Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

SMART WORKING

L'80% dei 900 dipendenti di Città metropolitana è a casa e lavora in regime di smart working.
I nostri uffici sono tutti aperti virtualmente, la posta elettronica e il telefono hanno sostituito i contatti diretti con gli utenti e l'attività funziona regolarmente.
Le rare eccezioni al lavoro agile sono per i colleghi che eseguono mansioni e compiti indispensabili e non gestibili da remoto: ad esempio il presidio dei cantonieri oppure gli agenti faunistici che turnano sul territorio a tutela dell'ambiente, della flora e della fauna.
Le tecnologie e le nuove dotazioni informatiche che la Città metropolitana già lo scorso anno aveva acquistato per i dipendenti stanno dunque aiutando il nostro Ente che non si è trovato impreparato di fronte all'emergenza covid19.

Alcune Direzioni raggiungono una percentuale in lavoro agile del 100%; dove la percentuale è più bassa, vanno letti con la presenza contestuale di personale a casa in congedo giustificato.

La nostra priorità è essere al servizio dei Comuni, dei sindaci e dei cittadini: ma non vogliamo in queste settimane così difficili trascurare le relazioni interne, per dare forza a tutti i colleghi che da casa garantiscono l'attività.
Per questo, la direzione Comunicazione ha pensato ad una piccola iniziativa di raccolta di immagini del "nostro smart working" che vi proponiamo in questa galleria.

 

(23 marzo 2020)