Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Progetto StouRing

Il progetto, denominato "StouRing: in bici o a piedi tra acque, natura e cultura" nasce dalla proposta dell'IIS D'Oria di Cirié, che, già a partire dal 2013, è stato coinvolto in attività didattiche e di progettazione nell'ambito del Contratto di Fiume.
Nell'occasione un raggruppamento di Enti del territorio del bacino della Stura di Lanzo ha lavorato in stretta sinergia per una progettazione di interesse sovracomunale ispirata da diversi spunti nati nell'ambito del progetto Corona Verde II e dello stesso processo di Contratto di Fiume.

Lo "StouRing" si propone di valorizzare le valenze culturali, ambientali e paesaggistiche del bacino a partire dagli ambienti fluviali, che storicamente costituiscono il punto di partenza dello sviluppo del territorio. Si sono evidenziate le potenzialità di sviluppo e qualificazione territoriale connesse alla formazione di reti di fruizione (greenways ciclabili), per completare la serie di interventi frazionati attualmente esistenti e rendere connessi al Parco La Mandria e alla Reggia di Venaria molti beni culturali e ambientali oggi quasi sconosciuti, con lo scopo di creare un'identità comune per il territorio.

Sono oltre 50 i chilometri di anello ciclopedonale che attraversa i comuni di Balangero, Borgaro Torinese, Cafasse, Caselle Torinese, Ciriè, Druento, Fiano, La Cassa, Lanzo Torinese, Mathi, Nole, Robassomero, San Gillio, San Maurizio Canavese, Venaria Reale, Villanova Canavese e il parco La Mandria.

Gli Enti coinvolti nella progettazione già da tempo partecipano alla condivisione di obiettivi politici di riqualificazione territoriale e ambientale previsti dal processo del Contratto di Fiume, coordinato da questa Città metropolitana. Il raggruppamento è composto dai 4 enti maggiormente strategici per il territorio dello StouRing: le Città di Venaria, Lanzo e Cirié e il Parco La Mandria (Ente di Gestione delle aree protette del territorio metropolitano di Torino), le 4 "porte" del sistema StouRing.

Il Servizio risorse idriche, nelle varie fasi del progetto, ha raccolto molte informazioni che hanno consentito di elaborare uno schema di cartografia comprendente i diversi itinerari cicloescursionistici dell'area, le principali peculiarità ambientali e culturali e l'indicazione dei servizi a disposizione per gli escursionisti (punti di noleggio bici o bike-sharing, aree attrezzate, parcheggi di interscambio ed altre); con le indicazioni raccolte, il Comune di Venaria ha avviato un programma per predisporre un primo lotto di mappe, che potranno essere distribuite presso il punto informazioni dell'InQubatore Qulturale di Corona Verde e in altri punti strategici sul territorio; la mappa, avrà diversi formati ed utilizzi, e le informazioni contenute, in forma più estesa e maggiormente di dettaglio, saranno riportate anche nella pagina del progetto StouRing.

 

(15 febbraio 2018)