Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Antenne Europa

L'origine etimologica del termine antenna - quello a cui fece riferimento anche Guglielmo Marconi - è marinaresca e indica il lungo palo, trasverso rispetto all'albero, che sostiene in alto la vela quadra o latina.  Traslato nel linguaggio comune, indica però anche la capacità, la facoltà e soprattutto la volontà di ascoltare e di udire. A questa abilità si deve il nome dei punti informativi sull'Unione europea - denominati appunto Antenne Europa - che il Centro Europe Direct di Città metropolitana di Torino ha attivato da molti anni  in collaborazione con numerosi Comuni del territorio.

Situate presso gli sportelli al cittadino (Urp, Informagiovani, biblioteche...) oggi le Antenne Europa  sono una ventina e hanno l'obiettivo di facilitare l'accesso all'informazione a livello locale e contribuire ad aumentare la visibilità dell'attività comunitaria a livello territoriale

Sono veri e propri moltiplicatori della capacità di fornire servizi informativi sull'Unione europea e, in costante collegamento con lo sportello centrale di Torino, garantiscono l'accoglienza e il servizio di risposta al cittadino a livello locale, sia per il livello base che per eventuali richieste di approfondimento su tematiche specifiche. Le Antenne Europa rappresentano inoltre un punto decentrato di distribuzione delle pubblicazioni informative prodotte dalla Commissione europea e partecipano alla programmazione delle iniziative di carattere informativo e di sensibilizzazione sul territorio, contribuendo all'attività di feed-back delle opinioni e delle istanze dei cittadini verso le istituzioni europee.

Cominciamo a presentare alcune realtà attive: il sindaco Fulvio Gallenca sindaco ci racconta come Foglizzo abbia aderito alla proposta di aprire un'Antenna sul suo territorio 

Carmela Vizzari presidente del Consiglio comunale di Settimo torinese è testimone di quanto accade in una città di dimensioni più grandi

 

(03 agosto 2020)