Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

CeSeDi per la scuola

Anche per l'anno scolastico 2019/2020 il Ce.Se.Di. - Centro Servizi Didattici della Città metropolitana mette a disposizione un catalogo di attività formative rivolto a studenti e insegnanti con opportunità di approfondimento, formazione e sperimentazione didattica.
Il Catalogo Ce.Se.Di. per la scuola 2019-2020 si compone di due fascicoli: uno dedicato alle attività di formazione degli insegnanti, con i servizi della biblioteca e del centro di documentazione, l’altro contenente tutti i progetti e le iniziative rivolti agli allievi dei sistemi di istruzione e di formazione professionale.

"Con i progetti di attività per gli studenti - spiega la consigliera metropolitana delegata all'istruzione Barbara Azzarà - abbiamo l’ambizione di collaborare a valorizzare le potenzialità e le progettualità espresse dalle autonomie scolastiche, ma nello stesso tempo di provare a rispondere ai reali bisogni formativi delle giovani generazioni.
Tra gli obiettivi prioritari, la lotta ad ogni forma di discriminazione, le pari opportunità, l’accesso ai diritti e ai percorsi di integrazione e di inclusione dei soggetti più deboli, la prevenzione ed il contrasto dei bullismi. Proponiamo agli studenti tre percorsi di cittadinanza europea, mentre nel settore dedicato alla storia e alla società contemporanea valorizziamo il centenario della nascita di Primo Levi con la proposta di una mostra a lui dedicata; c’è spazio anche per affrontare le questioni legate ai sentimenti e all’affettività dei giovanissimi, ma si parla anche di prevenzione del suicidio degli adolescenti".
La strada intrapresa da Città metropolitana si muove per potenziare l’offerta, realizzata in stretta collaborazione con il sistema scuola nel suo complesso con la conferma dell’impegno a promuovere il lavoro di rete tra le istituzioni scolastiche, le associazioni e gli enti pubblici, sempre più necessario per recuperare esperienze innovative nella didattica facilitando l’incontro di domanda e offerta qualificata di formazione.
"In particolare abbiamo inserito percorsi mirati e dedicati ai temi della sostenibilità ambientale e della prevenzione del bullismo, consapevoli come siamo che si tratta di priorità cui rivolgere la nostra attenzione" aggiunge Azzarà riferendosi ai percors deidcati anche agli insegnanti.
Attraverso il raccordo con le "scuole polo" il catalogo è lo strumento utile per avviare la raccolta dei fabbisogni di formazione rilevati nei rispettivi ambiti territoriali e favorire lo scambio tra realtà diverse, orientando il più possibile l’offerta alle esigenze espresse dalle istituzioni scolastiche del territorio.
"Facciamo tesoro delle esperienze attivate in questi ultimi anni, partendo dalle rilevazioni fornite dalle "scuole polo" che hanno contribuito a individuare le tematiche di maggiore interesse - aggiunge ancora Azzarà – e grazie alla collaborazione istituzionale, le proposte formative - frutto di esperienze e buone pratiche già sperimentate dal Ce.Se.Di. - si sono aperte ai docenti di tutto il territorio regionale e sono rientrate a pieno titolo nel sistema nazionale di formazione continua dei docenti".

Il Catalogo scaturisce dalla valutazione dei progetti presentati secondo gli indirizzi contenuti nelle linee guida pubblicate da questo Ente nello scorso mese di maggio, con un’attenzione particolare ai costi delle singole azioni. Per offrire ampie opportunità alle istituzioni scolastiche sono presenti attività "a costo zero" e progetti che contano su finanziamenti esterni, fanno parte del "Catalogo" anche iniziative che prevedono una partecipazione finanziaria delle scuole. Il supporto operativo del Ce.Se.Di consente comunque di ammortizzare parte delle spese organizzative.
Le proposte per la formazione dei docenti rispondono alle normative vigenti con possibilità di inquadramento nel Pnfd (Piano nazionale per la formazione docenti), sono riconosciute e considerate valide dal punto di vista formativo anche dall’Ufficio Scolastico Regionale Piemonte.
Il Centro Servizi Didattici si riserva di effettuare una selezione delle richieste, qualora non sia possibile accoglierle tutte, secondo i seguenti criteri:

  • adesioni pervenute nei termini prescritti;
  • distribuzione equilibrata fra Torino e fuori Torino e nei diversi ordini di scuola;
  • partecipazione del maggior numero di scuole possibile, eventualmente riducendo il numero di attività assegnate ad ogni singola scuola;
  • la non attivazione di alcune delle attività proposte a fronte di un’esigua adesione da parte delle scuole/docenti o per altre ragioni di carattere giuridico, amministrativo o di opportunità.

Tutti i corsi di formazione insegnanti previsti saranno avviati in presenza di un numero minimo di partecipanti adeguato allo svolgimento degli stessi.
Le scuole interessate ad attivare percorsi e progetti presentati negli anni precedenti e non più a catalogo, possono rivolgersi al Ce.Se.Di. per essere messi in contatto con i singoli soggetti titolari degli stessi.

Le prentazioni alle singole iniziative e le iscrizioni ai corsi di formazione dovranno pervenire entro il 20 ottobre 2019, salvo diversa scadenza espressamente indicata.

Info utili, Catalogo 2019/2020 e moduli di adesione.


(26 settembre 2019)