Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

ESAMI PER IDONEITA' PROFESSIONALE

GESTORI DEL TRASPORTO VIAGGIATORI E MERCI

Attenzione: Dal 1º gennaio 2016 non sono più validi i versamenti effettuati tramite bollettino postale intestato ad "Amministrazione provinciale Torino": pertanto sono accettati solo i versamenti con intestatario "Città metropolitana di Torino", con le solite modalità indicate dal servizio tesoreria dell'Ente.

Presentazione

È di competenza della Città metropolitana la gestione degli esami per il conseguimento dell'abilitazione professionale all'attività di gestore del trasporto viaggiatori e merci su strada.

Normativa

Deliberazione del Consiglio provinciale n. 122/27584 del 3 novembre 2011, conseguimento dei titoli professionali di gestore merci e viaggiatori:
- Regolamento per la gestione degli esami

Modulistica
Informazioni per la presentazione delle domande

Si pregano gli enti formatori di ottenere all'atto dell'iscrizione del candidato al corso di formazione la certificazione relativa all'assolvimento dell'obbligo scolastico, da allegare alla domanda di ammissione all'esame: in difetto, le domande stesse, non verranno accettate.
Si rammenta che possono presentare domanda per sostenere gli esami solo coloro che hanno la residenza (e non il domicilio) nel territorio dell'area metropolitana di Torino e nella Regione Valle d'Aosta.
È richiesto il pagamento di un contributo spese di euro 100 per l'ammissione ad ogni singola sessione d'esame e per ogni categoria d'esame.
L'importo di euro 100, per candidato va corrisposto mediante versamento su bollettino di pagamento in conto corrente postale sul c/c n. 00216101 intestato a:
CITTÀ METROPOLITANA di TORINO,
causale: "Contributo spese per la partecipazione all'esame di... (specificare il tipo di esame)".
I candidati titolari di conto corrente possono effettuare il pagamento anche mediante bonifico bancario presso l'UNICREDIT, agenzia di via Bellezia n. 12, Torino - Iban: IT88B0200801033000003233854
Il versamento va intestato sempre a CITTA' METROPOLITANA di TORINO.
Il versamento per la tassa di iscrizione all'esame deve recare l'indicazione del nominativo del candidato e della tipologia d'esame cui si riferisce.
NON VERRANO ACCETTATI VERSAMENTI CON NOMINATIVI DIVERSI DA QUELLO DEL CANDIDATO.
La ricevuta del pagamento va quindi allegata alla domanda d'esame.
Le domande e i relativi allegati devono essere consegnati, unitamente alla marca da bollo da euro 16,00 e all'attestazione del versamento, presso:
Ufficio esami di corso Inghilterra n. 7 - Torino, settimo piano - stanza 12, nei giorni:
lunedì (ore 14 - 16), martedì  (ore 9 - 12), mercoledì (ore 14 - 16) e giovedì (ore 9 - 12) ,
oppure spedite per posta presso:
Servizio Trasporti - Ufficio Esami, corso Inghilterra n. 7 - Torino
o
Servizio Trasporti - Ufficio Esami, via Maria Vittoria 12 - Torino.
Si possono richiedere informazioni sulle modalità e le date delle sessioni d'esame al n. telefonico 011/8616015 in orario di sportello.
Le date di esame verranno comunicate ai candidati a mezzo lettera raccomandata.

Estratto dal Regolamento Provinciale degli esami:

Art. 7
Adempimenti preliminari alle sessioni d'esame

  1. Il Dirigente del Servizio Trasporti, con proprio atto, comunica, motivandola, l'eventuale esclusione dei candidati dalla sessione d'esame...(omissis)
  2. Il candidato che ha presentato domanda verrà convocato, salvo comunicazione di esclusione, attraverso lettera contenente l'indicazione della data (in relazione alla disponibilità dei posti) e del luogo prefissati per la prova d'esame... (omissis)

