Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Giaveno e Coazze producono bio

A Coazze il nuovo gusto di "Mirtilla"
Presentato un innovativo formaggio a pasta molle con la confettura di mirtilli

In Valsangone prosegue il percorso di riscoperta e valorizzazione della cultura spirituale e materiale locale. Se dal punto di vista letterario ed artistico si punta sulla valorizzazione della memoria dei soggiorni di Luigi Pirandello a Coazze e sul paesaggio montano che ha ispirato, oltre al Nobel siciliano, generazioni di scrittori e pittori, sul versante enogastronomico la riscoperta del formaggio Cevrin, inserito vent'anni orsono nel Paniere dei prodotti tipici dell'allora Provincia di Torino, ha aperto una stagione di riappropriazione delle tradizioni e della memoria collettiva, simboleggiato dalla Festa Rurale che ogni anno anima l'autunno coazzese.

A Coazze, in vista della nascita del nuovo Distretto del Cibo che comprenderà le valli che vanno dal Moncenisio al confine con la Provincia di Cuneo, i casari puntano anche sull'innovazione, ad esempio con Mirtilla, una particolare caciotta a pasta molle prodotta dal caseificio artigianale Fior di Latte con latte vaccino, con l'aggiunta di confettura di mirtilli a pezzi. Il nuovo prodotto, stagionato 60 giorni, è stato presentato ufficialmente alla stampa, agli amministratori locali e ai rappresentanti della Val Sangone in Consiglio Regionale e in Parlamento al Circolo Chalet dei Cusinot.

Lo chef del Circolo ha preparato la cipolla ripiena De.C.O. di Coazze, mentre i panificatori di Giaveno e Coazze hanno presentato il pane Deco e i Biscotti del Pellegrino.


In Val Sangone, alla scoperta della cipolla e dell'agricoltura di qualità

Un gelato alla cipolla servito come antipasto alla trattoria La Buffa di Giaveno, prodotto con le cipolle bio de "Le frisole" un'azienda agricola nata in borgata Freisole per promuovere la sostenibilità fornendo prodotti biologici a chilometro zero, e con il latte della cascina bramante, perla nella produzione di prodotti caseari della Val Sangone che da generazioni produce formaggi di alta qualità dal latte prodotto dai propri capi in una tradizione che si tramanda dagli anni ’20, cascina didattica e la prima Bottega Amica di tutto il Piemont con prodotti a chilometro zero.

Le cipolle sono quelle piatte e bionde di Drubiaglio e sono perfette per il gelato ma anche per la ricetta delle cipolle ripiene che ci racconta lo chef Giuseppe in questo video https://youtu.be/3qPwm1qhi24

Coltivare bio per produrre qualità è stata la scelta di Roberto Castelli e della sua famiglia nell'azienda agricola che fa del km 0 uno dei punti di forza, come spiega https://youtu.be/9Muf6S_GyWM

E infine la ricetta del gelato, una raritĂ  tra dolce e salto, ci viene svelata da Cristiana Bramante

Il gelato alla cipolla https://youtu.be/zZCkNJm2qio

(7 settembre 2021)


(22 novembre 2021)