Salta ai contenuti


Cittàmetropolitana di Torino

ORGANIGRAMMA

Direzione "Istruzione, pari opportunità, welfare" - VA3

  1. Programmazione istruzione: dimensionamento e programmazione rete scolastica e offerta formativa
    • Dimensionamento e programmazione della rete scolastica sul territorio della CM
    • Programmazione dell'offerta formativa in base ai fabbisogni emergenti dal mercato del lavoro e dell'utenza, in riferimento agli istituti secondari di secondo grado
    • Programmazione, monitoraggio e valutazione dell'organizzazione della rete scolastica, dell'offerta formativa e del diritto allo studio, in collaborazione con Regione Piemonte e Ufficio Scolastico Regionale
  2. Diritto allo studio
    • Definizione e gestione piano annuale degli interventi per il diritto allo studio degli studenti di tutti i gradi dell'istruzione, mirato a garantire pari opportunità di accesso ai servizi scolastici e il successo formativo
    • Attuazione interventi di supporto per l'inclusione scolastica degli allievi disabili nella scuola superiore: trasporto e assistenza educativa
    • Accordi di programma per l'inclusione e azioni di sistema a favore delle fasce deboli
    • Supporto alle istituzioni scolastiche per l'inserimento di allievi in condizioni di svantaggio
  3. Iniziative didattico-educative per insegnanti e studenti di istituzioni scolastiche e formative (CESEDI)
    • Iniziative per il miglioramento della qualità del sistema educativo e formativo e il contrasto alla dispersione scolastica, in collaborazione con Regione Piemonte e USR: formazione personale docente e studenti, progetti di ricerca e innovazione pedagogica, altri interventi a favore del successo formativo
    • Gestione Centro di documentazione didattica
  4. Politiche di parità, pari opportunità e contrasto alle discriminazioni
    • Attività dell'ente in materia di controllo dei fenomeni discriminatori in ambito occupazionale e promozione delle pari opportunità sul territorio provinciale
    • Consulenza e supporto tecnico-scientifico alle amministrazioni pubbliche nell'elaborazione, nella programmazione, attuazione e diffusione delle politiche di pari opportunità fra uomo e donna
    • Estensione, in applicazione della direttiva europea sull'orientamento sessuale, delle politiche di parità e pari opportunità al contrasto delle altre forme di discriminazioni, fondate su motivi diversi, ovvero di multi discriminazioni
    • Attivazione e gestione nodo provinciale della Rete nazionale e regionale anti discriminazioni (UNAR). Coordinamento della rete territoriale di istituzioni e organizzazioni attive nella lotta contro le discriminazioni
    • Coordinamento di progetti con le amministrazioni territoriali per contrastare la violenza di genere (localizzazione centri anti - violenza, formazione operatori, monitoraggio)
  5. Politiche giovanili e servizio civile nazionale
    • Promozione del servizio civile volontario, predisposizione e gestione progetti, consulenza e supporto in materia alle strutture dell'Ente ed ai soggetti sul territorio
    • Selezione e formazione volontari servizio civile
    • Predisposizione ed attuazione del piano annuale degli interventi per i giovani, inclusa l'istruttoria per l'assegnazione dei relativi finanziamenti
  6. Funzioni di welfare
    • Azioni per la promozione e l'integrazione dei servizi sociali locali a sostegno della fragilità sociale e delle fasce deboli (famiglie e minori, migranti e rifugiati, disabili, anziani, detenuti ed ex detenuti ecc.), finalizzate ad aumentare la coesione sociale e la sicurezza dell'ambiente sociale. Partecipazione a bandi e progetti europei
    • Gestione Ufficio provinciale di Pubblica Tutela
    • Partecipa alla governance del sistema integrato di interventi e servizi sociali
  7. Altre compiti nell'ambito della governance territoriale metropolitane
    • Partecipazione agli organismi di cui alla disciplina regionale in materia socio-sanitaria e di servizio sanitario
    • Partecipa alla governance dei piani dei tempi e degli orari, supporta e coordina le azioni di competenza dei comuni
    • Partecipa ai lavori del consiglio territoriale per l'immigrazione