Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

SULLA STRADA PROVINCIALE 50 DEL COLLE DEL NIVOLET TORNA IL PROGETTO DI MOBILITA’ SOSTENIBILE "A PIEDI TRA LE NUVOLE"

Torna per il quattordicesimo anno consecutivo "A piedi tra le Nuvole", l’iniziativa dedicata alla mobilità dolce promossa dal Parco Nazionale Gran Paradiso, dalla Città metropolitana di Torino, dalla Regione Autonoma Valle d’Aosta e dai Comuni di Ceresole Reale e Valsavarenche.

Partita dalle valli Orco e Valsavarenche, "A piedi tra le Nuvole" continua a crescere e coinvolge oggi molti Comuni del Parco su entrambi i versanti, quello torinese e quello valdostano. All’insegna del motto "Spegni il motore, ascolta la montagna", l’area protetta più antica d’Italia vuole offrire a tutti la possibilità di vivere il Parco con lentezza e con la libertà di muoversi in un ambiente naturale affascinante e privo di auto.

Come stabilito da un’ordinanza emessa dal Servizio viabilità 3 della Città metropolitana, tutte le domeniche dal 10 luglio al 28 agosto e nella giornata di Ferragosto gli ultimi sei chilometri della strada provinciale 50 del colle del Nivolet saranno chiusi al traffico automobilistico privato e si potranno percorrere a piedi, in bicicletta o con le navette. Senza i rumori del traffico e l’odore dei gas di scarico si potranno osservare i paesaggi incontaminati delle torbiere dove vivono stambecchi, marmotte e rapaci e si potrà riscoprire il profumo di un’aria davvero pulita.

La regolamentazione festiva del traffico e le opportunità di scoperta del parco nazionale del Gran Paradiso

Tutte le domeniche a partire al 10 luglio e a Ferragosto gli ultimi 6 Km e 850 metri della strada provinciale del colle del Nivolet - dal Km 11+550 al Km 18+400 - saranno chiusi al traffico automobilistico privato, dalle 9 alle 18 nella direzione località Serrù-colle del Nivolet e dalle 9 alle 13 nella direzione opposta. Le deroghe al divieto di transito riguardano i mezzi agricoli impiegati nelle attività agro-silvo-pastorali, nella sistemazione di piste sciistiche, nelle opere idraulico-forestali, nelle operazioni di pronto soccorso, di vigilanza forestale, antincendio e di pubblica sicurezza, nonché i mezzi utilizzati per servizio pubblico. La deroga è prevista anche per veicoli a motore ad uso del personale dipendente delle attività commerciali in quota e impegnati nelle manifestazioni turistico-sportive, per i veicoli a motore degli utenti prenotati per il pernottamento presso i rifugi Chivasso e Savoia in possesso di prenotazione scritta rilasciata dai gestori, per i veicoli adibiti al trasporto collettivo di persone e per quelli muniti di apposito contrassegno "invalidi".

Nei giorni feriali nel tratto della provinciale 50 interessato dalla regolamentazione domenicale è in vigore il limite di velocità di 40 Km orari. In tale tratto e nelle aree con funzione di piazzole di interscambio per gli autobus-navetta è anche istituito il divieto di sosta permanente. Sono disponibili parcheggi nelle località Serrù, Losere e Bastalon e presso i rifugi Chivasso e Savoia, in corrispondenza delle fermate dei bus navetta gestiti dal GTT – Gruppo Torinese Trasporti.

Il tratto chiuso al traffico nelle giornate festive si può percorrere a piedi, in bicicletta o con le navette.
Orari e prezzi delle navette si possono consultare sulla pagina dedicata del portale internet del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Le attività

In occasione di "A piedi tra le Nuvole" il Parco Nazionale Gran Paradiso organizza numerose attività pensate per chi ama la montagna e la conosce bene, ma anche per chi invece non la pratica molto e può così avere l’occasione per imparare ad apprezzarla: tornano quindi gli appuntamenti più amati, da "Noasca da Re" ad "Armonie nel Parco", da "L’Uomo e il Divino" a "Viva il Parco", dalle attività nel giardino botanico Paradisia ai "Caffè scientifici", da "Acque in paradiso" alle camminate sotto le stelle e agli incontri con l’artista Marco Rolando per diventare scultori per un giorno.

