Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

LA PRIMAVERA TORNA AL CASTELLO DI PRALORMO CON MESSER TULIPANO

Dal 2000 nel parco del castello medievale di Pralormo la manifestazione "Messer Tulipano" annuncia l'arrivo della primavera con la straordinaria fioritura di oltre 75.000 tulipani. Tra le varietà più curiose selezionate per il 2016 dagli organizzaori vi sono una collezione di tulipani neri, i nuovissimi tulipani pop up, i parrot, gli eleganti viridiflora, i tulipani stellati, i frills, dai bordi sfrangiati e tanti altri. La presentazione ufficiale di Messer Tulipano 2016 si è svolta con una conferenza stampa martedì 22 marzo a Palazzo Cisterna.

Per la nuova edizione, l'argomento collaterale sarà il linguaggio dei fiori. Nel parco storico, nell'antica Orangerie e nella serra ottocentesca del castello, scenografie, mostre ed esposizioni offriranno spunti nel campo della moda, dell'arte e del flower design, proposti da collezionisti, artisti, stilisti, paesaggisti, vivaisti, chef, maître pâtissier, ballerini e flower designer.

Sarà possibile ammirare i kimono "fioriti" di Nancy Martin, artista e textile designer americana che ha scoperto e approfondito la cultura del kimono e i significati simbolici e poetici racchiusi nei decori. Lo stilista Walter Dang proporrà invece "I fiori del mio giardino segreto", una mostra di abiti ispirati ai fiori e al loro linguaggio con un'interessante installazione dell'artista Osvaldo Moi. "Le fate dei fiori" è invece la collezione di Fabrizia Morandi, che proporrà i foulard in seta creati dalla torinese Francesca Capalbi, illustratrice, stilista, disegnatrice di moda, designer per tessuti d'arredamento attiva nella prima metà del Novecento. Gli "Acquerelli in fiore" saranno quelli di Maria Rita Stirpe, illustratrice botanica.
Le opere di Alfred Drago Rens uniscono invece la passione per la fotografia e quella per i fiori. L'artista italo-canadese esporrà tre grandi opere della serie "Memorie" e sedici della serie "Fiori small".
"Pioggia di Fiori - Hana no Ame" è la suggestiva installazione che sarà realizzata da Toshiro Yamaguchi nel portico d'onore del castello: 336 fiori modellati dall'artista nipponico simboleggeranno la famiglia Beraudo di Pralormo dall'anno dell'infeudazione da parte di Madama Reale fino ad oggi.
L'installazione "Due ninfe" di Luisa Valentini creerà una soglia verso il giardino e la fioritura di tulipani. Le "Impalcature di tulipani" sono quadri a matita che saranno esposti da Magali de Maistre, illustratrice naturalistica sulla rivista "Gardenia". La mostra "La luce accende i fiori" del pittore Bruno Molinaro proporrà soggetti resi con una ricchezza straordinaria di materia e colore. Il pittore naturalista Dario Cornero coinvolgerà grandi e piccoli con dimostrazioni e lezioni introduttive per scoprire i segreti dell'acquerello.
Il maître pâtissier Valerio Angelino Catella allestirà una piccola esposizione dedicata al "linguaggio dei fiori".

La Scuola Italiana Arte Floreale proporrà composizioni con fiori, foglie, rami e avanzi di potatura, che daranno vita a personaggi da fiaba e quadri floreali. L'antica serra francese offrirà "Profumi di Sicilia", un assaggio del percorso botanico del Giardino dei Gelsomini Carruba di Giarre (Catania). Sulle pareti della serra la mostra fotografica "Profumo di donna" racconterà l'epopea delle raccoglitrici di fiori di gelsomino siciliane, che nel Novecento fornivano la "concreta di gelsomino", ingrediente fondamentale del mitico profumo Chanel Nº 5.

Gli allestimenti nel parco del castello

"I fiori dello Zodiaco" è un giardino realizzato dall'Almanacco Barbanera intorno alla rappresentazione del compasso del famoso astronomo-astrologo Un orto-giardino sarà realizzato dalla paesaggista Mariolina Monge con verdure e fiori che disegnano una struttura a griglia ispirata all'opera del pittore Piet Mondrian. Un grande orologio floreale sarà proposto dall'Istituto agrario Baldessano Roccati di Carmagnola e sarà ispirato alla meridiana botanica del naturalista svedese Carolus Linneo.
I secolari cedri del Libano che dominano il parco accoglieranno la scenografia "Gocce di vita": scintillanti cascate di gocce di cristallo che, toccando terra, si trasformeranno nelle bottiglie in vetro disegnate da Giorgetto Giugiaro.

Come visitare la mostra

Messer Tulipano è visitabile tutti i giorni dal da sabato 2 aprile a domenica 1º maggio, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18, il sabato, la domenica e nei festivi dalle 10 alle 19. L'ingresso costa:

  • 8 Euro a persona;
  • 6,50 per i gruppi prenotati e per i possessori di tessere convenzionate (tra cui Abbonamento Torino Musei e Torino+Piemonte Card);
  • 5,50 Euro per i gruppi prenotati nei giorni infrasettimanali;
  • 4 Euro per i bambini dai 4 ai 12 anni;
  • gratuito fino a 4 anni.

Si ricorda ai gentili visitatori che gli amici a quattro zampe sono i benvenuti nel parco, ad attenderli anche ciotole di acqua fresca.

Per consultare il programma completo delle proposte e degli eventi di Messer Tulipano: www.castellodipralormo.com

(23 marzo 2016)