Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

ESAMI PER IDONEITA' PROFESSIONALE

CONSULENTI ALLA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO

Attenzione: Dal 1º gennaio 2016 non sono più validi i versamenti effettuati tramite bollettino postale intestato ad "Amministrazione provinciale Torino": pertanto sono accettati solo i versamenti con intestatario "Città metropolitana di Torino", con le solite modalità indicate dal servizio tesoreria dell'Ente.

Presentazione

E' di competenza della Città metropolitana la gestione degli esami per il conseguimento dell'abilitazione professionale all'attività di consulente per la circolazione dei mezzi di trasporto.

Normativa

Deliberazione del Consiglio provinciale n. 122/27584 del 3 novembre 2011, conseguimento dei titoli professionali di Consulente alla circolazione dei mezzi di trasporto:
- Regolamento per la gestione degli esami

Modulistica
Informazioni per la presentazione delle domande

Si rammenta che possono presentare domanda per sostenere gli esami solo coloro che hanno la residenza (e non il domicilio) nel territorio dell'area metropolitana di Torino e nelle province ad essa convenzionate (Aosta e tutte le province piemontesi, eccetto quella di Alessandria).
È richiesto il pagamento di un contributo spese di euro 100 per l'ammissione ad ogni singola sessione d'esame e per ogni categoria d'esame.
L'importo di euro 100, per candidato va corrisposto mediante versamento su bollettino di pagamento in conto corrente postale sul c/c n. 00216101 intestato a:
CITTÀ METROPOLITANA di TORINO,
causale: "Contributo spese per la partecipazione all'esame di... (specificare il tipo di esame)".
I candidati titolari di conto corrente possono effettuare il pagamento anche mediante bonifico bancario presso l'UNICREDIT, agenzia di via Bellezia n. 12, Torino - Iban: IT88B0200801033000003233854
Il versamento va intestato sempre a CITTA' METROPOLITANA di TORINO.
Il versamento per la tassa di iscrizione all'esame deve recare l'indicazione del nominativo del candidato e della tipologia d'esame cui si riferisce.
NON VERRANO ACCETTATI VERSAMENTI CON NOMINATIVI DIVERSI DA QUELLO DEL CANDIDATO.
La ricevuta del pagamento va quindi allegata alla domanda d'esame.
Le domande e i relativi allegati devono essere consegnati, unitamente alla marca da bollo da euro 16,00 e all'attestazione del versamento, presso:
Ufficio esami di corso Inghilterra n. 7 - Torino, settimo piano - stanza 12, nei giorni:
lunedì (ore 14 - 16), martedì  (ore 9 - 12), mercoledì (ore 14 - 16) e giovedì (ore 9 - 12) ,
oppure spedite per posta presso:
Servizio Trasporti - Ufficio Esami, corso Inghilterra n. 7 - Torino
o
Servizio Trasporti - Ufficio Esami, via Maria Vittoria 12 - Torino.
Si possono richiedere informazioni sulle modalità e le date delle sessioni d'esame al n. telefonico 011/8616015 in orario di sportello.
Le date di esame verranno comunicate ai candidati a mezzo lettera raccomandata.

Estratto dal Regolamento Provinciale degli esami:

Art. 7
Adempimenti preliminari alle sessioni d'esame

  1. Il Dirigente del Servizio Trasporti, con proprio atto, comunica, motivandola, l'eventuale esclusione dei candidati dalla sessione d'esame...(omissis)
  2. Il candidato che ha presentato domanda verrà convocato, salvo comunicazione di esclusione, attraverso lettera contenente l'indicazione della data (in relazione alla disponibilità dei posti) e del luogo prefissati per la prova d'esame... (omissis)

Art. 8
Svolgimento delle prove d'esame

  1. Sostengono le prove d'esame i candidati, in possesso dei requisiti richiesti, che abbiano depositato la domanda, completa in ogni sua parte, almeno 45 giorni prima della data fissata per ciascuna sessione e che siano stati convocati a norma del precedente articolo 7.
  2. In caso di deposito della domanda a mezzo del sistema postale fa fede la data di ricezione della stessa da parte degli Uffici competenti.
Calendario anno 2018

Sessione unica 19 giugno 2018; il termine ultimo di presentazione dell'istanza per essere ammessi all'esame è lunedì 7 maggio 2018.

Prove d'esame

L' esame consiste in una prova scritta di due ore di durata basata su quesiti a risposta multipla predeterminata.
A ciascun candidato verrà consegnata una scheda, predisposta dalla Commissione, contenente cinque quesiti per ciascuna delle cinque discipline (da A ad E) oggetto d'esame.
La prova è superata dai candidati che risponderanno in maniera esatta ad almeno quattro quesiti per ogni disciplina.