Art. 8
Svolgimento delle prove d'esame

  1. Sostengono le prove d'esame i candidati, in possesso dei requisiti richiesti, che abbiano depositato la domanda, completa in ogni sua parte, almeno 45 giorni prima della data fissata per ciascuna sessione e che siano stati convocati a norma del precedente articolo 7.
  2. In caso di deposito della domanda a mezzo del sistema postale fa fede la data di ricezione della stessa da parte degli Uffici competenti.
Calendario anno 2018
  • 1ª sessione: prova (quiz ed elaborazione del caso pratico) 10 aprile - correzione 12 aprile;
  • 2ª sessione: prova (quiz ed elaborazione del caso pratico) 11 settembre - correzione 13 settembre;
  • 3ª sessione: prova (quiz ed elaborazione del caso pratico) 13 dicembre - correzione 20 dicembre.
Prove d'esame

Consistono in una prova scritta su 60 quiz pubblicati sul sito del Ministero dei Trasporti, ed in una prova "pratica" consistente nella risposta scritta ad una prova ministeriale prestabilita, articolata in 4 sotto - domande.
In caso di esito negativo della prova, il candidato potrà ripeterla non prima di tre mesi dalla precedente prova sostenuta.

Programma di esame per l'accesso alla professione
ex allegato 1 del regolamento CE n. 1071/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21/10/2009
  • A. Elementi di diritto civile
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve in particolare:
    1) conoscere i principali contratti utilizzati nei trasporti su strada, nonché i diritti e gli obblighi che ne derivano;
    2) essere in grado di negoziare un contratto di trasporto giuridicamente valido, in particolare per quanto riguarda le condizioni di trasporto;
    Trasporti su strada di merci
    1) essere in grado di esam inare un reclamo presentato dal committente relativamente a danni derivanti da perdite o avarie delle merci durante il trasporto o da ritardo nella consegna, nonché di valutare gli effetti del reclamo sulla propria responsabilità contrattuale;
    2) conoscere le disposizioni della convenzione concernente il contratto di trasporto internazionale di merci su strada (CMR) e gli obblighi da essa derivanti;
    Trasporti su strada di viaggiatori
    1) essere in grado di esaminare un reclamo presentato dal committente relativamente a danni provocati ai passeggeri o ai loro bagagli in occasione di un incidente avvenuto durante il trasporto o relativo a danni derivanti da ritardo, nonché di valutare gli effetti di tale reclamo sulla propria responsabilità contrattuale.
  • B. Elementi di diritto commerciale
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve in particolare:
    1) conoscere le condizioni e le formalità previste per l'esercizio di un'attività commerciale e gli obblighi generali dei commercianti (registrazione, libri contabili, ecc.), nonché le conseguenze del fallimento;
    2) possedere una conoscenza adeguata delle diverse forme di società commerciali e delle norme che ne disciplinano la costituzione ed il funzionamento.
  • C. Elementi di diritto sociale
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve in particolare:
    1) conoscere il ruolo ed il funzionamento dei vari soggetti ed organismi sociali che operano nel settore dei trasporti su strada (sindacati, consigli di impresa, rappresentanti del personale, ispettori del lavoro, ecc.);
    2) conoscere gli obblighi dei datori di lavoro in materia di previdenza sociale;
    3) conoscere le norme applicabili ai contratti di lavoro subordinato delle diverse categorie di dipendenti delle imprese di trasporti su strada (forma dei contratti, obblighi delle parti, condizioni e durata del lavoro, ferie pagate, retribuzione, risoluzione del contratto, ecc.);
    4) conoscere le regole applicabili in materia di tempi di guida, di riposo e di orario di lavoro, in particolare le disposizioni del Regolamento CEE n. 3821/85, del Regolamento CE n. 561/2006, della Direttiva 2002/15/CE del Parlamento europeo e del Consiglio [1] e della Direttiva 2006/22/CE e le misure pratiche di applicazione di queste normative;
    5) conoscere le regole applicabili in materia di qualificazione iniziale e di formazione continua dei conducenti, in particolare quelle stabilite dalla Direttiva 2003/59/CE del Parlamento europeo e del Consiglio [2]
  • D. Elementi di diritto tributario
