Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

AUTOSCUOLE

INSEGNANTI ED ISTRUTTORI

Rilascio del tesserino di insegnante di teoria e/o istruttore di guida al lavoratore autonomo.
Si avvisano le autoscuole che per il rilascio del tesserino di insegnante di teoria e/o istruttore di guida al personale inserito in organico come lavoratore autonomo occorre allegare all’istanza copia del contratto che disciplina la prestazione lavorativa.
I lavoratori autonomi già inseriti in organico dovranno presentare il contratto sottoscritto alla prima richiesta di rinnovo del tesserino.

L'autoscuola o il centro d'istruzione deve avere uno o più insegnanti di teoria e uno o più istruttori di guida.

Gli insegnanti e gli istruttori possono essere inseriti nell’organico di una autoscuola o di un centro di istruzione automobilistica se in possesso dei requisiti di seguito indicati,
insegnanti di teoria:

  • possesso della patente di guida almeno della categoria B normale o B speciale.
  • possesso del certificato di idoneità professionale
  • assolvimento dell’obbligo di formazione periodica di cui all’art. 4 del Decreto Ministero Infrastrutture e dei Trasporti 26 gennaio 2011 n. 17 e s.m.i. (*)

istruttori di guida:

  • possesso della patente di guida comprendente la categorie A e DE ovvero A e D
  • possesso del certificato di idoneità professionale
  • assolvimento dell’obbligo di formazione periodica di cui all’art. 4 del Decreto Ministero
    Infrastrutture e dei Trasporti 26 gennaio 2011 n. 17 e s.m.i. (*)
    (*) La frequenza del corso di formazione periodica e' annotata sull'attestato di idoneità professionale.

Inoltre devono essere in possesso dei requisiti morali previsti dall'art. 120 comma 1 per il rilascio della patente di guida. Tali requisiti sono già richiesti per il rilascio dell'abilitazione di insegnante di teoria e di istruttore di guida (articoli 1 e 6 del D.M. n. 17/2011) e devono essere sempre permanenti.
La richiesta di inserimento in organico deve essere presentata alla Città metropolitana di Torino dall’autoscuola interessata.

L’Ente rilascia all’insegnante/istruttore l’autorizzazione ad esercitare l’attività presso l’autoscuola (Tesserino insegnante e/o istruttore). Il tesserino ha validità di anni 2 dalla data di frequenza del corso di aggiornamento periodico di cui al D.M. n. 17/2011.

Se un'autoscuola rimane sprovvista dell'unico insegnante o istruttore di cui dispone e non abbia, per accertate difficoltà di reperimento, la possibilità di sostituirlo immediatamente con un altro, l'amministrazione può consentire che il titolare medesimo possa utilizzare, quale supplente temporaneo, per non più di sei mesi, un insegnante o istruttore di un'altra autoscuola o centro d'istruzione già autorizzati, in modo da assicurare il regolare funzionamento della stessa in relazione al numero degli allievi.

L'autoscuola può utilizzare a tempo parziale insegnanti ed istruttori regolarmente abilitati nonchè lavoratori autonomi anch'essi regolarmente abilitati. Al personale insegnante di più autoscuole, appartenenti ad un titolare o ad una società, è consentita la mobilità presso le diverse sedi (art.8 comma 4 del D.M. 17 maggio 1995 n. 317 (pdf 96 KB).

La circolare 80 del 13 maggio 1988 emanata dalla Direzione Generale MCTC prevede la possibilità di utilizzare, a tempo parziale presso le autoscuole, personale avente già un altro rapporto di lavoro pubblico o privato, purchè il datore di lavoro primario rilasci apposito nulla osta. Evidente che per detto personale dovranno essere ottemperati tutti gli obblighi previdenziali e tributari.

L'organico dell'autoscuola può essere costituito anche esclusivamente da insegnanti ed istruttori a tempo parziale (circolare 17/96).
Per dismettere personale insegnante dall'autoscuola è necessaria una comunicazione scritta da parte del titolare dell'autoscuola, indirizzata alla Città metropolitana, nonché la restituzione del titolo autorizzativo (tesserino insegnante e/o istruttore).

Qualora l'autoscuola abbia iscritto e direttamente presentato agli esami allievi in numero superiore a 160 nell'anno, ad eccezione di quelli inviati al centro d'istruzione, dei candidati ai certificati di abilitazione professionale e delle revisioni delle patenti, dovrà avere un ulteriore istruttore di guida.
Anche il centro d'istruzione che impartisce lezionidi guida che nel corso dell'anno prende in carico e presenti agli esami per il conseguimento della patente più di 160 allievi dovrà disporre di almeno due istruttori di guida.

Età istruttori di guida

Gli istruttori di guida possono esercitare la propria funzione fino al compimento dei 68 anni purchè non siano sopraggiunte limitazioni.
Successivamente, ai sensi del Decreto 8 luglio 1999 n. 432 (pdf 60 KB), gli istruttori possono svolgere le proprie funzioni, purchè mantengano la titolarità della patente di guida della categoria C o CE.

Esami per insegnanti di teoria e istruttori di guida