per la manutenzione straordinaria del "Ponte nuovo" sulla Dora Riparia, al Km 3+700 della Strada Provinciale 178. √ą terminato il rifacimento della soletta dell'impalcato del ponte nella met√† della carreggiata a valle. Decorsi i tempi di maturazione del cemento armato stabiliti dalle norme di legge, il direttore dei lavori ha organizzato le prove di carico propedeutiche all'apertura al transito della semicarreggiata rifatta, prevista per domenica 10 luglio. Le prove si sono svolte marted√¨ 5 luglio dalle 8,30 e sino al primo pomeriggio. L'apertura al transito sar√† possibile dopo che l'esito positivo delle prove stesse sar√† certificato da una relazione tecnica e dopo il collaudo statico provvisorio a cura del collaudatore designato.

Le prove di carico effettuate sul ponte della Provinciale 178 ad Alpignano consistono nel posizionamento di due automezzi contrapposti di massa a pieno carico di circa 26 tonnellate, nelle varie configurazioni previste dal direttore dei lavori. Il tutto al fine di misurare gli abbassamenti dei "campi" di cui è costituita la soletta e accertarne il "ritorno" elastico.

I lavori eseguiti negli ultimi mesi nella metà della carreggiata a valle sono stati finalizzati al recupero della capacità portante della soletta, al ripristino dei marciapiedi e del parapetto, per consentire il transito di veicoli con massa totale a pieno carico fino a 26 tonnellate. Si è intervenuti dapprima sull'elemento strutturale di maggior debolezza, costituito dalla soletta, che è stata demolita e rifatta. La realizzazione della nuova soletta, insieme al conseguente aumento della resistenza delle travi longitudinali e traversi, consente di gestire il transito "isolato" di singoli mezzi pesanti con massa a pieno carico di 44 tonnellate, trattati come transiti eccezionali, cioè in condizioni controllate e con preventiva autorizzazione al transito.

Il progressivo rifacimento della soletta avviene per riquadri di superficie variabile tra gli 11 e i 15 metri quadrati. In ogni riquadro viene sostituita l'armatura in acciaio e viene nuovamente gettata la soletta, il cui spessore passa dagli originari 14 centimetri dell'infrastruttura realizzata nel 1936 a 25 centimetri. Nella prima fase l'operazione è avvenuta sulla metà della carreggiata a valle, oggetto delle prove di carico effettuate il 5 luglio.

Dopo l'apertura al transito della semicarreggiata oggetto delle prove di martedì scorso, si procederà immediatamente con la medesima tipologia di interventi sulla semicarreggiata a monte. Ad interventi completati, saranno possibili l'esecuzione delle prove di carico sull'intera carreggiata e la successiva apertura al transito in entrambi i sensi di marcia.

(05 luglio 2022)

Sopralluogo del vicesindaco metropolitano Suppo: il nuovo cronoprogramma dei lavori

Ad Alpignano proseguono a ritmo spedito i lavori per la manutenzione straordinaria del Ponte nuovo sulla Dora Riparia, al Km 3+700 della Strada Provinciale 178. Per verificare lo stato di avanzamento dei lavori, il vicesindaco metropolitano Jacopo Suppo ha visitato il cantiere insieme al Sindaco di Alpignano Steven Giuseppe Palmieri, all'Assessore comunale ai lavori pubblici Pierpaolo Balbianie dai tecnici incaricati della Direzione Coordinamento Viabilità -Viabilità 1 della Città Metropolitana.

Suppo, che ha la delega ai lavori pubblici e alle infrastrutture, ha voluto approfondire alcuni dettagli tecnici dei lavori in corso e la tempistica. "Salvo contrattempi tecnici - spiega - il ponte dovrebbe essere nuovamente transitabile in entrambe le direzioni ai veicoli dipeso massa a pieno carico sino a 26 tonnellatein coincidenza con l'inizio del prossimo anno scolastico".

Il consolidamento strutturale del ponte, così come previsto dal progetto esecutivo, consiste sostanzialmente nel progressivo rifacimento della soletta.

La progressiva demolizione e ricostruzione di porzioni della soletta è stata finanziata dal Decreto Ponti del Governo Conte e renderà il ponte adeguato a sopportare il passaggio di veicoli di peso massa a pieno carico sino a 26 tonnellate, mentre al momento sulla porzione di carreggiata aperta al traffico, in direzione Rivoli, possono transitare veicoli di massa a pieno carico non superiore alle 3,5 tonnellate e di larghezza non superiore ai 230 centimetri. Per consentire i lavori ad Alpignano la viabilità comunale è stata modificata secondo un modello ad anello che coinvolge anche il Ponte vecchio, che è interessato da un senso unico è verso via Cavour e che permette, svoltando a destra, di raggiungere Collegno e Pianezza.

Arrivando da via Rivera, percorrendo via Primo Maggio e poi girando in via Roma, ci si può ritrovare in via Mazzini e da lì proseguire in direzione Caselette, Val della Torre, San Gillio e Givoletto.

La Città Metropolitana ha inoltre in programma un ulteriore lotto di lavori per il rinforzo dei pilastri delle arcate, dei traversi, dei piedritti e dei telai del ponte, per una spesa prevista di 1,5 milioni di euro.

(01 dicembre 2021)

Ponte di Alpignano: al via il montaggio dei ponteggi

Sono state ultimate le operazioni preliminari per l'apertura del cantiere e ora si è cominciato a montare i ponteggi per i lavori di manutenzione straordinaria del "Ponte nuovo" sulla Dora Riparia, sulla strada provinciale 178 (al km 3+700) nel comune di Alpignano. Il montaggio dei ponteggi è una fase di grande importanza perché sono fondamentali per l'esecuzione delle lavori in sicurezza: è un'operazione propedeutica alle lavorazioni di consolidamento strutturale del ponte previste dal progetto esecutivo e proseguirà fino alla seconda metà del mese di dicembre. Successivamente si darà avvio alle operazioni sulla struttura così come stabilito dal programma esecutivo dei lavori.

Per consentire i lavori fino ai primi di giugno la viabilità comunale è stata modificata secondo un modello ad anello che coinvolge anche il Ponte vecchio: sul Ponte nuovo della provinciale 178 "di Alpignano", al km 3+700, si transita solo su una corsia in direzione Rivoli, limitata ai veicoli con massa non superiore alle 3,5 tonnellate e di larghezza non superiore a 230 cm, salvo mezzi di soccorso in attività di emergenza, mentre sul Ponte vecchio il senso unico è verso via Cavour e permette, svoltando a destra, di raggiungere Collegno e Pianezza. Arrivando da via Rivera, percorrendo via Primo Maggio e poi girando in via Roma, ci si può ritrovare in via Mazzini e da lì proseguire in direzione Caselette, Val della Torre, San Gillio e Givoletto.

(22 febbraio 2021)

Torna il senso unico sul Ponte nuovo di Alpignano

Lunedì 15 novembre inizieranno le operazioni di cantierizzazione per i programmati interventi di manutenzione straordinaria del "Ponte nuovo" sulla Dora Riparia sulla strada provinciale 178 (al km 3+700). Per consentire i lavori sarà necessario per una decina di mesi modificare la viabilità secondo il modello "ad anello" che coinvolge anche il Ponte vecchio già sperimentato dalla Città metropolitana in accordo con il Comune di Alpignano nel mese di maggio.

Sul Ponte nuovo della provinciale 178 "di Alpignano", al km 3+700, si transiterà solo su una corsia in direzione Rivoli, limitata ai veicoli con massa non superiore alle 3,5 tonnellate e di larghezza non superiore a 230 cm, salvo mezzi di soccorso in attività di emergenza, mentre sul Ponte vecchio il senso unico sarà verso via Cavour e permetterà, svoltando a destra, di raggiungere Collegno e Pianezza. Arrivando da via Rivera, percorrendo via Primo Maggio e poi girando in via Roma, ci si potrà ritrovare in via Mazzini e da lì proseguire in direzione Caselette, Val della Torre, San Gillio e Givoletto.

L'inizio delle operazioni di cantiere sul Ponte è previsto per il giorno lunedì 15 novembre 2021; ma durante un incontro e confronto l'amministrazione comunale di Alpignano ha ravvisato la necessità di procedere con la regolamentazione del traffico a senso unico sul Ponte nuovo già a partire dalle ore 23,00 del 12 novembre 2021, in modo da modificare la viabilità comunale sul percorso ad anello in giornate non interessate dall'intenso traffico di lavoro e scuola.

L'ordinanza della Città metropolitana sarà in vigore fino al 6 giugno alle ore 12.

Il ponte era stato chiuso a tutta la circolazione non pedonale nel maggio 2020 per importanti problemi strutturali. Un primo intervento di messa in sicurezza era stato completato nell'estate del 2020 ed era consistito nella cerchiatura e in una serie di iniezioni di risarcimento delle lesioni delle pile, nel placcaggio con sistema attivo e nell'installazione dei sistemi di controllo, compreso il monitoraggio dell'impalcato del ponte durante il suo successivo esercizio. Il ponte presentava fessure su tre pile principali della campata dell'arco. Le pile erano state rinforzate con angolari e con calastrelli e con un sistema innovativo di pretensionamento dei calastrelli . Da quel momento il Ponte nuovo sulla Dora è stato nuovamente transitabile ai mezzi con massa non superiore alle 3,5 tonnellate, e in via eccezionale ai mezzi di soccorso con massa superiore. Nel mese di maggio è stata quindi sperimentata e perfezionata, in vista del lungo periodo del cantiere, la viabilità ad anello sui due ponti. L'investimento finanziato dal Ministero delle Infrastrutture previsto per questi lavori è di circa 2 milioni.

(10 novembre 2021)

Partono in estate i lavori per la messa in sicurezza del viadotto sulla SP 178

In estate ad Alpignano inizieranno gli interventi di manutenzione straordinaria di quello che gli alpignanesi chiamano ancora il "ponte nuovo" sulla Dora Riparia sulla strada provinciale 178. Come spiega il consigliere metropolitano delegato ai lavori pubblici, Fabio Bianco, "è previsto un investimento di 2 milioni di euro per il completamento del risanamento strutturale e il consolidamento della struttura, che consentirà la percorrenza del ponte senza limiti di carico".

Nel frattempo, com'è emerso nel corso di una riunione di coordinamento che si è tenuta venerdì 19 febbraio, la cittadinanza dovrà sopportare alcuni disagi per una decina di mesi, con la prospettiva però di tornare ad utilizzare l'infrastruttura senza le limitazioni attuali. Scartata l'ipotesi di chiudere completamente il ponte nel periodo dei lavori o di istituire un senso unico alternato regolato da un semaforo, questa Città metropolitana insieme alla Città di Alpignano hanno scelto di istituire una viabilità ad anello che coinvolgerà il ponte vecchio. In sostanza, da maggio sul ponte nuovo della provinciale 178 si transiterà solo su una corsia in direzione Rivoli, mentre sul ponte vecchio il senso unico sarà verso via Cavour e permetterà, svoltando a destra, di raggiungere Collegno e Pianezza. Arrivando da via Rivera, percorrendo via Primo Maggio e poi girando in via Roma, ci si potrà ritrovare in via Mazzini e da lì proseguire in direzione Caselette, Val della Torre, San Gillio e Givoletto. Si stima che la circolazione ad anello sarà in vigore sino all'inizio del 2022.

"Ulteriori lavori sono previsti nel 2022, - precisa il consigliere Bianco - ma interesseranno la parte inferiore del ponte sulla Provinciale 178 e non influiranno sulla percorribilità. Alla fine di tutti gli interventi, sia quelli realizzati nel 2020 che quelli di prossimo avvio, potremo disporre di un ponte sano e nuovo, con un costo complessivo di 3 milioni di euro. Gli utenti dovranno pazientare, ma abbiamo cercato di rendere il meno pesante possibile l'impatto del cantiere".

Un primo intervento di messa in sicurezza era stato completato nell'estate del 2020 ed era consistito nella cerchiatura e in una serie di iniezioni di risarcimento delle lesioni delle pile, nel placcaggio con sistema attivo e nell'installazione dei sistemi di controllo, compreso il monitoraggio dell'impalcato del ponte durante il suo successivo esercizio. Il ponte presentava fessure su tre pile principali della campata dell'arco. Le pile erano state rinforzate con angolari e con calastrelli e con un sistema innovativo di pretensionamento dei calastrelli che le ha rese pi√Ļ resistenti di prima.

(01 marzo 2022)


(14 novembre 2022)