Negli anni "A Piedi tra le Nuvole" è cresciuto, estendendosi anche ad altre valli. Tutti i sabati dal 16 di luglio al 27 agosto è in programma "Piantonetto, un vallone da scoprire", una manifestazione organizzata in collaborazione con la Pro Loco e con il Comune di Locana. La strada per raggiungere Piantonetto di Locana non è soggetta a regolamentazione del traffico motorizzato. Da Piantonetto un bus navetta porta i visitatori fino alla diga di Telessio, da dove si prosegue a piedi, in compagnia di una guida del Parco, fino al Rifugio Pontese, dove lo scenario è un suggestivo anfiteatro naturale, cinto da vette imponenti e altopiani verdissimi. Al centro dell’anfiteatro si apre un lago artificiale color turchese intenso. La zona è considerata un paradiso dagli arrampicatori di tutto il mondo. Tra le novità di quest’anno vi è anche la possibilità di raggiungere il santuario di Sant’Anna percorrendo un tratto nel carrello della guardianìa Iren. Inoltre è possibile visitare l’incubatoio ittico in località Ghiglieri, per conoscere le attività di tutela degli ecosistemi acquatici che il Parco sta attuando con il progetto "Life+Bioaquae".
Nei sabati della manifestazione sono previste attività in compagnia delle guide con pranzo a menù fisso al Rifugio Pontese o servito dalla Trattoria San Lorenzo. Per i più avventurosi ed esperti, sabato 20 e domenica 21 agosto c’è "Avventuralpina", un trekking con guida alpina, con partenza nel pomeriggio del sabato dal lago Telessio e salita fino al rifugio Pontese per la cena e il pernottamento. Il giorno successivo salita alla Bocchetta di Valsoera, pranzo al sacco e proseguimento verso il Rifugio Pocchiola Meneghello. La discesa al lago Telessio è prevista sul carrello della guardianìa della diga Iren, con un passaggio dentro la montagna davvero avventuroso. Al rientro il "degustamiele" offerto dall'apicoltore Marco Pezzetti.

Nel 2016 "A Piedi tra le Nuvole" ha coinvolto anche il Vallone di Forzo, in Valle Soana, con l’iniziativa "Storie di cammini". Domenica 26 giugno a Ronco Canavese il Comune ha organizzato un’escursione con bus navetta e proseguimento a piedi fino alle borgate Boschietto e Boschettiera, in uno degli ambienti più selvatici e suggestivi del Parco, con orridi scavati dalla forza delle acque di discesa dai ghiacciai, boschi di conifere e pascoli rigogliosi, ma anche grandi rocce che nascondono segni legati alla devozione religiosa e ad antiche presenze. Sabato 2 e domenica 3 luglio a Cogne torna invece la manifestazione "Viva il Parco", festa del cavallo e della mobilità, con battesimo della sella e pony games per i più piccoli, passeggiate a cavallo, rievocazioni storiche, tiro con l’arco, falconeria e altre attività. Domenica 3 luglio alle 10 a Lillaz si disputa la gara di mountain bike in salita "Pedalando verso il Sogno!". Domenica 10 luglio a Ceresole Reale è invece in programma il secondo Festival degli aquiloni, con evoluzioni aeree che affascineranno grandi e piccini.

È possibile noleggiare biciclette da uomo, donna, ragazzo e carrellini-cammellini per il trasporto dei più piccoli; mentre per chi volesse utilizzare la propria bici, è attivo anche il servizio autobus+bicicletta del GTT. Durante le festività in cui il traffico sulla strada provinciale 50 è regolamentato, tre bus navetta sono attrezzati per il trasporto fino a un massimo di sei biciclette ciascuno. È possibile caricare la bicicletta sul portabici delle navette solo alle fermate a Pont Canavese ed in frazione Villa e al Lago Serrù negli orari previsti. Per informazioni sul servizio navetta con bici è possibile contattare il Numero verde 800-019152. Come sempre, è necessario rispettare le norme di comportamento dettate dal regolamento del Parco riportate sulla segnaletica informativa.

Nell’area attrezzata di Perabacù in località Chiapili Inferiore di Ceresole Reale sono disponibili servizi igienici, tavoli da pic-nic, una fontana, barbecue, un’area giochi e un parcheggio gratuito.
Ogni valle del parco ha almeno un centro visitatori, dove vengono fornite informazioni sul parco e sulle attività in programma. All’interno, oltre a una parte espositiva tematica, si trovano cartine, guide e materiale illustrativo utili a pianificare la propria gita o il proprio soggiorno al Parco.
Per scoprire tutti i segreti del Gran Paradiso e compiere escursioni in totale sicurezza ci si può affidare alle guide ufficiali del Parco, accompagnatori naturalistici specializzati capaci di raccontare con professionalità, competenza e passione le bellezze del territorio e i numerosi aspetti di un luogo unico.

Il Parco ha avviato da alcuni anni il progetto Marchio di Qualità Gran Paradiso, un riconoscimento assegnato a ristoratori e a operatori dei settori turistico, agroalimentare e dell’artigianato che attesta la qualità delle lavorazioni e un’accoglienza all’insegna del rispetto per l’ambiente oltre che della cortesia e delle tradizioni locali. Gli operatori che si fregiano del marchio raccontano attraverso i sapori, i profumi e i gesti antichi le tradizioni e l’identità profonda del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Il programma e le attività di "a piedi tra le nuvole"

(04 luglio 2016)