Al fine del superamento della prova, è indispensabile lo studio delle seguenti discipline:

  1. Codice della strada
  2. Trasporto Merci
  3. Navigazione
  4. PRA
  5. Regime Tributario
Regolamento programmi di esame e modalità di svolgimento

Estratto dall'art. 2, comma 1 del D.M. n. 338 del 16 aprile 1996:

"Sono ammessi a sostenere gli esami per il conseguimento dell'attestato di idoneità professionale all'esercizio di attività di consulenza per la circolazione dei mezzi di trasporto, coloro che siano in possesso dei requisiti di cui all'art. 3, comma I, lett. a) b) c) d) e) [ndr : dell'art. 3, comma I, della Legge 8 agosto 1991 n. 264 ] e che abbiano altresì conseguito... (al momento della presentazione della domanda)... , un diploma di istruzione secondaria superiore di secondo grado, o equiparato, in confromità al disposto dell'art. 5 comma II, della Legge 8 agosto 1991, n. 264."

Disciplina dell'attività di consulenza per la circolazione

Art. 3, comma 1, della Legge 8 agosto 1991, n. 264:

[omissis]
"a) sia cittadino italiano o cittadino di uno degli Stati membri della Comunità Economica Europea stabilito in Italia;
b) abbia raggiunto la maggiore età;
c) non abbia riportato condanne per delitti contro la pubblica amministrazione (artt. 314 - 360 del codice penale: peculato, concussione, corruzione, abuso d'ufficio, rivelazione ed utilizzazione del segreto d'ufficio, interruzione pubblico servizio, omissione doveri d'ufficio, violenza a pubblico ufficiale, oltraggio a pubblico ufficiale, millantato credito, abusivo esercizio di una professione, frode in pubbliche forniture...); contro l'amministrazione della giustizia (artt. 361- 401 codice penale: omessa denuncia di un reato da parte di pubblico ufficiale, simulazione di reato, calunnia, falso giuramento, frode processuale, ritrattazione, favoreggiamento, evasione, .....); contro la fede pubblica (artt. 453- 498 codice penale: alterazione di monete, falsificazione di valori in bollo, contraffazione di impronte di una pubblica autenticazione, falsità in scrittura privata, falsità di registri e notificazioni, ....); contro l'economia pubblica, l'industria e il commercio (artt. 499 - 518 codice penale: distruzione di materie prime o prodotti agricoli o industriali, rialzo o ribasso fraudolento di prezzi, serrata e sciopero per fini non contrattuali, boicottaggio....) ovvero per i delitti di cui agli artt. 575 (omicidio), 624 (rapina), 628 (furto), 629 (estorsione), 630 (sequestro di persona a scopo di estorsione), 640 (truffa), 646 (appropriazione indebita), 648 (ricettazione), e 648 bis (riciclaggio) del Codice Penale [omissis] o per qualsiasi altro delitto non colposo per il quale la legge preveda la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni, e, nel massimo, a cinque anni, salvo che non sia intervenuta sentenza definitiva di riabilitazione;
d) non sia stato sottoposto a misure amministrative di sicurezza personali od a misure di prevenzione;
e) non sia stato interdetto o inabilitato o dichiarato fallito, ovvero non sia in corso, nei suoi confronti, un procedimento per dichiarazione di fallimento".
Ai sensi dell'art. 4 commi 4, 5 e 6 della Legge 4 gennaio 1994 n. 11 "In caso di decesso o di sopravvenuta incapacità fisica del titolare dell'impresa individuale, l'attività puo' essere proseguita provvisoriamente per il periodo massimo di due anni, prorogabile per un altro anno in presenza di giustificati motivi, dagli eredi o dagli aventi causa del titolare medesimo, i quali entro tale periodo devono dimostrare di essere in possesso dell'attestato di idoneità professionale di cui all'art. 5 della legge 8 agosto 1991 n. 264.
Nel caso di società, a seguito di decesso o di sopravvenuta incapacità fisica del socio o dell'amministratore in possesso dell'attestato di idoneità professionale, l'attività puo' essere proseguita provvisoriamente per lo stesso periodo di cui sopra, entro il quale un altro socio o un altro amministratore devono dimostrare di essere in possesso dell'attestato di idoneità professionale.
I soggetti subentranti ai sensi dei commi 4 e 5 del citato art. 4 della Legge 4 gennaio 1994 n. 11, nel caso in cui non posseggano il titolo di studio richiesto, possono essere ammessi all'esame di cui all'art. 5 della Legge 8 agosto 1991 n. 264 producendo, in sostituzione del titolo di studio, attestato di partecipazione al cors o di formazione professionale di cui all'art. 10, comma 3, della medesima Legge 8 agosto 1991 n. 264, come sostituito dal comma 1 del presente articolo".

