Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Mostra della ceramica

A Castellamonte 58ª edizione della Mostra della Ceramica: dal 18 agosto al 2 settembre il Comune canavesano ospiterà le opere dei migliori artisti della ceramica.

La novità di questa edizione è il bando internazionale "Ceramics in Love", 132 artisti che avranno la possibilità di esporre le opere durante la manifestazione.
In totale, saranno esposte 150 opere di piccole, medie, grandi e grandissime dimensioni, provenienti da tutte le regioni d'Italia e anche dall'estero: Francia, Grecia, Croazia e Russia.
Alla giuria, composta da eminenti personalità dell'arte e della critica, toccherà il compito di stabilire i vincitori del concorso. Le sedi espositive ufficiali saranno Palazzo Botton, il Centro congressi Martinetti e il Liceo artistico statale Felice Faccio. Al concorso saranno riservate le sedi di Palazzo Botton e il secondo piano del Centro Martinetti. Il primo piano dell'ex cinema, invece, sarà dedicato alla parte commerciale.

Presenti, naturalmente, le famose stufe di Castellamonte, i prodotti ceramici delle industrie e delle botteghe d'arte dei ceramisti. Sono previste, inoltre, novità nell'allestimento del piano nobile di Palazzo Botton. Anche per l'edizione di quest'anno, oltre alle sedi espositive pubbliche ufficiali, sono confermati i punti espositivi privati che accompagnano il percorso della mostra: il Cantiere delle Arti, la ditta La Castellamonte, la Casa Museo Allaria, le Fornaci Museo Pagliero, le Ceramiche Castellamonte di Elisa Giampietro, le Ceramiche Camerlo, le Ceramiche Grandinetti, la bottega d'arte di Rosa Maria Teresa.

Come per le edizioni precedenti, nei giorni prefestivi e festivi, è prevista una navetta per un sopralluogo ai suggestivi "castelletti", da dove si ricava la famosa argilla rossa di Castellamonte.

Ad arricchire la rassegna una serie di iniziative collaterali che le associazioni locali offrono per far vivere al meglio la manifestazione e per valorizzare la tradizione secolare della terra rossa castellamontese; diversi appuntamenti fra spettacoli, conferenze, proiezioni, presentazione di libri e concerti di musica rock. Non mancherà la tradizionale Festa della birra.
Anche quest'anno la mostra chiuderà i battenti con un concerto serale per pianoforte.

L'evento è organizzato dall'amministrazione comunale di Castellamonte, con il patrocinio della Regione Piemonte e della Città metropolitana di Torino.

Info:
Mostra della Ceramica
dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 21 - sabato e domenica dalle 10 alle 21;
tel. 0124 5187 216 - email: cultura@comune.castellamonte.to.it
Ingresso libero.

 

Castellamonte e la sua Ceramica

Quella della ceramica di Castellamonte è una storia che inizia da lontano.
Un artigianato legato soprattutto alla produzione delle stufe e stoviglierie, in cui si innesta la creatività artistica come elemento vitale.
Le proprietà refrattarie delle argille castellamontesi erano note sin dall'antichità.
Con esse in epoca romana si foggiavano le stoviglie da fuoco, nel medioevo si costruivano le tavelle per i forni da pane e, a partire dal XVI-XVII secolo - quando l'industria bellica avviò la produzione delle armi da fuoco - le terre locali iniziarono ad essere sempre più richieste dalle fonderie.

Tra il XVIII e XIX secolo sulle idee provenienti dall'America, Inghilterra e Francia gli artigiani castellamontesi svilupparono diverse tipologie di apparecchi per il riscaldamento che vedevano come elemento fondante l'impiego dell'argilla refrattaria locale. Nel giro di pochi decenni, Castellamonte divenne un punto di riferimento nazionale, grazie ai suoi prodotti che si contraddistinguevano per alcune caratteristiche che erano l'alta qualità della materia prima e la bellezza estetica, grazie alle sapienti mani dei suoi artigiani.

La terra era ottima per la lavorazione e la resistenza e questo portò la creazione di importanti fabbriche dai marchi conosciuti. Nel 1873 si contavano 20 fabbriche che impiegavano 600 operai su una popolazione di 8000 abitanti.
Tra tutti i prodotti, le stufe diventarono il simbolo di Castellamonte e lo sono ancora tutt'oggi. Esse sono l'evoluzione tecnica, tecnologica ed estetica degli antichi modelli che oltre ad essere oggetti estremamente funzionali, sono diventate un vero e proprio complemento d'arredo, alla cui ideazione hanno partecipato negli anni numerosi artisti e designer.

La Mostra della Ceramica di Castellamonte costituisce uno dei più tradizionali e conosciuti appuntamenti espositivi del Piemonte. Qui si presentano le migliori produzioni ceramiche degli artisti locali, le opere di famosi maestri nazionali ed internazionali ma si cerca anche di non dimenticare un passato fatto di botteghe e di artigiani dalle mani magiche che grazie alla terra rossa delle nostre colline davano vita a prodotti unici e bellissimi.

 

(16 agosto 2018)