Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

Contro le discriminazioni

Giovedì 26 ottobre a Palazzo Cisterna si è svolto un incontro dedicato al “Nodo territoriale della Città metropolitana di Torino” che viene istituito nell'ambito della Rete regionale contro le discriminazioni del Piemonte.
Alla riunione erano presenti Monica Cerutti, assessora alle pari opportunità della Regione Piemonte, Silvia Cossu, consigliera delegata ai diritti e parità, welfare della Città metropolitana e Marco Giusta, assessore alle pari opportunità del Comune di Torino.

La Regione Piemonte ha istituito una Rete regionale contro le discriminazioni con compiti di prevenzione e contrasto delle discriminazioni e assistenza alle vittime, in accordo con l'Unar (l'Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull'origine etnica del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri) gli enti locali piemontesi, l'associazionismo e le parti sociali.

L'impegno di questa Città metropolitana contro le discriminazioni ha una storia lunga, nel novembre del 2011 l'allora Provincia di Torino e la Regione Piemonte siglarono un protocollo della durata di tre anni, in seguito al quale la Provincia ha attivato una rete cui aderirono circa 35 fra associazioni ed enti. Il Servizio lavoro della Provincia di Torino aveva promosso e realizzato azioni per il rafforzamento dell'occupazione e di accompagnamento nell'inserimento lavorativo di persone disoccupate vittime o a rischio di discriminazione.
Fra le prime azioni in programma nell'accordo c'è il rafforzamento della rete: a breve sarà pubblicato un bando di manifestazione d'interesse per enti e associazioni che sono disponibili a creare punti informativi sul territorio, per un'azione sempre più capillare ed efficace.
Il lavoro congiunto su questo tema tra la Regione Piemonte e la Città metropolitana di Torino, già avviato in passato, è stato formalizzato a luglio 2017 attraverso la sottoscrizione di un protocollo d'intesa siglato dalla Direzione coesione sociale della Regione Piemonte e il Servizio politiche sociali e di parità di questa Città metropolitana.

Obiettivi del protocollo d'intesa:

  • la creazione e l'implementazione del Nodo territoriale della Rete regionale contro le discriminazioni, ovvero uno sportello di accoglienza, orientamento e presa in carico delle persone segnalanti e gestione dei casi di discriminazione;
  • l'attivazione e ordinamento dei punti informativi nell'ambito del territorio metropolitano;
  • la costruzione e coordinamento di una Rete territoriale contro le discriminazioni;
  • il monitoraggio del fenomeno delle discriminazioni sul territorio metropolitano;
  • le attività informative, comunicazione e sensibilizzazione sulla tematiche antidiscriminatorie.

Lo sportello di Palazzo Cisterna offrirà i seguenti servizi:

  • colloqui di accoglienza;
  • presa in carico e accompagnamento della vittima;
  • informazioni sui diritti e orientamento all'accesso ai servizi e alle autorità competenti;
  • conciliazione informale;
  • comunicazione all'autorità giudiziaria nei casi a rilevanza penale.

Info
Nodo territoriale metropolitano contro le discriminazioni
Palazzo Cisterna, via Maria Vittoria n. 12 – Torino
telefono 011 8612153 il martedì mattina dalle 9:00 alle 13:00
email: antidiscriminazioni@cittametropolitana.torino.it
SMS o whatsapp: 349 6510627

 

(27 ottobre 2017)