Programma d’esame per l’accertamento dell’idoneità

ex allegato 1, D.M. 16 aprile 1996 n. 338:

  • A) La circolazione stradale
    • Veicoli eccezionali e trasporti in condizione di eccezionalità.
    • Nozione di veicolo
    • Classificazione e caratteristiche dei veicoli.
    • Masse e sagome limiti.
    • Traino di veicoli.
    • Norme costruttive e di equipaggiamento.
    • Accertamenti tecnici per la circolazione.
    • Destinazione ed uso dei veicoli.
    • Documenti di circolazione ed immatricolazione.
    • Estratto dei documenti di circolazione e di guida.
    • Circolazione su strada delle macchine agricole e delle macchine operatrici.
    • Guida dei veicoli.
    • Formalità necessarie per la circolazione degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei rimorchi.
    • Formalità necessarie per il trasferimento di proprietà degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei rimorchi e per il trasferimento di residenza dell'intestatario.
  • B) Il trasporto di merci
    • Albo Nazionale degli autotrasportatori di cose per conto terzi.
    • Comitati dell'albo e loro attribuzioni.
    • Iscrizioni nell'albo, requisiti e condizioni.
    • Iscrizioni delle imprese estere.
    • Fusioni e trasformazioni.
    • Abilitazioni per trasporti speciali.
    • Variazioni dell'albo.
    • Sospensioni dall'albo.
    • Cancellazione dall'albo.
    • Sanzioni disciplinari
    • Effetti delle condanne penali.
    • Reiscrizioni, decisioni, competenze, ricorsi.
    • Omissione di comunicazioni all'albo.
    • Autorizzazioni.
    • Tariffe a forcella per i trasporti di merci.
    • Documentazione obbligatoria per il trasporto di cose per conto terzi.
    • Trasporto merci in conto proprio.
    • Licenze.
    • Commissione per le licenze, esame e parere.
    • Elencazione delle cose trasportabili.
    • Revoca delle licenze.
    • Ricorsi.
    • Servizi di piazza e di noleggio.
    • Esenzioni dal disciplinamento del trasporto merci.
    • Trasporti internazionali.
  • C) Navigazione
    • Accenni sulle norme che regolano la navigazione in generale.
    • Acque marittime entro ed oltre sei miglia dalla costa.
    • Navi e galleggianti.
    • Unità da diporto.
    • Costruzione delle imbarcazioni da diporto.
    • Accertamenti e stazzatura delle imbarcazioni e delle navi.
    • Iscrizione ed abilitazione alla navigazione delle imbarcazioni e delle navi da diporto.
    • Rilascio, rinnovo ed aggiornamento delle licenze.
    • Visite periodiche ed occasionali delle imbarcazioni e delle navi.
    • Collaudo e rilascio certificato d'uso dei motori.
    • Competenze del R.I.Na.
    • Iscrizione nei registri di imbarcazioni e navi (per dichiarazione di costruzione, prima iscrizione, trasferimento).
    • Cancellazione dai registri.
    • Trascrizione nei registri di atti relativi alla proprietà e di altri atti e documenti per i quali occorre la trascrizione; iscrizione o cancellazione di ipoteche: rilascio estratto matricolare o copia di documenti.
    • Noleggio e locazione.
    • Importazione ed esportazione delle imbarcazioni, delle navi e dei motori.
    • Regime fiscale ed assicurativo.
    • Esami per il conseguimento dell'abilitazione al comando ed alla condotta di imbarcazioni.
    • Esami per il conseguimento dell'abilitazione al comando di navi.
    • Esami per il conseguimento dell'abilitazione alla condotta di motori.
    • Validità e revisione delle patenti nautiche.
    • Norme per l'esercizio dello sci nautico.
  • D) Il P.R.A.
    • Legge del P.R.A.
    • Legge istitutiva I.E.T.
    • Compilazione delle note.
    • Iscrizioni.
    • Trascrizioni
    • Annotazioni.
    • Cancellazioni.
  • E) Il regime tributario
    • Le imposte dirette ed indirette in generale.
    • L'I.V.A.: classificazione delle operazioni, momento impositivo.
    • Fatturazione delle operazioni.
    • Fatturazione delle prestazioni professionali.
    • Ricevuta fiscale: forme e contenuti.
    • Il principio di territorialità dell'imposta: operazioni internazionali e intercomunitarie.
    • Registri contabilità IVA.
    • Dichiarazione annuale IVA.
    • Regimi speciali per la determinazione del reddito d'impresa e dell'IVA.
    • Imposte indirette relative alla circolazione dei veicoli.