Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

LICEO MASSIMO D'AZEGLIO

Il progetto di restauro è pronto, definito dai tecnici della Città metropolitana di Torino, il Sindaco di Torino lo ha illustrato intervenendo oggi alla visita guidata curata dagli studenti della 2A del Liceo nell’ambito dell’iniziativa “Adotta un monumento”.

L’intervento di restauro delle facciate avrà un costo complessivo di circa 600 mila euro che dovrà trovare finanziamento attraverso mutui regionali destinati all'edilizia scolastica come ha confermato intervenendo l'assessore all'istruzione della Regione Piemonte. I  lavori riguarderanno l’intero complesso scolastico: il corpo di fabbrica originario, prospiciente via San Quintino, che risalne al 1874, e le due maniche di via Parini (1887) e di via Melchior Gioia, quest’ultima costruita nel 1970 per ospitare la palestra, l’aula magna e ulteriori laboratori e aule.
E'  dal 1956 che non si mette più mano alle facciate della sede del D’Azeglio, soggetta a vincolo di interesse storico-artistico, se si escludono alcuni interventi di manutenzione effettuati tra il 2013 e il 2015.

I lavori di risanamento conservativo il cui progetto è stato curato dai tecnici della Città metropolitana di Torino dovranno prendere avvio con le analisi e i rilievi preliminari degli intonaci e delle cromie originali e con la preparazione delle cosiddette contro-sagome, che renderanno possibile la ricostruzione dei volumi mancanti: negli ultimi anni, infatti, si sono verificati distacchi diffusi di intonaci, cornici, davanzali, bugne e lesene sulle facciate ottocentesche, oltre a rigonfiamenti e fessurazioni sulle facciate degli anni ’70.

Le fasi successive dell’intervento dovranno comprendere la pulitura di tutte le superfici con idrolavaggio, l’impermeabilizzazione di cornici e cornicioni, la sostituzione di davanzali e pietre ammalorate e il consolidamento di tutti i materiali lapidei.
Infine, si dovrà passare ai lavori di decorazione vera e propria, con la revisione e la verniciatura dei portoni in legno e di tutte le parti in ferro (inferriate, ringhiere, cancellate ecc.). Il progetto prevede anche il risanamento della facciata degli anni ’70 e la realizzazione di un nuovo portone carraio su via Melchiorre Gioia.

Il sindaco ha anche confermato l'impegno per sostenere  lo sviluppo della biblioteca del liceo, che oggi ha visitato, accompagnato da alcune studentesse del D'Azeglio in veste di ciceroni.

 

(23 maggio 2016)