Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

MOSTRA REGIONALE DELLA TOMA DI LANZO

Usseglio la 23ª Mostra Regionale della Toma di Lanzo, dedicata al formaggio a pasta cruda e a maturazione media, ottenuto da latte intero o parzialmente scremato per affioramento e miscelato a latte appena munto.
La manifestazione è stata inaugurata venerdì 12 luglio con l’ormai tradizionale taglio della forma di Toma DOP e con l’apertura degli stand enogastronomici, alla presenza di parlamentari, rappresentanti della Regione, del vicesindaco della Città metropolitana, Marco Marocco, di numerosi amministratori locali, cittadini ussegliesi, turisti e produttori che espongono le loro eccellenze casearie e più in generale agroalimentari, locali e provenienti da altre Province e Regioni d’Italia.
“La Città metropolitana, - ha sottolineato Marocco – è presente in manifestazioni come la Mostra della Toma perché è vicina alle comunità locali delle vallate alpine. Siamo al servizio del territorio, ad esempio coordinando la partecipazione degli Enti e degli operatori economici locali ai progetti europei. Le Città metropolitane chiedono l’istituzione di un tavolo di coordinamento con il Governo, al pari di quello già esistente con le Regioni, per poter esercitare la loro funzione di impulso allo sviluppo economico e sociale e per poter rappresentare gli interessi dei territori, anche e soprattutto di quelli montani e rurali”.

Anche nel terzo fine settimana di luglio ad Usseglio bancarelle e stand proporranno prodotti tipici, inusuali ricette e sapori dimenticati. I formaggi DOP del Piemonte e i formaggi del Paniere della provincia di Torino saranno in degustazione insieme ad altri prodotti caseari d’eccezione. L’organizzazione della Mostra mette a disposizione navette a orari fissi con partenze da Germagnano al costo di 4 Euro andata e ritorno, gratuito per i bambini fino al compimento del quinto anno di età. Una navetta sarà anche disponibile per visitare gli angoli più suggestivi di Usseglio: il forno comunitario, il mulino, il Ròch dij Gieugh e l'alpeggio didattico di Pian Benot.
Nei due fine settimana della manifestazione al Museo civico di Usseglio è possibile visitare due mostre, dedicate alle fotografie scattate da Carlo Virando (1884-1980) durante le sue ascensioni nelle Valli di Lanzo e alle opere ad olio e a pastello di Alessandro Poma (1874-1960), eseguite tra fine ’800 e inizio ’900 e dedicate ai paesaggi e alle architetture di montagna. 

Le proposte per il fine settimana: 

  • sabato 20 luglio sono in programma l’iniziativa “Fattoria in fiera” e il pranzo del margaro. Alle 18 la compagnia teatrale “I Countrabandiè d’la Lera” presenterà “Toma per Toma” - Delle notti e dei fuochi” con Diana Libergoliza e Marco Perazzolo, scritto da Fabio Scibetta. Alle 19,30 nel Palatoma è in programma la cena “Omaggio al Canavese: Tofeja con faseul cun Previ e salam”. Alle 21,15 i musicisti de “Il Terzo Turno da des a ses” presenteranno lo spettacolo “Le cansun d’la piola”, omaggio a Gipo Farassino. Per l’intera giornata il “Mani in pasta day” in borgata Perinera proporrà il rito dell’accensione del forno comunitario che serviva agli abitanti della borgata per cuocere il pane. Alle 15 “Mani in pasta piccolo chef!” coinvolgerà i bambini nell’impasto e nella preparazione di pigotte che saranno cotte nel forno e portate a casa a ricordo della manifestazione. Gli adulti potranno imparare a tenere in vita il prezioso lievito naturale, che sarà distribuito gratuitamente a tutti i partecipanti. È anche in programma il laboratorio “Un’ora da pizzaiolo”, mentre alle 14,30 l’Associazione Panificatori di Torino terrà un incontro dedicato alla differenza tra i grissini rubata e gli stirati, all’impasto, alle farine e agli altri ingredienti, con dimostrazione della cottura dei grissini. Per tutta la giornata si potrà assistere alla macinazione del grano nel mulino a pietra della borgata; 
  • domenica 21 luglio la manifestazione si concluderà con la mostra bovina, ovina e caprina di razze alpine e con la rassegna-confronto delle capre a cura dell’associazione “Li Appasiunà dle Crave dla Val ad Lans”.
    Per informazioni si può scrivere a liapassiunà@gmail.com. Torneranno la mostra mercato, il mercato agricolo delle Città Slow, il pranzo nell’area fieristica e nei ristoranti ussegliesi intitolato “I sapori della carne”, la risottata nella maxi padella con i formaggi piemontesi. Alle 17 il macellaio Bruno Novero darà una dimostrazione dal vivo su “Come nasce il salame di Turgia”, con degustazione a seguire. Infine, alle 18,30 la premiazione delle rassegne zootecniche e del “rudun” (campanaccio) più originale, a cura della Coldiretti di Torino.

Il programma completo

 

(15 luglio 2019)