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve conoscere in particolare le norme relative:
    1) all'IVA per i servizi di trasporto;
    2) alla tassa di circolazione degli autoveicoli;
    3) alle imposte su alcuni autoveicoli utilizzati per i trasporti su strada di merci, nonché ai pedaggi ed ai diritti di utenza riscossi per l'uso di alcune infrastrutture;
    4) alle imposte sui redditi.
  • E. Gestione commerciale e finanziaria dell'impresa
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve in particolare:
    1) conoscere le disposizioni giuridiche e pratiche relative all'uso degli assegni, dei vaglia cambiari, dei pagherò cambiari, delle carte di credito e degli altri strumenti o mezzi di pagamento;
    2) conoscere le diverse forme di crediti (bancari, documentari, fideiussioni, ipoteche, leasing, renting, factoring, ecc.) nonché gli oneri e le obbligazioni che ne derivano;
    3) sapere che cos'è un bilancio, come si presenta ed essere in grado di interpretarlo;
    4) essere in grado di leggere e interpretare un conto profitti e perdite;
    5) essere in grado di effettuare un'analisi della situazione finanziaria e della redditività dell'impresa, in particolare in base ai rapporti finanziari;
    6) essere in grado di redigere un bilancio;
    7) conoscere i vari elementi che compongono il prezzo di costo (costi fissi, costi variabili, fondi di esercizio, ammortamenti, ecc.) ed essere in grado di effettuare calcoli per autoveicolo, per chilometro, per viaggio o per tonnellata; 8) essere in grado di elaborare un organigramma relativo a tutto il personale dell'impresa, e organizzare programmi di lavoro, ecc.;
    9) conoscere i principi degli studi di mercato («marketing»), della pubblicità e delle pubbliche relazioni, compresi i servizi di trasporto, la promozione della vendita, l'elaborazione di schede clienti, ecc;
    10) conoscere i vari tipi di assicurazioni che si applicano ai trasporti stradali (assicurazioni di responsabilità, sulle persone trasportate, sulle cose trasportate, sui bagagli trasportati) nonché le garanzie e gli obblighi che ne derivano;
    11) conoscere le applicazioni telematiche nel settore dei trasporti su strada;
    In relazione al trasporto su strada di merci
    12) essere in grado di applicare le norme in materia di fatturazione dei servizi di trasporti su strada di merci e conoscere il
    contenuto e gli eff
    etti degli Incoterms;
    13) conoscere le varie categorie dei soggetti ausiliari del trasporto, il loro ruolo, le loro funzioni e il loro eventuale statuto;
    In relazione al trasporto su strada di viaggiatori
    14) essere in grado di applicare le norme in materia di tariffazione e di formazione dei prezzi nei trasporti pubblici e privati di viaggiatori;
    15) essere in grado di applicare le norme in materia di fatturazione dei servizi di trasporti su strada di viaggiatori.
  • F. Accesso al mercato
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve in particolare:
    1) conoscere la normativa per le categorie dei trasporti su strada per conto di terzi, per la locazione di autoveicoli industriali e per il subappalto, in particolare le norme relative all'organizzazione ufficiale della professione, all'accesso alla professione, alle autorizzazioni per i trasporti su strada intracomunitari ed extracomunitari, ai controlli ed alle sanzioni;
    2) conoscere la normativa relativa alla costituzione di un'impresa di trasporti su strada;
    3) conoscere i vari documenti necessari per l'effettuazione dei servizi di trasporti su strada ed essere in grado di procedere alle verifiche della presenza, sia all'interno dell'impresa che a bordo degli autoveicoli, dei documenti conformi relativi a ciascun trasporto effettuato, in particolare quelli concernenti l'autoveicolo, il conducente, la merce o i bagagli;
    In relazione al trasporto su strada di merci
    4) conoscere le norme relative all'organizzazione del mercato dei trasporti su strada di merci, agli uffici noli ed alla logistica;
    5) conoscere le formalità da effettuarsi in occasione del valico delle frontiere, la funzione dei documenti T e dei carnet TIR, nonché gli obblighi e le responsabilità che derivano dalla loro utilizzazione;
    In relazione al trasporto su strada di viaggiatori
