Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

Edilizia scolastica: verso il nuovo piano triennale

Martedì 13 febbraio, nell'auditorium della Città metropolitana, si è svolto il convegno "Edilizia scolastica: verso il nuovo piano triennale 2018-2020. Obiettivi e possibilità", organizzato dalla Regione Piemonte in collaborazione con Anci, Uncem e questa Città metropolitana.

In attesa della pubblicazione del decreto interministeriale per l'attuazione della programmazione nazionale, il seminario ha avuto l'intento di offrire un panorama delle misure di finanziamento e delle risorse tecniche che possono essere messe in campo dalle strutture dello Stato, della Regione e degli Organismi associativi degli Enti locali per l'adeguamento del patrimonio di edilizia scolastica dei Comuni.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha spiegato che nella nuova programmazione triennale 2018-2020, che partirà a breve, sono previsti 1 miliardo e 300 milioni di risorse di mutui Bei e del fondo infrastrutture dell’ultima legge di bilancio. Tutti gli enti locali sono stati invitati a predisporre i progetti, con una maggiore attenzione per gli interventi che riguardano la sicurezza delle scuole.
La Cassa Depositi e Prestiti, ha illustrato il Fondo rotativo per la progettualità, uno strumento che consente a Comuni, Province, Città metropolitane e Regioni di ottenere prestiti per redigere i progetti delle opere pubbliche e degli investimenti, senza dover pagare gli interessi, visti che questi ultimi sono a carico dello Stato.

Al convegno hanno partecipato oltre ai rappresentanti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Cassa depositi e prestiti, anche del gestore dei Serivizi energetici, dell'Agenzia per la coesione territoriale, della Regione Piemonte e consiglieri delegati di questa Città metropolitana.

 

(14 febbraio 2018)