Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Bike2work alla seconda edizione

Rientra nel programma della Settimana europea della mobilità dal 16 al 22 settembre.
Gli appuntamenti di martedì 19 e giovedì 21 settembre.

Presentata a Palazzo Cisterna, la seconda edizione provinciale del progetto Bike2work, che mira a mettere in sella il maggior numero possibile di lavoratori, per innescare una spirale favorevole agli spostamenti casa-ufficio in bicicletta.
Erano presenti alla conferenza stampa, che si è svolta lunedi 18 settembre, l'assessore al piano del traffico e dei trasporti della Città di Torino Maria Lapietra, il consigliere metropolitano delegato ai trasporti Dimitri De Vita e il mobility manager della Regione Piemonte Massimo Isaia in rappresentanza dell'assessore Francesco Balocco.

Bike2work, una delle iniziative che fanno parte della Settimana europea della mobilità (in programma dal 16 al 22 settembre) si appoggia da quest'anno sulla piattaforma del progetto Horizon "Seta" del Comune di Torino: grazie a un'app scaricabile sul proprio startphone, dal 2 ottobre sarà possibile iscriversi e poi partecipare alla gara che metterà in competizione enti e aziende del Torinese, suddivisi in diverse categorie a seconda del numero di dipendenti.
Il concorso durerà dal 10 ottobre al 31 dicembre: ogni singolo concorrente inserirà nello smartphone i dati dei propri spostamenti casa-lavoro e alla fine risulterà vincitore l'ente o l'azienda con il maggior numero di dipendenti pedalatori e con il maggior numero di chilometri percorsi. L'app registrerà i chilometri totalizzati in ogni spostamento, le calorie "bruciate" e la tracciatura del percorso.

Grazie alle sue competenze di mobility manager di area, la Città metropolitana di Torino è l'ente che coordinerà il Bike2work per il territorio provinciale. Lo stesso ruolo ricoprirà in occasione del settimo Giretto d'Italia, l'iniziativa che si svolgerà giovedì 21 settembre, organizzata da Legambiente e Velo Love e nata anch'essa per incentivare i tragitti casa-lavoro sulle due ruote. Un certo numero di check-point, predisposti all'ingresso dei luoghi di lavoro che avranno aderito all'iniziativa, monitoreranno il numero di bici in transito.
La Città metropolitana di Torino aderisce come di consueto con due check-point presso le sedi di corso Inghilterra e di via Maria Vittoria.

Al termine della conferenza stampa, si sono svolti i lavori del convegno "Smart and sharing mobility - Condividere ti porta lontano", durante i quali sono stati illustrati i programmi e le politiche dell'Unione Europea sul tema e si è parlato con vari esperti di mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici, di mobilità elettrica condivisa e anche di smartworking e coworking.

Il programma della Settimana prevede molte altre iniziative:

  • martedì 19 settembre, dalle 9 alle 13, alla Villa Tesoriera di corso Francia si discuterà di "Iniziative ed esperienze di mobilità sostenibile sul territorio" in un seminario organizzato dalla Città di Torino. La Città metropolitana sarà rappresentata dal consigliere Dimitri de Vita, che farà un intervento su "Iniziative sulla mobilità condivisa nel territorio della città metropolitana";
  • giovedì 21 settembre, dalle 10 alle 12.30, una tavola rotonda organizzata dall'Università di Torino al Campus Luigi Einaudi - a cui parteciperà il consigliere metropolitano De Vita - affronterà il tema "Possibili sinergie tra enti, associazioni e università per una mobilità cittadina sostenibile".

La Settimana Europea della Mobilità rappresenta ormai da anni un momento importante di condivisione e di riflessione sui temi della mobilità sostenibile e, più in generale, della sicurezza e della qualità della vita nel nostro territorio. Per l'edizione 2017 è stato scelto come tema centrale "Mobilità pulita, condivisa e intelligente", cui si accompagna lo slogan "Condividere ti porta lontano", con l'obiettivo di favorire le iniziative che possano valorizzare forme di mobilità innovative, collettive e condivise, una nuova gestione degli spazi urbani, e la partecipazione attiva dei cittadini alle iniziative di carattere nazionale e locale.

 

(18 settembre 2017)