    6) conoscere le norme relative all'organizzazione del mercato dei trasporti su strada di viaggiatori;
    7) conoscere le norme relative all'istituzione di servizi di trasporto e essere in grado di elaborare programmi di trasporto.
  • G. Norme tecniche e gestione tecnica
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve in particolare:
    1) conoscere le norme relative ai pesi ed alle dimensioni degli autoveicoli negli Stati membri, nonché le procedure relative ai trasporti eccezionali che derogano a tali norme;
    2) essere in grado di scegliere, in funzione delle esigenze dell'impresa, gli autoveicoli e i loro elementi (telaio, motore, organi di trasmissione, sistemi di frenatura, ecc.);
    3) conoscere le formalità relative all'omologazione, all'immatricolazione e al controllo tecnico dei veicoli;
    4) essere in grado di tenere conto delle misure da adottare per la lotta contro l'inquinamento atmosferico causato dalle emissioni dei veicoli a motore e l'inquinamento acustico;
    5) essere in grado di elaborare programmi di manutenzione periodica degli autoveicoli e delle apparecchiature;
    In relazione al trasporto su strada di merci
    6) conoscere i diversi tipi di congegni di movimentazione delle merci e di carico (sponde, container, palette, ecc.) ed essere in grado di stabilire procedure e istruzioni relative alle operazioni di carico e scarico delle merci (ripartizione del carico, accatastamento, stivaggio, bloccaggio, ecc.);
    7) conoscere le varie tecniche del trasporto combinato rotaia-strada o con navi traghetto a caricamento orizzontale;
    8) essere in grado di applicare le procedure volte a garantire il rispetto delle norme relative al trasporto di merci pericolose e di rifiuti, in particolare quelle derivanti dalla Direttiva 2008/68/CE [3] e dal Regolamento CE n. 1013/2006 [4];
    9) essere in grado di applicare le procedure volte a garantire il rispetto delle norme relative al trasporto di derrate deperibili, in particolare quelle derivanti dall'accordo sui trasporti internazionali di derrate deperibili e sui mezzi speciali che vanno impiegati per tali trasporti (ATP);
    10) essere in grado di applicare le procedure volte a garantire il rispetto delle norme sul trasporto di animali vivi.
  • H. Sicurezza stradale
    Trasporti su strada di merci e di viaggiatori
    Il candidato deve in particolare:
    1) conoscere le qualifiche richieste ai conducenti (patente di guida, certificati medici, attestati di idoneità, ecc);
    2) essere in grado di intervenire per garantire il rispetto, da parte dei conducenti, delle norme, dei divieti e delle limitazioni alla circolazione vigenti nei vari Stati membri (limiti di velocità, precedenze, fermata e sosta, uso dei proiettori, segnaletica stradale, ecc.);
    3) essere in grado di elaborare istruzioni destinate ai conducenti sulla verifica delle norme di sicurezza in materia di condizioni del veicolo, delle apparecchiature e del carico e delle relative misure preventive;
    4) essere in grado di istituire un codice di condotta da applicarsi in caso di incidente e di attuare procedure atte ad evitare che si ripetano incidenti o gravi infrazioni;
    5) essere in grado di attuare le procedure necessarie per fissare le merci in condizioni di sicurezza e conoscere le relative tecniche; In relazione al trasporto su strada di viaggiatori
    6) avere conoscenze elementari della geografia stradale degli Stati membri.

[1] Direttiva 2002/15/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, dell'11/03/2002, concernente l'organizzazione dell'orario di lavoro delle persone che effettuano operazioni mobili di autotrasporto (GU L 80 del 23/03/2002, pag. 35)
[2] Direttiva 2003/59/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15/07/2003, sulla qualificazione iniziale e formazione periodica dei conducenti di taluni veicoli stradali adibiti al trasporto di merci o viaggiatori (GU L 226 del 10/09/2003, pag. 4)
[3] Direttiva 2008/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24/09/2008, relativa al trasporto interno di merci pericolose (GU L 260 del 30/09/2008, pag. 13)
[4] Regolamento CE n. 1013/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 14/06/2006, relativo alle spedizioni di rifiuti (GU L 190 del 12/07/2006, pag.