Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

ULTIMI PREPARATIVI PER L’EDIZIONE 2016 DELLA CESANA-SESTRIERE

LA PIÙ SUGGESTIVA CORSA IN SALITA PER AUTO STORICHE

Giovedì 30 giugno è stata presentata presso la sede dell’Automobile Club Torino la trentacinquesima edizione della Cesana-Sestriere “Trofeo Avvocato Giovanni Agnelli”, gara di velocità in salita per auto storiche valida per il Campionato Europeo e Italiano della Montagna.
L’appuntamento con la manifestazione automobilistica patrocinata e sostenuta dalla Città metropolitana è per sabato 9 e domenica 10 luglio sul classico percorso delle montagne olimpiche, con un anticipo venerdì 8 per le verifiche tecniche e sportive. Quest’anno la Cesana-Sestriere Experience “Memorial Gino Macaluso” si sdoppia e abbina alla tradizionale sfilata-concorso una gara di regolarità per auto storiche sul tracciato della cronoscalata e con rilevamenti cronometrici di precisione.

L’iniziativa porterà sul “Colle” nuovi protagonisti, che daranno spettacolo sui 10.400 metri del percorso che dai 1350 metri di Cesana Torinese porta ai 2035 metri di Sestriere, con un dislivello di 685 metri. Sono attese oltre 120 vetture storiche al via della cronoscalata: dalle piccole Fiat Abarth 595 ai potenti prototipi firmati Dallara e Osella, passando per le affascinanti vetture sport degli anni 50: Alfa Romeo, Ferrari, Maserati e Porsche. A queste si aggiungono circa 80 vetture della Cesana-Sestriere Experience.

Il tempo record da battere è sempre il 4’,32”,68/100 ottenuto da Andres Vilarino su Lola T298 nell’edizione del 1992. Al record si è avvicinato l’anno scorso Stefano di Fulvio, percorrendo le 42 curve in 4’,38”,16/100 alla media di 134,6 km orari sul nuovo percorso, che include ben tre chicane di rallentamento.

La storia, il percorso e le misure di sicurezza

Il percorso è lo stesso della prima edizione della celebre cronoscalata, che l’Automobile Club Torino organizzò nel 1961, in occasione delle celebrazioni del 100° anniversario dell’Unità d’Italia. Nei primi 14 anni della manifestazione si sono alternati sul podio i grandi nomi dell’automobilismo mondiale, come il tedesco Edgar Barth, primo nel 1963 e nel 1964 con la Porsche; Lodovico Scarfiotti, vincitore con la Ferrari Dino nelle due edizioni successive; e poi Rolf Stommelen, Gerhard Mitter, Peter Schetty con la Ferrari, Arturo Merzario e Johannes Ortner, primi con l’Abarth 3000 nel 1970 e 1971. Nel 1972 è iniziata l’era di Mauro Nesti, vincitore ben nove volte. La Cesana-Sestriere si è corsa ininterrottamente dal 1961 al 1973. Nel 1981 l’Automobile Club Torino riprese ad organizzarla, proseguendo fino al 1992. Dal 2007 la corsa è riservata alle auto storiche.
I tornanti e i tratti rettilinei misti mettono a dura prova la bravura dei piloti e le doti velocistiche e di tenuta delle vetture, visto che, in alcuni punti, le potenti auto Sport Prototipo sfiorano e a volte superano i 200 km orari.

Per garantire la sicurezza dei piloti e del pubblico in occasione della gara la strada provinciale 23 del Sestriere viene dotata di guardrail e barriere di sicurezza supplementari, ai quali si aggiungono le postazioni fisse con ambulanza e quelle antincendio e di soccorso stradale.
I 150 commissari di percorso aiutati da 200 collaboratori – Alpini, Carabinieri, cronometristi, radioamatori, dipendenti del comprensorio sciistico della Vialattea – installano due chicane di rallentamento all’entrata del paese di Champlas du Col.
Sono ben 42 le postazioni che durante le prove e la gara verranno presidiate dai commissari in contatto radio tra di loro. In ognuna delle 8 postazioni fisse saranno presenti un’ambulanza attrezzata e personale specializzato per la rianimazione. I volontari Aib saranno dotati di 8 mezzi antincendio, mentre i carri per il soccorso stradale saranno forniti da Aci Global.
Circa 2000 pneumatici saranno dislocati nelle curve o nelle uscite dalle curve. Oltre 100 grosse rotoballe di paglia saranno collocate a protezione di punti particolarmente delicati. Ogni anno il servizio Esercizio viabilità della Città metropolitana, in vista della manifestazione, effettua verifiche e interventi sul manto stradale e sulle banchine laterali, per assicurare la regolarità della gara e la sicurezza dei piloti e del pubblico.


(01 luglio 2016)