Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

IL PARCO PROVINCIALE DEL LAGO DI CANDIA FESTEGGIA I VENT'ANNI

Il 1º marzo del 1995, con la legge regionale 25, veniva sancita ufficialmente l'istituzione del Parco provinciale del lago di Candia, il primo del suo genere in Italia.

L'idea di tutelare con un parco l'ambiente lacustre di Candia era stata promossa sin dall'inizio degli anni '90 da amministratori lungimiranti e da molti canavesani sensibili alla tutela del territorio. Vent'anni dopo il Parco è un esempio di salvaguardia per l'intero Paese: il lago e le specie che ne popolano le acque e le sponde sono stati recuperati e difesi, mentre la ricerca scientifica, le attività didattiche e la valorizzazione turistica vanno di pari passo e si sostengono reciprocamente. Le attività sportive che si svolgono sul Lago e intorno allo specchio d'acqua rispettano la fauna e la flora.

A Candia il volontariato degli amministratori del Parco e delle Guardie ecologiche volontarie ed il lavoro dei dipendenti della Città metropolitana sono di esempio per i cittadini che possono fruire della meraviglia della natura. Grazie alla tutela garantita dall'istituzione del Parco, il lago di Candia è uno dei bacini lacustri più intatti dell'intera pianura padana, esempio di una biodiversità tutelata in modo intelligente e sostenibile dalla devastazione urbanistica ed ambientale.

I numeri dei visitatori, in costante aumento, testimoniano la validità e l'interesse suscitato dalle esperienze di tutela realizzate a Candia. Sono soprattutto le scolaresche (oltre 3.000 gli studenti in visita ogni anno) ad apprezzare la bellezza del Parco, accolte dall'associazione "Vivere i parchi" che cura, per conto e sotto il coordinamento della Città metropolitana, la didattica ambientale.

(27 febbraio 2015)