Salta ai contenuti

Cittàmetropolitana di Torino

ORGANIGRAMMA

Direzione "Rifiuti, bonifiche e sicurezza siti produttivi"_TA1

Testo vigente dal 19.10.2021

  1. Pianificazione ambientale (ciclo integrato dei rifiuti)
    1. Promozione e coordinamento delle azioni e dei progetti finalizzati ad attuare il sistema integrato di gestione dei rifiuti.
    2. Monitoraggio e controllo della corretta gestione dei rifiuti urbani.
    3. Raccordo con gli altri enti ed autorità competenti in materia di pianificazione e programmazione rifiuti.
    4. Gestione dell'Osservatorio Metropolitano Rifiuti.
  2. Autorizzazioni impianti di recupero, trattamento, incenerimento e smaltimento rifiuti; trasporti trans-frontalieri
    1. Autorizzazione e controllo degli impianti di recupero e smaltimento rifiuti, degli impianti di raccolta e eliminazione degli oli usati, dello spandimento dei fanghi in agricoltura, delle spedizioni transfrontaliere di rifiuti.
    2. Quantificazione, acquisizione e gestione delle fidejussioni per le autorizzazioni ambientali che le richiedono.
  3. Bonifiche
    1. Svolgimento di tutte le funzioni in materia di bonifiche (articolo 242 e seguenti del d.lgs. 152/2006), tra cui:
      • gestione delle istruttorie per le bonifiche che interessano il territorio di più Comuni - approvazione di progetti ed attività di controllo degli interventi;
      • supporto tecnico ai Comuni per le bonifiche di interesse comunale - espressione dei pareri alle Conferenze dei servizi e comunicazioni inerenti le attività di controllo degli interventi di bonifica;
      • controllo e certificazione finale di avvenuta bonifica;
      • aggiornamento dell'Anagrafe regionale dei siti da bonificare (ASCO);
      • individuazione, in concorso con la Polizia Metropolitana e con il supporto giuridico del Dipartimento e dell'Avvocatura, dei responsabili dell'inquinamento ed emissione delle Ordinanze ai sensi dell'art. 244 del D.Lgs. 152/2006;
    2. Supporto tecnico ed amministrativo alle attività di gestione dei materiali da scavo di competenza della Città metropolitana.
  4. Attività comportanti il rischio di incidente rilevanti
    1. Partecipazione al Comitato Tecnico Regionale (art.10 del D.Lgs. n.105/26.062015 in materia di controllo del pericolo di incidenti rilevanti connessi con sostanze pericolose) relativo agli stabilimenti a pericolo di incidenti rilevanti, e alle attività tecnico-istruttorie svolte dal medesimo nei confronti degli stabilimenti di soglia superiore.
    2. Partecipazione alle attività di verifica ispettiva sui sistemi di gestione della sicurezza effettuate dalla Regione Piemonte nei confronti degli stabilimenti di soglia inferiore.
    3. Partecipazione alla predisposizione dei piani di emergenza esterna agli stabilimenti di competenza della Prefettura, anche in raccordo con le funzioni di protezione civile.
    4. Partecipazione ai tavoli tecnici, inclusa la formulazione dei relativi pareri, in relazione all'adozione da parte dei Comuni dell'elaborato "Rischio di incidente rilevante" nell'adeguamento dei Piani Regolatori alla "variante Seveso" al Piano Territoriale di Coordinamento.
    5. Supporto alle unità organizzative competenti per i procedimenti di valutazione e autorizzazione ambientale in cui le attività produttive presentino profili di pericolo di incidente rilevante o presentino interferenze con stabilimenti di tale natura.
  5. Stabilimenti di oli minerali e GPL
    1. Autorizzazioni relative agli stabilimenti di deposito e di lavorazione di oli minerali e GPL.
  6. (eliminato)
  7. Autorizzazione integrata ambientale; Autorizzazione Unica Ambientale
    1. Nei casi in cui la competenza per materia spetti alle Direzione rilascia l'Autorizzazione Integrata Ambientale (IPPC) o l'Autorizzazione Unica Ambientale.
  8. Vigilanza sull'esecuzione degli obblighi relativi alle materie assegnate alla direzione
    1. Vigilanza , diretta o mediante la Polizia Metropolitana, sull'esecuzione degli obblighi relativi alle materie assegnate alla direzione.
  9. Rapporti con gli Enti, gli Organismi e le Autorità pubbliche
    1. Assicura la cooperazione con gli altri soggetti pubblici con competenze riferite alle funzioni assegnate alla direzione.

Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2021