Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Non si affitta a persone straniere

Presentata la nuova azione di sensibilizzazione a contrasto della discriminazione abitativa


  • Locandina (pdf 132 KB) (cliccare sul QR Code per accedere al Modulo su Google)

Cosa significa cercare casa nel territorio metropolitano di Torino per persone provenienti da altri paesi e persone razzializzate?

√ą questa la domanda alla quale la Citt√† metropolitana di Torino cerca di rispondere proponendo la nuova attivit√† intitolata "Non si affitta a persone straniere", presentata nella sede istituzionale.

Si tratta di un modulo on line che permette di monitorare gli episodi di discriminazione nell'accesso all'abitazione; sarà possibile segnalare, in forma anonima e dettagliata, gli episodi discriminatori vissuti o di cui si è testimoni.

L'azione di sensibilizzazione è promossa dall'Associazione Almaterra, Punto Informativo della Rete Regionale contro le discriminazioni, e dall'Associazione Arteria Onlus con il supporto del Nodo metropolitano contro le discriminazioni della Città metropolitana di Torino che opera in collaborazione con Ires Piemonte.

"√ą compito della Citt√† metropolitana - ha dichiarato Valentina Cera, consigliera metropolitana delegata alle politiche giovanili, sociali e di parit√† - non lasciare nessuno indietro. Le politiche rivolte al contrasto delle discriminazione vanno a vantaggio di tutta la cittadinanza e non solo di chi √® concretamente discriminato". "L'azione che presentiamo oggi - ha concluso la consigliera Cera - va proprio in questa direzione: dare uno strumento che ci aiuti a monitorare la situazione e a mettere in campo azioni mirate".

Alla presentazione è intervenuto anche Jacopo Rosatelli, assessore alle politiche sociali, pari opportunità, politiche abitative di edilizia pubblica della Città di Torino che ha sottolineato come l'iniziativa sia uno strumento valido per liberarsi dai pregiudizi razziali, fare rete tra associazioni che si occupano di temi abitativi e iniziare un rapporto collborativo con agenzie immobiliari e organizzazione di inquilini e proprietari di case.

La progettazione e la realizzazione dell'attività è stata presentata da Paola Ciafardoni di Almaterra e Ivano Casalegno di Arteria Onlus, i rappresentanti delle due associazioni che insieme a Città metropolitana hanno concretamente lavorato alla stesura del modulo.

Infine la testimonianza di Karmadonne, associazione carmagnolese, che con il racconto di Elisa Fossat e Elisabetta Elia ha delineato una situazione critica sul tema anche sul territorio metropolitano.

Il modulo è on line https://forms.gle/HaCty11RFq79R9kr5 ed è a disposizione di tutte le associazioni interessate a contribuire all'azione e ad adottarlo come strumento di lavoro.


(13 ottobre 2022)