Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

SCUOLE NAUTICHE


Disposizioni sulla tenuta dei documenti per l'esercizio dell'attività: chiarimenti.

 

Ai sensi dell'articolo 28 del Decreto del Presidente della Repubblica n. 431/1997 sono denominati Scuole Nautiche i centri di formazione per l'educazione marinaresca, l'istruzione e la formazione dei candidati per il conseguimento delle patenti nautiche.
L’attività delle scuole nautiche è limitata all’insegnamento e alla presentazione delle domande per gli esami, escludendo quindi le attività successive al conseguimento della patente (Parere Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti prot. n. 17813 del 18/10/2013).
Fanno eccezione le scuole nautiche in possesso di autorizzazione per lo svolgimento dell’attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto
Le scuole nautiche possono essere di due tipi:

  • scuole nautiche per la preparazione di candidati al conseguimento della patente nautica entro le 12 miglia dalla costa
  • scuole nautiche per la preparazione di candidati al conseguimento della patente nautica senza alcun limite dalla costa

L'attività di scuola nautica è soggetta alla autorizzazione e alla vigilanza delle Città metropolitane o delle Province in cui ha sede la scuola.
Per esercitare l'attività occorre presentare alla Città metropolitana di Torino una segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) previo possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente.
La S.C.I.A. deve essere redatta sull'apposito modello predisposto dall'Ufficio autoscuole, studi di consulenza automobilistica, scuole nautiche della Città metropolitana di Torino: dalla data di presentazione della domanda l'attività può essere concretamente iniziata.
L’Ente provvede ad effettuare i controlli sulla sussistenza dei presupposti e dei requisiti di legge dichiarati nella S.C.I.A. ed a verificare l'idoneità dei locali con sopralluogo e può, sulla base delle risultanze, adottare un provvedimento di divieto di prosecuzione dell'attività.
Si ricorda che in caso di dichiarazioni o attestazioni false dell'esistenza dei requisiti o dei presupposti si è puniti con la reclusione da uno a tre anni.

Le autoscuole dotate di attrezzature e strumenti nautici, nonché del materiale didattico per la formazione dei candidati agli esami possono presentare la S.C.I.A. per l'esercizio dell'attività di scuola nautica.
La materia è dettagliatamente disciplinata dal Regolamento Regionale n. 8/R del 10 ottobre 2000 recante la "Disciplina delle scuole nautiche".

Per cercare la scuola nautica  più vicina a casa tua: motore di ricerca

Modulistica: