Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Avviso Pubblico

Venerdì 22 maggio compie 24 anni l'associazione Avviso Pubblico, che riunisce Enti locali e Regioni con l'obiettivo di contribuire alla formazione dell'opinione pubblica nella lotta contro le mafie, vero e proprio contropotere criminale che si oppone alla legalità e alla sovranità e autorità dello Stato democratico.
Per l'occasione è stato organizzato un evento online intitolato "Da Capaci al Covid-19: una storia di impegno contro mafie e corruzione", un momento di riflessione e confronto, di memoria e di impegno su quanto l'associazione ha realizzato a partire dal 1996, insieme a:

  • Luigi Ciotti, presidente di Libera e del gruppo Abele;
  • Roberto Montà, presidente di Avviso Pubblico;
  • Giovanni Tizian e Roberto Saviano, giornalisti de L'Espresso;
  • Renato Natale, sindaco di Casal di Principe.

L'evento sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook e sul canale YouTube dell'Associazione dalle ore 17 alle 19.

Il nostro ente è socio fin dal 2010 prima come Provincia di Torino poi come Città metropolitana, come sottolinea il consigliere metropolitano Roberto Montà, che di Avviso pubblico è il presidente nazionale, nel suo videomessaggio.


Le mafie un problema non solo italiano

Il potere delle mafie si fonda sull'accumulo di ricchezze illegali, esercita il dominio dei più forti sui più deboli attraverso l'uso della violenza, nega i più elementari diritti di cittadinanza, tenta di piegare ai suoi scopi le istituzioni democratiche, inquina la società e l'economia. Per mano delle mafie sono caduti poliziotti e carabinieri, magistrati, uomini politici, commercianti, imprenditori, semplici cittadini e persino bambini e bambine. L'influenza delle organizzazioni criminali non è più limitata alle tradizionali zone d'insediamento: le enormi fortune acquisite con il traffico della droga vengono reinvestite nei circuiti finanziari e penetrano nell'economia legale dell'Italia intera e di altri paesi europei, nuove attività criminali danno vita ad un vorticoso giro d'affari, si stringono patti perversi con ogni forma di potere occulto e con il sistema della corruzione. Le mafie non sono dunque solo un problema di ordine pubblico, né costituiscono un pericolo solo per le regioni meridionali. Esse rappresentano la più forte insidia alla convivenza civile, alla saldezza e alla credibilità delle istituzioni democratiche, al corretto funzionamento dell'economia. Esse impediscono lo sviluppo della democrazia e il pieno esercizio dei diritti dei cittadini.

Azioni e progetti concreti insieme a enti locali, associazioni e cittadini

I punti forti dell'azione concreta che l'associazione si prefigge sono: aggregare tutti gli enti territoriali che abbiano già manifestato il loro interesse verso l'educazione alla legalità attraverso il finanziamento di progetti per attività di formazione nelle scuole o di sostegno alle politiche giovanili.
Per aderire gli Enti locali debbono destinare di una quota del bilancio per le iniziative che intendono promuovere e, ove possibile, istituire un apposito capitolo del bilancio stesso, deliberare formalmente l'adesione indicando un referente politico e uno amministrativo, versare una quota associativa proporzionata al numero degli abitanti, promuovere percorsi di formazione scolastica e di educazione alla legalità, alla democrazia e alla solidarietà nelle scuole del proprio territorio, promuovere percorsi di formazione rivolti ai cittadini, coordinare tra amministrazioni locali e scuole iniziative contro la dispersione scolastica, promuovere percorsi di formazione per gli amministratori e i dipendenti pubblici in collaborazione con "Libera" valorizzando il patto di aiuto e sostegno reciproco tra enti territoriali e mondo dell'associazionismo, promuovere iniziative di solidarietà tra enti locali, studiare procedure semplici che consentano agli enti di agire in perfetta trasparenza in materia di appalti, gestione delle discariche, smaltimento dei rifiuti urbani), impegnarsi per lo sviluppo efficace di politiche giovanili concrete.

 

(19 maggio 2020)