Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

ORGANIGRAMMA

Direzione "Formazione professionale e orientamento"_VA2

Testo vigente dal 01.01.2019

  1. Formazione professionale finanziata
    1. Cura, nell'ambito delle linee generali di intervento e di azione definite dalla Direzione di Dipartimento, la programmazione operativa e la gestione delle attività di competenza in materia di formazione professionale e di istruzione e formazione professionale.
      Le attività formative beneficiarie di finanziamento pubblico si articolano nei seguenti ambiti:
      • Attività di formazione iniziale rivolte agli adolescenti e giovani e finalizzate all'assolvimento dell'obbligo di istruzione, al conseguimento della qualifica e del diploma professionale, anche in integrazione con la scuola secondaria, alla prevenzione della dispersione scolastica, a favorire i passaggi all'interno del sistema integrato di istruzione e formazione professionale. Esse comprendono percorsi curriculari (realizzati anche mediante alternanza scuolalavoro, impresa formativa simulata o in apprendistato), interventi di supporto/sostegno ai percorsi individuali e progetti specifici. La programmazione di tali attività avviene in raccordo con l'unità organizzativa competente in materia di istruzione
      • Attività di formazione permanente rivolte a: lavoratori che di propria iniziativa intendano aggiornarsi, qualificarsi o riqualificarsi; lavoratori inoccupati o disoccupati presi in carico dai servizi per il lavoro e avviati in percorsi di inserimento o ricollocazione professionale; giovani e adulti privi di qualificazione di base o di diploma; persone in condizioni di svantaggio, appartenenti alle fasce deboli della popolazione. Esse comprendono percorsi brevi di orientamento, formazione, aggiornamento delle competenze e corsi di qualificazione/specializzazione professionale. La programmazione e la realizzazione delle attività rivolte a inoccupati, disoccupati e soggetti svantaggiati avviene in raccordo con le unità organizzative regionali competenti in materia di servizi per il lavoro
      • Attività di formazione continua a iniziativa delle imprese e soggetti assimilabili, rivolte ai dipendenti, collaboratori o titolari delle stesse, finalizzate all'accrescimento delle competenze e/o alla riqualificazione professionale dei lavoratori, nell'ambito di specifici progetti di ristrutturazione, riconversione o sviluppo territoriale, settoriale o professionale e/o attraverso la partecipazione individuale ad attività formative a catalogo. Tali attività comprendono percorsi strutturati di formazione e aggiornamento
      • Attività di formazione professionale per apprendisti, finalizzate all'assolvimento dell'obbligo formativo connesso con il contratto di lavoro in apprendistato e realizzate nell'ambito dell'offerta formativa pubblica, in integrazione e coerenza con la formazione aziendale
      • Attività formative rivolte a lavoratori coinvolti in situazioni di crisi, finalizzate all'inserimento lavorativo e/o per la riqualificazione o l'aggiornamento professionale dei destinatari, progettate ed erogate nell'ambito di progetti integrati di politica attiva del lavoro. La programmazione e la realizzazione di tale ambito avviene in stretto raccordo ed assicurando la piena integrazione operativa con le unità organizzative regionali competenti in materia di servizi per il lavoro
    2. Raccorda l'intera programmazione della Direzione con le istituzioni scolastiche e formative e le loro forme associative, le organizzazioni e le associazioni rappresentative dei lavoratori e delle imprese, gli enti e le istituzioni del territorio.
  2. Riconoscimento corsi non finanziati
    1. Cura le attività di riconoscimento dei corsi realizzati a libero mercato da organismi accreditati nel sistema della formazione professionale regionale, con particolare riguardo ai corsi normati da discipline di settore e finalizzati al conseguimento di abilitazioni o idoneità all'esercizio di professioni e mestieri.
    2. Cura altresì le attività di riconoscimento dei percorsi di qualifica realizzati dalle istituzioni scolastiche nel sistema di istruzione e formazione professionale regionale.
    3. Provvede alla valutazione dei progetti formativi per lavoratori stranieri distaccati presso unità produttive locali.
  3. Prove finali e certificazioni
    1. Nomina le commissioni d'esame, gestisce le prove finali e rilascia gli attestati di formazione professionale, con riferimento sia alle attività finanziate, sia alle attività riconosciute.
  4. Orientamento scolastico, formativo e professionale
    1. Cura, nell'ambito delle linee generali di intervento e di azione definite dalla Direzione di Dipartimento, la programmazione operativa e la gestione delle attività di competenza in materia di orientamento scolastico, formativo e professionale.
    2. Programma, realizza e monitora, in coerenza con le politiche del lavoro, gli interventi di orientamento rivolti ad adolescenti e giovani, articolati in servizi, supporti e informazioni alle scelte, al fine di elaborare un progetto formativo e professionale individuale. La programmazione considera unitariamente i bisogni orientativi riguardanti l'istruzione, la formazione professionale, la formazione post secondaria, l'Università, l'alta formazione e il lavoro.
    3. Promuove e realizza, nell'ambito delle indicazioni della Direzione di Dipartimento, collaborazioni, intese e accordi in materia di orientamento.
    4. Collabora con le unità organizzative regionali competenti in materia di servizi per il lavoro e con gli Uffici Scolastici Regionale e Territoriale alla definizione delle linee di programmazione, di monitoraggio e di valutazione dell'orientamento.
    5. Supporta le reti territoriali, le istituzioni scolastiche e formative, i Centri per l'Impiego per i servizi di orientamento riguardanti adolescenti e giovani.
  5. Attività informative
    1. Cura le attività di informazione relative alle materie di competenza allo scopo di assicurarne la massima fruibilità e diffusione, in collaborazione con le unità organizzative che curano la comunicazione istituzionale e in raccordo con le unità organizzative regionali competenti in materia di orientamento e servizi per il lavoro.

Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2021