Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

STAR BENE IN ESTATE
BOLLETTINO PREVISIONALE ARPA DEL CALDO

Gli effetti del caldo sulla salute derivano dalla combinazione di alcune variabili meteorologiche quali umidità, temperatura, velocità del vento, giorni consecutivi di caldo.

Utilizzando le informazioni meteorologiche e combinandole con altre di tipo sanitario, l'Area previsione e monitoraggio ambientale e l'epidemiologia ambientale di Arpa Piemonte produce dal 2004 un bollettino previsionale quotidiano del caldo.
L'obiettivo è quello di comunicare alla popolazione, soprattutto ai soggetti a rischio, anziani e persone fragili, informazioni affinché siano seguiti comportamenti e precauzioni per la prevenzione dei danni alla salute.

L'iniziativa è nata dopo che nella calda estate del 2003, si è verificato un aumento dei decessi fra gli anziani con più di 75 anni. Questo modello di previsione ed intervento è stato riproposto in collaborazione con l'allora Provincia di Torino, oggi Città metropolitana, in forma più strutturata ed ampliata.

Anche quest'anno la Città metropolitana prosegue il programma di sensibilizzazione sulla prevenzione dei danni alla salute dovuti alle ondate di calore estivo pubblicando quotidianamente il bollettino dell'Arpa Piemonte, fornendo così utili indicazioni rivolte sia ai care giver che ai cittadini sui comportamenti da tenere.. 


Consigli per vivere bene il caldo e trascorrere un'estate serena

Nell'area metropolitana di Torino l'estate è una stagione tradizionalmente calda e umida con temperature spesso oltre i 30°, e con tassi di umidità elevati che rendono più fastidiosa e pesante la sensazione soggettiva di caldo.
I consigli che trovate sono dettati dal buon senso e dall'esperienza e servono in ogni occasione ad evitare rischi e patologie legate al caldo del periodo estivo.

Cibi
Pasti freschi e leggeri con molta frutta e verdura. Privilegiare pasta o riso pesci, carni bianche e formaggi freschi. Evitare i salumi, i formaggi grassi e tra i condimenti burro, lardo e margarina. Preferite olio di oliva o di semi in moderata quantità. Una buona porzione di gelato è un ottimo sostituto di un pasto.

Bevande
La disidratazione e un grave rischio. Bevete molto, anche se non avete sete, durante la giornata: almeno 1,5 - 2 litri tra acqua, the e tisane. Non bevete vino, birra, superalcolici,  caffè e bibite ghiacciate.

In casa
Nelle ore calde - dalle 12 alle 17 – chiudete persiane e tapparelle ma lasciate circolare liberamente l'aria in casa, tenendo le finestre aperte, se non disponete di un condizionatore o di un ventilatore. Di notte rinfrescate il più possibile gli ambienti.

All'aperto
Quando uscite, evitate le ore più calde e riparate sempre il capo dal sole con un cappellino leggero e gli occhi con occhiali scuri. Nei giorni molto caldi e umidi, sostate il più possibile in zone ombrose e ventilate, perché la pelle possa traspirare.
Se praticate attività fisica all'aperto preferite le prime ore del mattino e la sera dopo le 19.

Abbigliamento
Indossate vestiti comodi, leggeri e chiari. Evitate magliette di lana e tessuti sintetici sulla pelle.
Se siete costretti a letto evitate le coperte e i pigiami aderenti, meglio magliette leggere e pantaloncini corti e solo un lenzuolo. Rinfrescate quanto più frequentemente possibile il letto.

Le reti sociali
Se siete soli e costretti a casa, fatevi contattare ogni giorno da un parente, amico, vicino di casa o da un servizio di assistenza sociale.

 

(30 maggio 2017)